[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Eziopatogenesi della CFS
Autore Eziopatogenesi della CFS
farmacista


Registrato: Apr 13, 2004
Messaggi: 110
Località: Catania
Inviato: 2004-04-19 14:43   
Quando cercavo una diagnosi io, allora,anni fa, si parlava di infezione virale cronica.
La mia diagnosi è venuta fuori da una serie di discussioni con un ex collega neurologo esperto in malattie neuromuscolari del Besta.

Qualche anno fa il dott. Tarello - che ha trovato un?infezione batterica cronica negli animali da lui curati e guariti (oltre ad aver curato e guarito sé stesso e la moglie) - scriveva:

-La patogenesi della CFS rimane sconosciuta. A varie riprese, i virus Epstein- Barr, Cytomegalovirus, Herpes tipo 1, 2 and 6, Parvovirus, Coxsackievirus ed Echovirus sono stati sospettati di essere gli agenti causali della CFS nell' uomo. Oggi è chiaro che non esiste evidenza di una relazione causale che leghi ognuno di questi virus alla CFS o ai suoi sintomi, e che la loro concomintante presenza o riattivazione non esclude una diagnosi di CFS riferibile ad altre cause.

- Non esiste una prova diretta che questi batteri causino la malattia, tuttavia la loro presenza nel sangue sembra direttamente correlata alla patologia in atto

-Recente conferma dell 'implicazione di stafilococci coagulasi-negativi produttori di tossine nella CFS e ' venuta dall ' equipe australiana dell ' Universita ' di Newcastle, guidata dal professor Tim Roberts, i cui risultati sono in accordo con quelli qui esposti.

-Studi epidemiologici iniziali non sono riusciti a identificare un?eziologia virale e recenti articoli scientifici indicano una possibile causa batterica.
Aumentata presenza di stafilococchi coagulasi-negativi è stata evidenziata in pazienti umani con sintomi di fatica e dolore cronico: gli stafilococchi isolati nell?89% dei casi producevano tossine dannose per le membrane, delle emolisine d e horse che non erano invece presenti nei soggetti di controllo (Dunstan R.H., McGregor N.R., Butt H.L., & Roberts T.K. Biochemical and microbiological anomalies in Chronic Fatigue Syndrome. Journal of Nutritional & Environmental Medicine, 9, 97-108

-Aumentata presenza di stafilococchi coagulasi-negativi è stata evidenziata in pazienti umani con sintomi di fatica e dolore cronico: gli stafilococchi isolati nell?89% dei casi producevano tossine dannose per le membrane, delle emolisine d e horse che non erano invece presenti nei soggetti di controllo

<The Australian scientists have identified staphylococcus bacteria within Chronic Fatigue Syndrome patients. Their laboratory findings back up clinical trials in Sweden where a vaccine targeting staphylococcal infections is achieving remarkable results.

Prof Tim Roberts, University of Newcastle: "It is really exciting to find that a clinical treatment based on a vaccine against some of these toxins has an effect."

Prof Carl Gottfries, University of Goteborg, Sweden: "We have known patients who've been vaccinated for four to six years. We have followed 23 patients in that way and half of them - a bit more than half of them - have been rehabilitated to work. It is spectacular because these patients have been on the sickness list for in average 12 years."
The [Swedish] researchers say patients injected with the vaccine experience significantly less fatigue and less pain than a control group. A large-scale trial is now underway to verify the preliminary results.
Prof Carl Gottfries: "I consider this really as some sort of breakthrough in the research of these patients."
Etc. >>

E? vero che tutti questi studi non sono recentissimi, però il problema è che ci sono pochissimi finanziamenti per la Cfs perché le assicurazioni mediche americane, che sono quelle che conducono la danza, non hanno nessun interesse a che la CFS esista, perché poi dovrebbero pagarla e pagare l?invalidità.

A me queste ricerche mi convincono, tanto più che con l?emocultura si sono trovati questi batteri, e l?emocultura è un test che fanno in molti laboratori di qualunque città.
Si potrebbe fare anche la PCR per la ricerca di questi batteri, ma forse non hanno i kit, poi il mio medico si informerà. Così come è rimandata a dopo la discussione sulle terapie arsenicali.


  Visualizza il profilo di farmacista      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-05-10 23:42   
DEFICIENZA DI CAMPO MAGNETICO: LA CAUSA DELLA SINDROME DA FATICA CRONICA

Le cellule nello svolgere le normali funzioni, fanno diminuire la loro carica elettromagnetica. In condizioni normali, una delle fonti di rivitalizzazione di queste cellule “stanche” è costituita dal campo magnetico terrestre. Tuttavia, dentro una abitazione tipo, la radiazione della corrente alternata è sufficientemente prolifica da soverchiare il campo magnetico naturale della terra di quasi 16 volte. Nei moderni palazzi di oggi, il ferro e l’acciaio da soli possono svuotare il campomagnetico terrestre di più della metà.

Molti scienziati ritengono che l’inquinamento elettrico con cui abbiamo a che fare ogni giorno, interferisce con i campi magnetici del nostro corpo e danneggia la nostra capacità di autoguarigione, con il risultato di provocare varie malattie. Nell’opinione di questi scienziati, queste malattie vanno dal malditesta e affaticamento, ai tumori, così come lo sconvolgimento dei sistemi circolatorio e digestivo.

Kyoichi Nakagawa, medico e Direttore dell’Ospedale Isuzu di Tokio, una delle autorità più note a livello mondiale sul magnetismo e dei suoi effetti terapeutici sull’organismo umano, sostiene che il continuo degrado del campo magnetico terrestre dovuto all’ambiente elettronico creato dall’uomo, è responsabile della Sindrome da Mancanza di Campo Magnetico (SMCM). I suoi sintomi comprendono rigidità delle spalle, del collo e della schiena, lombalgia, dolori al petto, malditesta abituali e pesantezza della testa, vertigini ed insonnia, stipsi, e affaticamento generale per motivi non specifici. Altri dottori hanno ipotizzato che la SMCM può essere benissimo la causa della Sindrome da Affaticamento Cronico che non ha cause definibili nella medicina occidentale.

Il Dr. Nakagawa ha utilizzato la magnetoterapia in oltre 11.000 pazienti. La lamentela principale di questi pazienti riguardava spasmi muscolari alla spalla e al collo. Per molti pazienti il dolore si stava già estendendo alla testa, alla parte alta del collo e a quella bassa della schiena. Con la magnetoterapia egli riuscì a liberare il 90% dei pazienti dal dolore.

Tuttavia, la notizia più eclatante circa questi studi è quella che indica che la Mancanza di Campo Magnetico è paragonabile alla mancanza di vitamine, il che significa che una volta reintegrati vitamine o influenza magnetica, il nostro organismo ritorna a funzionare normalmente. Infatti è stato dimostrato che il campo magnetico naturale del corpo può essere rigenerato molto semplicemente dai magneti terapeutici che correggono lo squilibrio causato dall’ambiente.

Forse l’aspetto più importante della Magnetoterapia è che l’individuo può imparare ad applicare un magnete facilmente così come imparò ad applicare un cerotto su di un taglio. Il magnete non è invasivo, costa poco, non presenta problemi, e procura numerosi benefici non resi possibili da pillole e pozioni. Infatti la Magnetoterapia ha dimostrato di essere così efficace che un sempre maggiore numero di dottori negli Stati Uniti stanno iniziando ad usarla laddove i trattamenti convenzionali hanno fallito.Magnetoterapia: http://web.tiscali.it/Energia_e_Salute/Magneti.htm





[ Questo messaggio è stato modificato da: max il 2004-05-10 23:48 ]


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.007955 seconds.