[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Giovanni Puccio, il Glutatione e la cura del cancro
Autore Giovanni Puccio, il Glutatione e la cura del cancro
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-05-21 23:07   
Finalmente i studi di Giovanni Puccio vengono a galla...

La Leva segue i suoi studi da molto tempo ormai ed e' con grande soddisfazione che oggi pubblico i primi 2 articoli apparsi nella stampa italiana sulla cura del cancro di Giovanni Puccio - Studioso e Ricercatore Privato.



Per informazioni potete contattare Rossella Puccio al numero: 328 6369415


NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - LA CRONACA (4)


Palermo. Si chiama Salvatore Randazzo, 71 anni, e potrebbe essere il primo malato di tumore a guarire da una degenerazione organica in fase terminale, provocata da un carcinoma squamoso al polmone sinistro.
A salvarlo sembrerebbe sia stata una 'inedita' terapia a base di glutatione e integratori naturali, messa a punto da un ex rappresentante di legnami palermitano Giovanni Puccio, che ha scoperto come ristabilire i sistemi difensivi di un organismo sotto stres ossidativo come quello di un malato di cancro, senza ricorrere alla chemioterapia, e riequilibrare il materiale genetico dopo l'asportazione del cancro, con metodi naturali, senza rischi e perfino debellando il dolore. (segue)

(Nmk/Opr/Adnkronos)
Fonte originale: http://www.adnkronos.com/IGNDispacci/20040126/ADN20040126155750.htm
26-GEN-04 15:49


================================



«Avevo un cancro terminale, sono guarito»
LA STORIA / Applicata in Sicilia una cura «non ortodossa»
Cavallaro Felice - Il Corriere della Sera


DAL NOSTRO INVIATO PALERMO - Il rischio di un replay del «caso Di Bella» c' è. E' quello di alimentare speranze eccessive in chi soffre e attende cure efficaci contro i tumori. Ma nella sua casa sulla strada che scivola verso il mare di Sferracavallo, a due passi da Palermo, il carabiniere in pensione Salvatore Randazzo, classe 1933, la farebbe subito una statua al «Di Bella» siciliano che, dopo cinque cicli di («inutile») chemioterapia, lo avrebbe salvato: «Guarito dal cancro, come dimostra l' ultima Tac». Il confine fra illusione e impostura spesso è labile. Né conforta l' idea che l' inventore del miscuglio, del cocktail, della mistura, del vaccino, chiamatelo come volete, somministrato all' anziano appuntato sia non uno specialista, ma un geometra con la passione per la fisica, Giovanni Puccio, dipendente della Farmacia dell' ospedale Civico di Palermo. Un tempo commerciante di legname, esperto in malattie delle piante, questo quarantenne scrutato con sospetto da professori e scienziati giura di avere studiato per 12 anni un sistema d' attacco al killer del secolo, convincendo decine di medici disposti ad applicare la terapia. Come fa l' ematologo Santi Scola, in servizio al Civico, pronto a spiegare quel che ha ripetuto a ricercatori americani e tedeschi adesso impegnati in esperimenti su larga scala: «I risultati già si vedono. Noi non curiamo il cancro, ma ristabiliamo l' equilibrio chimico elettrostatico delle cellule... ». Abituato alla diffidenza, Scola prova a decodificare per i profani: «Se poggiamo un televisore, una lavabiancheria ed un frigo su un tavolo, tutto può crollare. Se le gambe non sono forti, tutto si rompe. Ecco, noi cerchiamo di fortificare il più possibile le gambe del tavolo, appunto l' equilibrio elettrochimico... ». E Puccio, privo d' ogni dubbio: «Abbiamo scoperto la causa chimica bio-molecolare del cancro. Studiando con 46 scienziati dal 1992 per 15 mila ore di laboratorio. Noi non speculiamo sulla sofferenza. Ed io sto lottando per annientare il killer che uccise mia madre... ». Impresa finora esposta al ministero della Salute e ad altre autorità diffidenti, senza avalli ed autorizzazioni. Di qui la scelta di una sperimentazione in sordina, alimentata però da un passa parola su glutadione, glutoxim ed altre sostanze della terapia, a cominciare da integratori a base di carote che ricordano un po' i contestati cocktail alla Di Bella. Mostrati con soddisfazione però in quella casa vicina a Sferracavallo dalla signora Giovanna, la moglie dell' appuntato in pensione: «Capsule di selenio, olio di germe di grano, carotene... Non avevamo niente da perdere perché mio marito, dopo un' operazione al polmone, dicembre 2001, se ne stava andando all' altro mondo. Era pelle e ossa. Non riusciva più ad alzarsi dal letto, distrutto dalla chemio. Poi, con queste medicine, il miracolo. Rinato... ». Non sarebbe l' unico caso, come ripete Puccio l' inventore, nella sua casa-laboratorio a due passi dall' ospedale in cui studia, in via Andrea Cisalpino, una strada intestata ad un biologo. «Scoprì i segreti della circolazione del sangue. Eppure è uno sconosciuto per tutti», commenta amaro, quasi parlasse di se stesso, il computer aperto su Internet, sui siti che descrivono la sua trovata: «Ceduta gratuitamente a chi la sta provando in America Centrale. E in Austria dove ho saputo che si fanno pagare tanto, troppo. Come troppo costano qui le chemio e le terapie spesso inutili... ». Credere o non credere? Questo è il problema, come sa Puccio che le sue carte le ha aperte tutte sul tavolo di un luminare super partes, il professore Mario Palazzo Adriano, direttore dell' Istituto di Farmacologia al Policlinico di Palermo, a sua volta dubbioso sul capovolgimento di un dogma scientifico: «Puccio e gli altri sostengono che alcune alterazioni biochimiche producono il cancro. Invece, per la scienza ufficiale il cancro è causa delle alterazioni biochimiche». E i risultati? «Qualche volta con quelle composizioni, con quegli integratori anti ossidanti, si possono avere dei risultati. Altro volte no. Nulla di certo e definito. Ma è vero che un gruppo statunitense sta applicando la ricerca in America Centrale. Non resta che attendere i risultati, se ne otterranno... ». Poi, comprensivo con Puccio e i suoi medici: «Una cosa è sicura. Non sono impostori. E non ci speculano». Forse anche per questo scatta il passa parola, per il momento sussurrato e limitato a qualche clinica privata. Felice Cavallaro Su Salvatore Randazzo la chemioterapia era inutile. La moglie: non avevamo nulla da perdere e con quelle capsule è rinato.

Il Corriere della Sera
mercoledì, 28 gennaio, 2004
MEDICINA CANCRO
Pag. 020


== Altri articoli su Giovanni Puccio ==


La cura del cancro di Giovanni Puccio Tratto dalla relazione scientifica "eziopatogenesi del cancro" redatta e registrata da GIOVANNI PUCCIO - Palermo 13.09.99 - aggiornata al 13.11.2001

Giovanni Puccio decide di rivolgersi alle autorità giudiziarie e fa conoscere il suo caso alla stampa - Marzo 2000


Postato da archimede il 06.02.04 11:47 | TrackBack



  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
mirco


Registrato: Aug 04, 2003
Messaggi: 98
Inviato: 2004-05-22 12:01   
Qui ce tutta la sua teoria.
http://www.mednat.org/cancro/puccio.htm


  Visualizza il profilo di mirco      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-05-22 12:10   
E' interessantissima Mirco.......e potrebbe essere utile anke x noi.......grazie x il link.....strè

  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-05-22 12:31   
VIRUS

I virus sono organismi subcellulari delle dimensioni dei nanometri che acquistano le caratteristiche di un sistema vivente solo quando si associano ad una cellula.

Per questa caratteristica vengono definiti microrganismi endocellulari obbligati. Date le ridotte dimensioni possono essere osservati solo al microscopio elettronico.

Contengono un'informazione genetica sotto forma di DNA e RNA avvolta da una struttura proteica, il capside.

Alcuni virus possiedono un ulteriore rivestimento denominato pericapside.

La singola particella virale viene definita virione.

Non possono riprodursi da soli perché mancano delle strutture necessarie alla produzione delle proteine, infatti usano quelle delle cellule che infettano.

Alcuni virus provocano malattie negli organismi che infettano, altri provocano infezioni non manifeste o asintomatiche.

Tra le malattie provocate da virus che nella maggioranza dei casi si risolvono da sole senza complicazioni, vanno annoverate l'influenza, la laringite virale, il raffreddore e l'infezione da herpes simplex labiale, conosciuta come febbre del labbro.

Tra le malattie virali che si manifestano con gravi conseguenze e letalità ci sono l'AIDS, che ha un tempo di insorgenza molto lungo, anche di anni, e la febbre causata dal virus Ebola, che ha invece un andamento fulminante, cioè provoca la morte dell'individuo dopo poco tempo dalla contrazione dell'infezione.

Alcuni virus sono patogeni solo per quegli individui che presentano un sistema immunitario difettivo, per esempio i pazienti con AIDS e i soggetti sottoposti a forte chemio o radio terapia prima di un trapianto, come il citomegalovirus (CMV), che in questi individui può anche causare gravi complicazioni a livello polmonare e condurre a cecità e a decesso.

Attualmente sono noti circa 500 virus in grado di infettare l'uomo.

Alcuni virus, ma non tutti, possono essere trasmessi dagli animali all'uomo, come nel caso della rabbia, e talvolta possono essere innocui nell'animale e patogeni solo per l'uomo.

Questa caratteristica può essere sfruttata per la produzione dei vaccini, come per esempio nel caso dell'influenza in cui i virus responsabili di questa malattia vengono coltivati in embrioni di pollo.

I virus così prodotti possono poi essere utilizzati per realizzare vaccini efficaci nell'uomo per prevenire l'insorgenza della malattia.

Peter C. Doherty
15/10/1940
Premio Nobel nel 1996 per i suoi studi nel campo della virologia

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-05-22 12:32 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-05-23 21:04   
SBALORDITIVO!!!!vero streghetta,potrebbe risultare molto utile pure a noi.....bè devo ammettere che pure tra noi ci sono dei piccoli geni,correggete se sbaglio,ma tempo a dietro il nostro robyno ,con romeo avevano già esposto una teoria molto simile a questa per quanto riguarda lomocisteina e gli 8 aminoacidi che il nostro organismo non riesce a produrre da solo approposito(se qualcuno potesse ripetermi quali sono sarei molto grata)cmq questa teria ritrova molti riscontri su quello già anticipato anche da alfred...èèèèè stupendo!!!!!bacio.

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-05-23 23:21   
La fabbrica delle proteine
Ogni cellula e tessuto del corpo contiene proteine. Esse si trovano nei muscoli, nelle ossa, nei capelli, nelle unghie e nella pelle ed ammontano al 20% del peso corporeo complessivo. Inoltre, diverse proteine svolgono una funzione di enzimi, ormoni, neurotrasmettitori, anticorpi e proteine specializzate come l’emoglobina ed altre che riparano costantemente i tessuti del corpo per mantenerlo in buona salute.


Le proteine sono formate da aminoacidi. Esistono 20 aminoacidi. In modo simile all’alfabeto, i 20 aminoacidi possono essere paragonati alle diverse “lettere” che, combinate in milioni di modi differenti, creano le “parole” e quindi un intero “linguaggio” proteico. A seconda della sequenza con cui vengono combinati gli aminoacidi, le diverse proteine che ne risultano adempiono ad una specifica funzione nel corpo.

Il corpo ricava gli aminoacidi dai cibi contenenti proteine tramite il lavoro degli enzimi digestivi che scompongono le proteine nei loro diversi elementi. Il corpo assorbe gli aminoacidi e li ricostruisce in nuove sequenze che sono necessarie alla crescita e al mantenimento del corpo e al controllo dei suoi processi.

Ci sono due tipi di aminoacidi: essenziali e non-essenziali. GLI 8 AMINOACIDI ESSENZIALI NON POSSONO ESSERE PRODOTTI IN QUANTITA' SUFFICIENTE DAL CORPO E DEVONO QUINDI ESSERE FORNITI DAL CIBO.I 12 aminoacidi non-essenziali possono essere prodotti da altri aminoacidi presenti nella nostra dieta. Gli alimenti contenenti proteine animali, come la carne, il latte e le uova, contengono abbondanti quantità di tutti gli aminoacidi essenziali. Le fonti proteiche vegetali mancano di uno o più aminoacidi essenziali oppure non ne contengono in quantità sufficiente. Questi alimenti, tuttavia, possono essere combinati in una dieta affinché ne siano fornite le quantità necessarie.

La maggioranza delle persone ha bisogno che il 15-20% del loro apporto calorico totale sia di fonte proteica: circa 0,75 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Di conseguenza, un uomo di 70 kg e una donna di 55 kg hanno bisogno rispettivamente di 50-60 grammi e 40-50 grammi di proteine al giorno. Due o tre porzioni di alimenti contenenti proteine animali o quattro porzioni di proteine vegetali di differente origine, come ad esempio cereali integrali, verdure, legumi, noci e semi, possono facilmente fornire le proteine necessarie.

L’organismo non è in grado di immagazzinare gli aminoacidi, per cui le proteine vengono continuamente scomposte e ricomposte. Questa “rotazione delle proteine” o “processo di riciclaggio” deve essere continuamente alimentato dalle proteine contenute nel cibo. Può succedere che ci sia una sovrapproduzione di alcuni aminoacidi e di proteine totali, in tal caso essi sono trasformati in glucosio dal fegato e utilizzati per fornire energia.

Dal momento che i muscoli sono formati prevalentemente da proteine, a volte gli atleti assumono maggiori quantità di proteine per ottenere maggiore forza e massa muscolare. Per gli atleti, dunque, l’apporto standard è di circa 1,4 grammi di proteine per chilogrammo corporeo al giorno, ma il consumo di maggiori quantità non aumenta la forza o la potenza muscolare. L’unico modo per aumentare e rafforzare la massa muscolare è tenersi in allenamento.

Il corpo utilizza solo le proteine necessarie e poiché molti alimenti ad alto contenuto proteico sono anche buone fonti di grassi, una dieta molto ricca di proteine può contenere troppe calorie, con un conseguente aumento di peso ed accumulo di grasso. È essenziale per la salute seguire una dieta ben bilanciata, ma non è necessario esagerare con le proteine.




  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-05-23 23:23   
GLI 8 AMINOACIDI ESSENZIALI
ISOLEUCINA
LEUCINA
LISINA
METIONINA
FENILALANINA
TREONINA
TRIPTOFANO
VALINA


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-05-23 23:31   
AMINOACIDI ESSENZIALI 1)ISOLEUCINA:Metabolizzata primariamente nel tessuto muscolare, è essenziale per la formazione di emoglobina ,deve essere sempre i proporzioni ben bilanciate con L-Leucina e L-Valina, è uno dei tre aminoacidi a catena ramificata 2)LEUCINA:Metabolizzata nel tessuto muscolare, promuove la guarigione di pelle ed ossa rotte, abbassa elevati livelli di zuccheri nel sangue, deve essere sempre i proporzioni ben bilanciate con L-Isoleucina e L-Valina , è uno dei tre aminoacidi a catena ramificata 3)LISINA:E' usato per combattere l'herpes anche genitale.
Infatti inibisce la crescita dei virus, produce L-Carnitina la quale migliora la tolleranza allo stress, il metabolismo dei grassi ed ha un effetto anti-fatica, promuove la crescita ossea aiutando la formazione di collagene, la proteina fibrosa la quale costituisce le ossa, le cartilagini e altri tessuti connettivi - aiuta l’assorbimento del calcio.
Ha anche proprietà stimolanti l'ormone della crescita 4)METIONINA:E' un aminoacido solforato proposto in terapia per problemi di cheratinizzazione, anche se sembra di efficacia ridotta rispetto alla cistina. Può comunque essere convertita in cistina in presenza di vitamina B12.
Ha attività antiossidante. E' importante per il funzionamento del fegato e la produzione di anticorpi.
Impedisce un anormale accumulo di grasso nel fegato.
Partecipa alla formazione di carnitina, colina, creatina, adrenalina, etc.
Interagisce con altre sostanze per disintossicare da composti dannosi, è inclusa nella supplementazione come agente anti-fatica 5)FENILALANINA:E' di grande importanza per la produzione di melanina e quindi per la pigmentazione del capello.
Abbondante nella farina e nel glutine. Contenuto in carne e latte.
Il cervello la usa per formare un elemento necessario alla comunicazione di alcune cellule nervose coinvolte nella regolazione dell'appetito.
Può aumentare la produzione di dopamina.
Produce e mantiene un umore positivo, lucidità ed ambizione, migliora l’apprendimento e la memoria, produce neurotrasmettitori che controllano la trasmissione di impulsi tra le cellule nervose (neuroni) , usata nel trattamento di alcuni tipi di depressione 6)TREONINA:E' lipotropa, previene eccessivi accumuli di grasso nel fegato, glicogenica (fonte di riserva energetica di glucosio per fegato e muscoli), è essenziale per la normale crescita, generalmente bassa nelle diete vegetariane, migliora il sistema immunitario producendo immunoglobuline ed anticorpi, è un importante costituente delle proteine, collagene ed elastina 7)TRIPTOFANO:
E' usato dal cervello per produrre serotonine (neurotrasmettitori) le quali risultano avere effetto calmante, usato nel trattamento dell’ansietà, insonnia, stress e depressione, stimola la liberazione dell’ormone della crescita 8 )VALINA:E' glicogenica (fonte di riserva energetica per fegato e muscoli), metabolizzata nei muscoli, deve essere sempre i proporzioni ben bilanciate con L-Isoleucina e L-Leucina, usata nel trattamento di gravi deficienze aminoacidiche causate da droghe, è uno dei tre aminoacidi a catena ramificata.








































[ Questo messaggio è stato modificato da: max il 2004-05-23 23:33 ]


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-05-24 10:15   
non potevo chiedere di meglio.grazie.

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
roby72


Registrato: Sep 25, 2003
Messaggi: 348
Inviato: 2004-05-24 18:40   


[ Questo messaggio è stato modificato da: roby72 il 2004-08-27 15:42 ]


  Visualizza il profilo di roby72      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-05-24 19:17   
Bravo Robyno!!! e x aggiungere dell'altro: vi consiglio di leggere FOCUS di giugno.........stanno capendo molto proprio di qst aspetti così pericolosi di tali infezioni.............la clamidia, il papilloma virus, persino la candida, erano e sn stati sottovalutati............io nn l'ho ancora acquistato ma lo farò...........potrà "illuminarci" ulteriormente.............baciotti a robyno....ti consegno il nobel del forum ank ex il coraggio ke hai avuto di "autocurarti" e di crederci..............baciotti dalla tua sorellina stregola

  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-05-25 19:55   
già,non ricordavo il ...glutatione lo avevano dato pure a me per la cfs,il nome commercisale sarebbe tad,effettivamente,miglioramenti da subito,ma son punture,IO ODIO LE PUNTURE...mi pare che non esista per bocca,voi sapete niente??

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-05-25 19:57   
roby,cosa è la cartilagine di squale e la silimarina??grazie.

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.011706 seconds.