[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Il disagio.....come espressione di malattia......e la riflessione x ottenere la guarigione
Autore Il disagio.....come espressione di malattia......e la riflessione x ottenere la guarigione
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-16 16:09   
Ogni malattia è la conseguenza di una disarmonia. Nella malattia, il senso di disarmonia interiore, appartenente alla sfera spirituale, fluisce nel corpo e si manifesta come sintomo. Pertanto, nel caso dell'uomo di buona volontà, la malattia è un passo verso un Risveglio Spirituale e, come "effetto collaterale" di questo, l'Autoguarigione. Molti uomini hanno dimenticato di essere essi stessi responsabili della propria vita, dato che questa si svolge in base ai loro sentimenti, a come pensano, parlano ed agiscono. Molti vivono alla giornata; vivono senza chiedersi quale sia la loro origine e quali siano i loro obiettivi, le loro reali esigenze. Di colpo sopravviene la malattia, ed assieme ad essa emerge subito il desiderio di guarire rapidamente. Ma che cosa succede se il decorso della malattia dura a lungo? Le distrazioni di un tempo sono diminuite, si ha più tempo per riflettere e così alcuni cominciano a chiedersi il perché. Può darsi che, nel cercare una risposta, qualcuno possa cominciare a prendere in considerazione che, forse, la vera causa della malattia è costituita, più che da una miriade di agenti patogeni che sono lì sempre pronti ad aggredirci, da tutta una serie di fattori che riflettono quello che abbiamo pensato, detto e fatto nel corso della nostra vita.

Alcuni credono di vivere in modo positivo. Dicono, per esempio, "Voglio bene al mio prossimo,mi è caro. Vado d’accordo, anzi sono in completa armonia con mio fratello, con mia sorella, mia moglie, mio marito, i miei colleghi e le mie colleghe di lavoro". Ma è veramente così? Se non esaminiamo il mondo dei nostri pensieri e delle nostre sensazioni, crediamo che ciò che diciamo sia positivo. I pensieri e le sensazioni che si trovano in profondità, spesso mostrano che invece ci inganniamo. Le nostre parole apparentemente positive non hanno in realtà niente a che fare con un atteggiamento positivo nei confronti della vita, perché i nostri pensieri e le nostre sensazioni sono contro il nostro prossimo. Per poterci riconoscere in profondità e scoprire come sono veramente i nostri intenti, dobbiamo esaminare se anche le nostre "sottocomunicazioni" sono positive. La vita è comunicazione. Tutto ciò che avviene tra gli uomini è comunicazione. Tutti i nostri pensieri sono comunicazione. Ciò che diciamo è comunicazione. Quando guardiamo qualcosa fluiscono subito delle comunicazioni che possono esprimersi in pensieri, ma anche in sentimenti, sensazioni e in moti interiori più sottili che ci sono quasi impercettibili.

Io chiamo questi moti, comunicazione energetica. Essa si svolge dietro o al di là delle comunicazioni che possiamo recepire consapevolmente. Può trattarsi di sentimenti che non lasciamo emergere, oppure di sensazioni che noi stessi non riusciamo ancora bene a definire. Dietro di esse si celano spesso cose o eventi di cui non vogliamo prendere coscienza, che abbiamo represso e respinto nel subconscio e di cui al momento non siamo più consapevoli. Ma esse sono molto significative, perché determinano tutta la nostra vita: agiscono nel nostro subconscio, influenzando i nostri sensi, il nostro modo di pensare, parlare ed agire. Si basano generalmente su cose che non abbiamo superato: non abbiamo eliminato un determinato fattore di disturbo, oppure non abbiamo risolto un problema ed esso è ancora presente, senza però palesarsi apertamente. Ciò può divenire pericoloso. Infatti tutto trasmette e ciò che trasmette, riceve a sua volta, in base a ciò che è stato trasmesso. Se portiamo alla luce queste "trasmittenti segrete" che ci disturbano, prendendone coscienza, possiamo scioglierle e così renderle innocue.

Altrimenti vengono comunque fuori, nella modalità più semplice e adatta al nostro corpo: sotto forma di malattia. Il PEM, che da quasi un decennio utilizzo con riscontri oggettivi straordinari, è un sistema di crescita interiore basato sull'apporto ed il riequilibrio energetico, sulla coscientizzazione di quelle "trasmittenti segrete" e sul loro ripristino, nonché sull'ampliamento della coscienza attraverso l'accensione di punti di percezione sempre più profondi. Esso ci mette in grado di accettare l'idea della responsabilità della nostra vita e, conseguentemente, di prendere coscienza di ciò che avviene realmente nel mondo dei nostri sentimenti e dei nostri pensieri. Le persone che si avvicinano per la prima volta a questa metodologia, provano inizialmente solo un sentimento strano, oppure si presenta loro una certa irrequietudine o una sensazione di disagio. Ma poi cominciano a prendere consapevolezza che l'irrequietudine, il senso di malessere o la sensazione di disagio altro non sono che "comunicazioni energetiche", ossia complessi di pensieri. Li portano in superfice e cominciano a chiedersi "Che cosa mi vuol dire questa situazione di disagio?" oppure "Che cosa mi sta insegnando questa malattia?" Poi, aspettano.

E, in genere, quando comprendono cosa c'è alla base del loro disagio, il disagio è già risolto, e, come "effetto collaterale", non essendoci più la causa, la malattia scompare. Non trovate che tutto questo sia meraviglioso? Io vi invito tutti, tutti quelli che mi leggono e ritengono che questa non sia solo poesia, ma una reale possibilità di risvegliarsi ad una più ampia percezione del mondo che ci circonda e dei meccanismi che regolano la nostra vita, a contattarmi per saperne di più sui trattamenti energetici o sui prossimi seminari.

Pasquale Amitrano

http://www.solaris.it/indexprima.asp



[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-02-16 16:10 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-02-16 16:28   
Bello superrrrrrrrrrrrr!!!
Infatti spesso si tende a dare un'interpretazione al nostro malessere come se fosse tutta colpa dei sintomi della malattia o di cose vissute!...
Quante volte capita di dire e pensare una cosa ma in realta' se ascoltiamo dentro(proprio quella vocina di cui si parla sopra)ci accorgiamo che i motivi sono altri e allora...occorre prenderne consapavolezza per farne chiarezza.
Quante scuse a volte usiamo per(esempi...)non uscire di casa o per non andare ad incontrare una certa persona o altro???...quante volte poi ci si accorge che dietro a quel disagio c'e' invece una causa e una motivazione diversa da quella che si credeva?..e allora dopo l'atteggiamento mentale cambia.

Ok ho fatto un minestrone

Baci Danuzz.


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2004-02-16 18:11   
Sì, c'è del vero!
Ma dopo decenni passati a "meditare" su questo e altro, trovo che queste posizioni, perdono di vista la globalità del mistero uomo!

Devo averlo già detto, secondo me tutto parte dallo scoprire che c'è qualcuno che ci ama così come siamo.
Senza di questo non c'è verso di portare a galla tutto quel che sia in modo del tutto indenne.
Non facciamo gli sprovveduti: non tutti possono permettersi di far riaffiorare qualsiasi cosa senza aver scoperto prima di essere amati x quello che sono!
Non tutti possono presentare una fedina penale "immacolata", anzi! A ben scavare forse potremmo avere delle sorprese...
E allora il poveraccio che x storie sue, e forse neanche x responsabilità del tutto sue, scopre di non essere quel che credeva che fa? O quello che non ha neanche bisogno di scavare x sarere chi è?
E recuperare torti e ferite senza dare strumenti x sanarli... Senza darti degli strumenti concreti x riconciliarti con chi ti ha fatto del male, x riconciliarti con la tua storia...
bah! io non ci credo!

E sono convinta che riconciliarsi con la propria storia sia di capitale importanza!

Il mio amato bene ha conosciuto personalmente un monaco guaritore, un guaritore molto "capace". Il mio amato bene ha visto con i suoi occhi questo guaritore all'opera: far allungare una gamba che di natura s'è formata troppo corta.
Questo guaritore era (passato a vita migliore) tra l'altro contrarissimo alla psicanalisi, xché sosteneva che non sempre è un bene portare a galla determinate cose, specie senza dare altri strumenti. Oltre a ciò non metteva mano a tutte le malattie: xché "vedeva" che non tutte le malattie erano x una guarigione, xché il valore "storico" di certe infermità era x un bene maggiore.

Per ciò di cui siamo coscienti:
riconciliazione, perdonare, riconciliarsi, chiedere perdono anche x i giudizi che abbiamo/abbiamo avuto nei confronti degli altri... Riconciliarsi con la propria storia... E scoprire che c'è qualcuno che ci ama così come siamo!

Vi assicuro che ho visto veri e propri miracoli in chi ha battuto questa strada!
E dopo.. la malattia, può essere vissuta con un atteggiamento completamente diverso... Magari si guarisce anche...
!

[ Questo messaggio è stato modificato da: KIO il 2004-02-16 18:15 ]


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-02-16 19:02   
Sono d'accordissimo con te Kio!!!!!!!
Scavare troppo a fondo e cercare per forza la terza gamba al gatto puo' essere nocivo e deleterio.

Ricordo sempre Padre Emiliano Tardif durante un raduno del rns a Rimini disse che..le guarigioni sia fisiche che interiori avvenivano per "gradi"; perche' portare a "galla" traumi e cose molto dolorose tutto in un colpo avrebbe potuto essere "ancora piu' traumatizzante" di cio' che gia' esisteva in una persona!!!!!!!!!
La guarigione interiore deve avvenire per gradi
In quanto a prendere coscienza di piccole cose lungo la giornata fa' parte del cammino di chi impara ho ha imparato a guardarsi dentro per "arrichirsi" e proseguire un cammino di crescita piu' "sereno"!!.......
Se qualche trauma deve venire fuori..se ci si impegna ad ascoltarsi semplicemente...lentamente verra' "sanato" anche il resto.....!

p.s. mio suocero sta' meglio grazie al cielo non e' infezione che spavento pero'!!!!!!!!!!!!

[ Questo messaggio è stato modificato da: Daniela il 2004-02-16 19:05 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Daniela il 2004-02-16 19:41 ]


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
piero dal ticino


Registrato: Jun 14, 2003
Messaggi: 249
Località: lugano
Inviato: 2004-02-17 02:07   
Carissime, carissimi,
sono il primo ad avere eslcusa qualsiasi interpretazione psicosomatica circa il problema che ci affligge. Ne ero, e sono un fermo e convinto sostenitore, pur avendo una diagnosi accertata di CFS con aggiunta di FMS, della cronicità della nostra patologia, che questa non nasca da un problema psicologico (pur se inconscio come hanno provato a impormi).Purtroppo, al momento attuale, mi trovo in profondo conflitto con le possibilità di cause psicosomatiche con conseguenze di patologie di natura fisica, e mi vedo in un bivio estremamente imbarazzante !!!
Faccio parte di quel 30% di analisi errate oppure rientro in quell'esistenzialismo fine a se stesso mirato alla mia persona, quindi di essenza fisica prevalicante?
Non posso rispondere al dilemma. Mi ci trovo essenzialmente inguaiato; giuro!!!
Forse la mia volontà prevaricante, in questi momenti, di estraniarmi da cause fisiche, hanno la prevalenza sulle possibili cause psichiche, ma attualmente, interessandomi ad altre attività esterne alla produzione "fine a se stessa", credo di sentirmi agevolato verso i problemi fisici. OCCHIO; non sono esclusi ma semplicemente mi sembrano passati in secondo piano. Anche questa interpretazione può sembrare psichica, ma in questo particolare momento mi suonano di secondaria importanza. Sicuramente non di importanza incisiva ai più, ma certamente determinante per la mia situazione. Concordo con mario (sic! ) che la nostra situazione possa derivare da un accumulo di cause fisiche e psichiche, interpretazione che avrei escuso solo poche settimane fa, ma oggettivamente devo ribadire che gran parte delle nostre situazioni vengono amplificate dalla nostra situazione letta in chiave "pessimistica" (pur se veritiera) e dal nostro riscontro negativo circa l'interpretazione dei nostri sintomi. Mi sento comunque di poter affermare che nuovi interessamenti possano agevolare la situazione degradante che ci opprime.
Attualmente mi agevolo unicamenete con prodotti "naturali" (Recuperat-ion, Symbiolact e Lecitina di Soia), ma gran parte dei sintomi negativi mi si sono affievoliti notevolmente.
Certamente non posso fare da "apripista" per ogni caso, ma sono convinto che la prima terapia possa consistere nella credenza personale e nella analisi propria di ogni individuo(ad esempio ho eliminato latticini, derivati di ogni genere, alcolici che già avevo parzialmente abolito, caffeina e teina) privilegiando frutta e verdura prima quasi inesistenti.
DIETA?!?!?!
Può essere, ma non inconscia e fine a se stessa, bensì mirata a eliminare possibili cause di disfunzioni organiche (primaria causa del nostro esistere).Per cui dovremmo forse tutti darci una regolata circa la nostra alimentazione, seguendo i suggerimenti dei dietisti, e imporci un determinato ritmo di "vivacità" (sempre contenuta nella "fantomatica linea rossa"), per eliminare precise cause organiche.
Interessi personali, di origine innata o acquisita (musica, numismatica, sport, movimento in generale, hobbies personali) DEVONO essere ripresi senza sforzo, spontaneamente, senza alcuna imposizione. TUTTO AIUTA !!!
Questo comportamento incide sicuramente sulla nostra attività quotidiana, selezionando in maniera incisiva i nostri problemi. I disturbi rimanenti possono essere affrontati selettivamente, caso per caso.
Personalmente ne ho tratto un sensibile miglioramento (avallando la tesi di "psicosomatia inconscia" dettata dai più), ma certamente ha procurato (in questi giorni di mia assenza, e me ne scuso) sollievo temporaneo del mio "insieme".
Non voglio tediarvi oltremodo, se non per un profondo senso di "leggersi dentro". Certo, bisogna "violentarsi", ma tutto, nella vita, ha un suo prezzo !!!
Con profonda ammirazione per tutti i partecipanti Piero

[ Questo messaggio è stato modificato da: piero dal ticino il 2004-02-17 02:13 ]


  Visualizza il profilo di piero dal ticino   Email piero dal ticino        Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
mario


Registrato: Oct 23, 2003
Messaggi: 639
Inviato: 2004-02-17 10:09   
bravo piero

  Visualizza il profilo di mario      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-02-17 10:32   
Tanti Auguri Piero per questo tuo nuovo "cammino"!!!.......

Ciaooo Dany.


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-18 23:38   
Bravo Piero il prezzo è ke principessa nn ti leggerà + su MSN
....... sn contenta x te.....

x ognuno di noi....ke piano piano uscirà anke da qst forum....per tornarci meno e raccontare la propria storia, il proprio percorso .......ci sarà dietro un significato......la riscoperta della vita......con la conseguenziale GUARIGIONE.......e torniamo dove?

...agli interessi, alle emozioni a lungo sopite o inespresse, al desiderio di realizzarsi nel modo diverso in cui finora abbiamo fatto..etc. etc...........quindi: PERCORSO = TEMPO = CAMBIAMENTO, ove è necessario .....auguri a tutti e bacio grande a Piero Raffaella

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-02-18 23:40 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-02-18 23:41 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-19 00:26   
P.S. aggiungo ke nel seguire le diete tu sei bravissimo!! nn 6 certo cm me! bravo ancora....anke x qst tua costanza...smackkkkkkkkkk R.

  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.010404 seconds.