[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » AMALGAMA E METALLI TOSSICI
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
Autore AMALGAMA E METALLI TOSSICI
rosario.muto


Registrato: Nov 01, 2004
Messaggi: 44
Località: Prato
Inviato: 2005-01-04 13:06   
quel che si sa va, quel che non si sa non va, questo è il dilemma, purtroppo la scenza sa e parla, gli intressi invece tendono a nascondere, anzi, tendono a tebere la comunità nella più completa ignoranza per creare malati e di conseguenza il proprio business del farmaco.
Attraverso degli esami abbastanza semplici si può risalire a qualsiasi patologia ma purtroppo la tendenza è quella di raccontare e di proporre al contrario.
Ricordiamoci che i metalli sono tossici se non stabilizzati nel modo corretto (solo leghe a base preziosa sono possibili),
la loro tossicità è responsabile di patologie molto gravi e di malattie auto immuni che a loro volta sono bombe a scoppio a catena di altre malattie autoimmuni e patologie degenerative.


  Visualizza il profilo di rosario.muto   Email rosario.muto   Vai al sito web di rosario.muto      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
rosario.muto


Registrato: Nov 01, 2004
Messaggi: 44
Località: Prato
Inviato: 2005-01-04 16:56   
Il bello arriva adesso!!!!!!!!!!!
le allergie mietono vittime, e allora?
la verità non la si può più nascondere!!!!!

SANITA' :

Senatori di maggioranza ed opposizione sollevano un caso di malasanità

verificatesi all'Azienda Ospedaliera Pisana



Interrogazione al Ministro della Salute dei Sen.ri: Luigi Malabarba, PRC - Rossana Boldi, Lega Nord - Valerio Carrara, FI - Giuseppe Mascioni, DS - Natale Ripamonti, Verdi.



"La signora Marianna Randazzo subì un intervento chirurgico presso la Divisione Ginecologia e Ostetricia dell'Azienda Ospedaliera Pisana diretta dal Prof. Andrea R. Genazzani a seguito un adenocarcinoma endometriale.

Ricoverata il 5 marzo del 2002, fornì all'èquipe chirurgica i dati anamnestici, nei quali era evidenziato, tra l'altro, che la paziente era allergica ai metalli, ed in modo specifico al nichel.Tale circostanza venne riportata nella cartella clinica dove si legge :"allergia al metallo (specie nichel)".

Già dal giorno successivo all'intervento, la signora Randazzo cominciò ad avvertire una sensazione di atrofizzazione dalla parte superiore della gamba sinistra, giustificata dal personale medico come un banale problema di postura. In realtà, una volta dimessa, il problema aumentava di giorno in giorno. Il 4 giugno 2002 le veniva riscontrato un "reperto di danno neurogeno con reperto di denervazione in atto sul muscolo".

La signora Randazzo, ritenendo che ogni disturbo era riconducibile alla negligenza ed all'imperizia con cui l'intervento chirurgico era stato eseguito, contestava i fatti al direttore della clinica ginecologica, ricevendo solo generiche assicurazioni che tutto si era svolto nel modo più regolare. La signora Randazzo si rivolgeva ad un medico legale, il dottore Giovanni Cannavò, che redigeva la perizia da cui si evince in modo inequivocabile come sia la lesione al nervo dell'anca sia i disturbi di carattere allergologico siano causati da palesi errori professionali dei medici che hanno eseguito l'intervento chirurgico.

A tal proposito i senatori Luigi Malabarba, PRC - Rossana Boldi, Lega Nord - Valerio Carrara, FI - Giuseppe Mascioni, DS- Natale Ripamonti, Verdi - hanno presentato un'interrogazione al Ministro della Salute per sapere quali iniziative intenda intraprendere al fine di accertare le responsabilità per le lesioni causate alla signora Randazzo e il riconoscimento dei danni subiti."





Roma 13-12-2004 L'Ufficio Stampa del Gruppo PRC al Senato



  Visualizza il profilo di rosario.muto   Email rosario.muto   Vai al sito web di rosario.muto      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
rosario.muto


Registrato: Nov 01, 2004
Messaggi: 44
Località: Prato
Inviato: 2005-01-04 17:01   
Il bello arriva adesso!!!!!!!!!!!
le allergie mietono vittime, e allora?
la verità non la si può più nascondere!!!!!

SANITA' :

Senatori di maggioranza ed opposizione sollevano un caso di malasanità

verificatesi all'Azienda Ospedaliera Pisana



Interrogazione al Ministro della Salute dei Sen.ri: Luigi Malabarba, PRC - Rossana Boldi, Lega Nord - Valerio Carrara, FI - Giuseppe Mascioni, DS - Natale Ripamonti, Verdi.



"La signora Marianna Randazzo subì un intervento chirurgico presso la Divisione Ginecologia e Ostetricia dell'Azienda Ospedaliera Pisana diretta dal Prof. Andrea R. Genazzani a seguito un adenocarcinoma endometriale.

Ricoverata il 5 marzo del 2002, fornì all'èquipe chirurgica i dati anamnestici, nei quali era evidenziato, tra l'altro, che la paziente era allergica ai metalli, ed in modo specifico al nichel.Tale circostanza venne riportata nella cartella clinica dove si legge :"allergia al metallo (specie nichel)".

Già dal giorno successivo all'intervento, la signora Randazzo cominciò ad avvertire una sensazione di atrofizzazione dalla parte superiore della gamba sinistra, giustificata dal personale medico come un banale problema di postura. In realtà, una volta dimessa, il problema aumentava di giorno in giorno. Il 4 giugno 2002 le veniva riscontrato un "reperto di danno neurogeno con reperto di denervazione in atto sul muscolo".

La signora Randazzo, ritenendo che ogni disturbo era riconducibile alla negligenza ed all'imperizia con cui l'intervento chirurgico era stato eseguito, contestava i fatti al direttore della clinica ginecologica, ricevendo solo generiche assicurazioni che tutto si era svolto nel modo più regolare. La signora Randazzo si rivolgeva ad un medico legale, il dottore Giovanni Cannavò, che redigeva la perizia da cui si evince in modo inequivocabile come sia la lesione al nervo dell'anca sia i disturbi di carattere allergologico siano causati da palesi errori professionali dei medici che hanno eseguito l'intervento chirurgico.

A tal proposito i senatori Luigi Malabarba, PRC - Rossana Boldi, Lega Nord - Valerio Carrara, FI - Giuseppe Mascioni, DS- Natale Ripamonti, Verdi - hanno presentato un'interrogazione al Ministro della Salute per sapere quali iniziative intenda intraprendere al fine di accertare le responsabilità per le lesioni causate alla signora Randazzo e il riconoscimento dei danni subiti."





Roma 13-12-2004 L'Ufficio Stampa del Gruppo PRC al Senato



  Visualizza il profilo di rosario.muto   Email rosario.muto   Vai al sito web di rosario.muto      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Laureando


Registrato: Jan 18, 2005
Messaggi: 16
Inviato: 2005-01-23 12:42   
L'amalgama andrebbe tolta dal mercato, con utti i materiali biocompatibili e più estetici non capisco come molti dentisti la utilizzino ancora, oltre tutto non è estetica, e si lavora male L'unica cosa possiede nella sua applicazione è l'ottima chiusura marginale che nessun materiale odontoiatrico oggi in commercio possiede ma.......il discorso è lungo
Cordiali saluti a tutto il forum


  Visualizza il profilo di Laureando      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-09-26 18:49   
e del Beryllium ne avete già sentito parlare?
o sono solo io che non ne sapevo di niente?

x le illustrazioni e i link correlati aprire la pag originale.

da:
MELISA® MEDICA FOUNDATION
http://www.melisa.org/

L'allergia di metallo è stato trovata per essere comune nei pazienti con la Sindrome di Fatica Cronica e la Sclerosi Multipla , tra le altre condizioni.

Identificando ed evitare il metallo che reagiscono a, M ed i pazienti di CFS possono conseguire i miglioramenti di salute significativi. In alcuni imballa, hanno rappresentato un ricupero pieno.

Il professore Vera Stejskal ha sviluppato MELISA®, un esame del sangue scientificamente per insufficenza di prove che può diagnosticare l'allergia di metallo. I problemi sono spesso identificati al mercurio nell'amalgam dentale riempe.

Il MELISA® MEDICA FOUNDATON autorizza il MELISA® il test ai laboratori di specialista, pubblica la ricerca medica, spiega la scienza dietro MELISA® e gli sguardi a alcuni soggetti caldi in questo campo di digiuno-crescendo di medicina.



Allergia di Beryllium
http://www.melisa.org/hottopics/beryllium.htm

L'allergia di Beryllium è stato trovata nei pazienti con nessun'esposizione conosciuta professionale al beryllium. Il Beryllium è una sostanza molto tossica ma tuttavia è tuttavia usato nei certi materiali dentali. Il Beryllium è anche trovato nelle sigarette e può essere ingerito bendo anche l'acqua infettato o i generi alimentare.

Sono di sotto tre relazioni di caso di pazienti che ha mostrato il sensitization di linfocito estremamente forte (l'allery) al beryllium nel vitro, misurato dal MELISA® il test. In un caso che la corona dorata è stato analizzata per il beryllium e ha trovato per contenere il metallo. Generalmente il beryllium non causa il mitogenic (non-specifico) lo stimolo di linfocito nel vitro.

Imballare la relazione 1: vecchia infermiera di 57 anni col fibromyalgia

L'esposizionepassata professionale ai metalli
Fumatore
La sensibilità di metalloclinica (non tollera gli orecchini economici)
Sofferto dal fibromyalgia e dall'ipotiroide funziona
Lo statodentale: 3 corone di oro grandi, il metallo-limite di ceramica, 3 amalgams

In 1996 ha sofferto il danno di whiplash in un incidente automobilistica. Ha sospettato quell'amalgam dentale potrebbe contribuire alla sua salute malata e cominciato sostituendo il suo amalgam riempe 2001. L'Amalgam riempe sono stato sostituito con con i restauri composti e di ceramica. I suoi sintomi sono diventati aggravati dopo il trattamento dentale e l'aggravare è durato per 2 mesi. Comunque, il suo stato di salute non ha migliorato considerevolmente.

MELISA® è stato eseguito 2002 e reactivity mostrato molto forte al beryllium in mancanza di qualunque altro reactivity hanno rivelato (vede il diagramma di sotto). Poiché il paziente non era consapevole di qualunque esposizione di beryllium recente, le sue leghe dorate potrebbero contenere il beryllium, dunque ha deciso di togliere loro. Una corona dorata è stato analizzata per la presenza di beryllium da Analytica in Umeå, Svezia, secondo i metodi di EPA modificati 200,7 (l'ICP-AES ) e 200,8 (gli ICP-M). Il Beryllium è stato rivelato nella concentrazione di 0.662 mg/kg (l'ICP-AES). In 2005, il paziente ha tuttavia il metallo-limite di ceramica nei suoi denti anteriori.
Un Indice di Stimolo sopra 3 indica una risposta positiva o una reazione allergica. Il reactivity di beryllium è SI: 68.9. Un valore sopra 10 è come considerato una reazione forte. È di sotto la risposta in MELISA® a tre concentrazioni diverse di sali di beryllium nello stesso paziente.


Imballare la relazione 2: vecchia femmina di 43 anni

Sofferto dalla Sensibilità Multipla Chimica, la fatica Cronica, l'asma, la sinusite
Ha esposto foggiare nei malati costruendo per 10 anni
L'ipersensibilità di metallo clinica
Lo stato dentale: 3 radice-riempe (un con lo spillo di ottone), 7 amalgams, il metallo-limite di ceramica nei denti anteriori
MELISA® testando l'estremamente alta reazione mostrata positiva al beryllium ed una reazione positiva a mercurio inorganico ed il nichelio. Dopo la rimozione di amalgam i sintomi del paziente hanno persistito. C'era nessun'esposizione professionale al beryllium ed il paziente non ha mai fumato. Un'esposizione possibile potrebbe essere il beryllium nel metallo-limite di ceramica. Il paziente ha deciso di tenere i denti anteriori.



Imballare la relazione 3: vecchia femmina di 67 anni

I problemi di salute cronici hanno aggravato in connessione col trattamento dentale
Lavoro di computer
Esposto al fumo passivo per 10 anni
Le allergie, l'atopy
L'infiammazione nell'osso di mascella
Rappezzare il test reazione mostrato, debole positivo al nichelio ed il cromo (il beryllium non è stato testato)
Lo stato dentale: 3 radice-riempe (un con lo spillo di ottone), 7 amalgams, le corone di oro ed i ponti, il dente di perno

Il paziente non ha tolto qualunque dentale riempe e la sua malato-salute continua.


Più informazioni dell'allergia di beryllium:

L'agenzia per Registrazione di di Sostanze e Malattia foglio di fatto di Tossiche su Beryllium: http://www.atsdr.cdc.gov/tfacts4.html
Il Berylliosis e l'esposizione professionale





  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.008797 seconds.