[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Importanza dell'alimentazione x coadiuvare la disintossicazione.........
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
Autore Importanza dell'alimentazione x coadiuvare la disintossicazione.........
Deborah72


Registrato: Feb 21, 2004
Messaggi: 336
Località: milano
Inviato: 2004-02-23 13:58   
Quote:

In data 2004-02-23 01:13, stregatta scrive:
ed io ke ho appena mangiato mezzo panino cn un bel pezzo di cioccolato fondente , virendete conto??? tragedia

dany bello sl sito disinformazione.it vero? avevo letto anke io la zuppa misteriosa



la cioccolata è un ottimo antidepressivo,non lo dimenticate!
Non ci priviamo delle piccole gioie della vita.Premetto che io ci tengo molto alla linea ed all'alimentazione equilibrata.
Quindi un piccolo quantitativo di cioccolata non farà nessun male,meglio se fondente,perchè priva di grassi e contiene meno zuccheri,inoltre,contiene un a buona dose di ferro che a noi donne non guasta.


  Visualizza il profilo di Deborah72      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-23 14:03   
Benvenuta deborah 72.......infatti opto x la fodente x i motivi da te elencati, anke se sono una estimatrice di tutti i tipi di cioccolato (di qualità)......mette buon umore e nn si ha bisogno di antideperessivi, (e nn è poco):lol:..... x il ferro etc. etc., e per fortuna i pregi della cioccolata sono tantissimi ed oramai molto conosciuti, tanto è vero ke ci sono delle vere e proprie associazioni di cioccolato/dipendenti

deborah, raccontaci di te, se vuoi!
hai la CFS diagnosticata o cosa? ciao ciao stregola

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-02-23 14:12 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Deborah72


Registrato: Feb 21, 2004
Messaggi: 336
Località: milano
Inviato: 2004-02-23 14:50   
Mi è stata diagnosticata la CFS da un anno ma sono malata da 5.Ho 32 anni e sono sposata da 12.Come tutti noi,ero una persona molto attiva,dinamica.Pian piano ho dovuto ridimensionare le mie attività.Ho cercato invano di curarmi con l'omeopatia.Ho buttato via molti soldi.Un medico mi aveva detto che la CFS non esiste ed ha tentato di curarmi con "un'alimentazione adeguata".Mi ha levato la carne rossa e la mia eg è scesa a 7.Io sono anche anemica.Dopo due mesi sono finita in ospedale,mandata dal mio medico curante per accertamenti.Mi hanno sottoposta ad esami orribili e dolorosi quali:elettromiografie, Rachicentesi(senza anestesia 3 tentativi prima di riuscire a levare il liquor) infine risonanze magnetiche.Risultarono delle macchie in testa e sospettarono si trattasse di sclerosi multipla. Con tutti gli esiti in mano,però,la sclerosi è fortunatamente stata scatata come diagnosi.La diagnosi finale è stata Vasculite e CFS.Hanno provato a curarmi con Cortisone ad altissimo dosaggio,ma non ho ottenuto nessun risultato.Dopo aver fatto da cvia per tre settimane mi hanno detto che il mio problema non era di loro competenza ed allora ho fatto alcune ricerche e sono andata ad Aviano dove tutt'ora sono in cura.Ho provato con il carnitene ed il dobetin.Il beneficio è stato temporaneo.Poi a Dicembre sono stata ricoverata ed ho fatto una terapia in sede.Mi sentivo meglio ma lo scorso mese ho beccato un semplice raffreddore ed eccomi conciata peggio che mai.Sono caduta anche in uno stato di depressione profondo dal quale,per fortuna stò uscendo(sarà merito di quel pò di cioccolata?)Ora sono in attesa di un nuovo ricovero per ripetere la terapia.
Grazie per aver voluto sapere la mia storia.
Ciao Deborah72


  Visualizza il profilo di Deborah72      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-02-23 17:38   
Benvenuta tra noi Deborah!

Ogni persona ha la sua esperienza con l'alimentazione: non siamo tutti uguali!

Io personalmente sto' molto Bene con la mia scelta alimentare che comunque e' sicura perche' sono informata e Seguita!

Stregola hai visto che belle zuppe dai un mezzo panino con la cioccolata(fondente poi che e' la migliore)non ti fa' nulla...anzi ti tira su'! La cosa importante e' come ha detto Deborah e' essere Equilibrati

Bacioni Dany.



  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-02-24 23:07   
Proprieta' della crosta del pane.

Secondo il dott. Thomas Hofmann dell'Universita' di
Monaco e la dott.ssa Veronica Faist, dell'istituto di nutrizione umana e scienze alimentari di Kiel è un derivato della lisina a portare benessere.

Protegge dal cancro e dalle malattie cardiovascolari. Sono le proprieta' della crosta del pane, scoperte da due ricercatori tedeschi, esperti in chimica degli alimenti, il dott. Thomas Hofmann dell'Universita' di Monaco e la dott.ssa Veronica Faist, dell'Istituto di nutrizione umana e scienze alimentari di Kiel. L'effetto benefico e' dovuto alla formazione di un derivato della lisina. La lisina -dichiara Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc- e' un amminoacido essenziale, presente in molte proteine animali e vegetali, favorisce la crescita, la riparazione dei tessuti e la produzione di anticorpi, ormoni, enzimi; il nostro organismo non e' in grado di produrlo per cui dobbiamo assumerlo dagli alimenti. Durante la cottura, l'amminoacido lisina si combina con l'amido contenuto nella farina e forma un derivato (pronil lisina) presente sulla superficie indurita del pane, la crosta appunto, in particolare in quello di segale e frumento. Il processo di formazione del derivato della lisina e' favorito da una lunga lievitazione. Insomma ritornare alle antiche abitudini, una lievitazione prolungata e una buona cottura del pane, non puo' che far bene: al gusto e alla salute.
*********************************************
Zucchero raffinato

Nel 1957 il Dr. William Coda Martin tentò di rispondere alla seguente domanda: Quand'è che un alimento è tale e quando invece è un veleno? La sua definizione di veleno era, dal punto di vista fisico: Qualsiasi sostanza che inibisce l'attività di un catalizzatore che sia una sostanza secondaria, chimica o un enzima che attiva la reazione.
Il Dr. Martin aveva classificato lo zucchero raffinato come veleno poiché esso è stato privato delle sue forze vitali, vitamine e minerali. "Quello che resta consiste di carboidrati puri, raffinati. Il corpo non può utilizzare questi amidi e carboidrati raffinati a meno che le proteine, vitamine e minerali eliminati non siano presenti. La Natura fornisce questi elementi a ciascuna pianta in quantità sufficienti a metabolizzare i carboidrati della pianta in questione. Il metabolismo incompleto dei carboidrati risulta nella formazione di "metabolita tossico" quale l'acido piruvico nonché zuccheri anormali che contengono cinque atomi di carbonio. L'acido piruvico si accumula nel cervello e nel sistema nervoso mentre gli zuccheri anormali fanno altrettanto all'interno dei globuli rossi. Questi metaboliti tossici interferiscono con la respirazione delle cellule le quali non possono ottenere sufficiente ossigeno per sopravvivere e funzionare normalmente."
Lo zucchero raffinato è assai dannoso quando viene ingerito dagli esseri umani perché fornisce soltanto quelle che gli esperti di nutrizione chiamano come calorie "vuote" o "nude"; esso manca dei minerali naturali presenti nella barbabietola e nella canna. Per di più lo zucchero è peggiore di qualsiasi altra cosa in quanto a prosciugare e dissolvere dal corpo preziose vitamine e minerali.
Lo zucchero assunto quotidianamente produce una condizione di continua iperacidità (e secondo una visione orientale questa iperacidità è causa di cancro) e, nel tentativo di rettificare lo squilibrio, vengono richiesti dal profondo dell'organismo sempre più minerali. Infine, onde salvaguardare il sangue, dalle ossa e dai denti viene preso tanto calcio da dare inizio ad un decadimento ed indebolimento generale.
L'eccesso di zucchero alla fine nuoce ad ogni organo del corpo. Inizialmente esso viene immagazzinato nel fegato in forma di glucosio (glicogeno). Poiché la capacità del fegato è limitata, un'assunzione quotidiana di zucchero raffinato ben presto fa sì che il fegato si gonfi come un pallone e, quando esso è pieno sino al limite delle sue possibilità, il glicogeno in eccesso ritorna nel sangue sotto forma di acidi grassi i quali vengono trasportati in tutte le parti dell'organismo ed immagazzinati nelle aree meno attive: il ventre, le natiche, il petto e le cosce. Quando queste aree relativamente innocue sono completamente sature, gli acidi grassi vengono poi distribuiti negli organi attivi come il cuore ed i reni, i quali cominciano a rallentare la loro attività ed i cui tessuti alla fine degenerano e si trasformano in grassi. L'intero organismo viene influenzato da questa loro ridotta capacità e si crea una pressione sanguigna anormale. Il sistema nervoso parasimpatico viene danneggiato e gli organi da esso governati, come il cervelletto, divengono inattivi o si paralizzano. I sistemi circolatorio e linfatico vengono invasi e le caratteristiche dei globuli rossi iniziano a cambiare. Si verifica una sovrabbondanza di globuli bianchi e la generazione di tessuti rallenta, la tolleranza e la capacità immunitaria del nostro organismo diventa più limitata cosicché non siamo in grado di reagire a situazioni relativamente critiche, siano esse freddo, caldo, zanzare o microbi.
Troppo zucchero ci rende sonnolenti e si perde la nostra capacità mnemonica e di fare calcoli.

Proprietà indesiderate:
Aumenta l'acidità del sangue (causa di tumori secondo la visione orientale)
Impoverisce il corpo di sali minerali (soprattutto calcio dai denti e dalle ossa (vedi osteoporosi))
Impegna e intossica il fegato
Produce acidi grassi
Perdita di memoria
Sonnolenza
*********************************************
** 100 modi in cui lo zucchero può rovinare la nostra salute. **

In aggiunta all'eliminazione dell'omeostasi del corpo (omeostasi: mantenimento dell'equilibrio delle funzioni dell'organismo e delle caratteristiche chimico-fisiche del suo ambiente interno), l'eccessivo consumo di zucchero può risolversi in un numero di altre serie conseguenze. La seguente è una lista di alcuni degli effetti metabolici tratta da alcune riviste mediche e pubblicazioni scientifiche.

Lo zucchero può:

1. sopprimere il sistema immunitario
2. sconvolgere l'equilibrio minerale dell'organismo
3. causare nei bambini: iperattività, ansia, difficoltà di concentrazione, irritabilità
4. causare nei bambini: sonnolenza, diminuzione dell'attività
5. influire negativamente sui risultati scolastici dei bambini
6. produrre un significativo aumento dei trigliceridi nel sangue
7. diminuire le difese contro le infezioni batteriche
8. causare danni renali
9. ridurre i valori di HDL (colesterolo buono)
10. favorire l'aumento dei valori di LDL (colesterolo cattivo)
11. provocare carenza di cromo
12. provocare carenza di rame
13. interferire con l'assorbimento di calcio e magnesio
14. causare la formazione di cancro al seno, ovaie, prostata e retto
15. causare cancro al colon, con un aumento del rischio nelle donne
16. essere un fattore di rischio per il cancro alla cistifellea
17. provocare un rapido aumento dei livelli dello zucchero nel sangue
18. diminuire la capacità visiva
19. aumentare il livello di un neurotrasmettitore chiamato serotonina, che può restringere i vasi sanguigni
20. causare ipoglicemia
21. produrre acidità di stomaco
22. aumentare l'adrenalina nei bambini
23. aumentare il rischio di malattie cardiache coronariche
24. rendere più veloce il processo d'invecchiamento, favorendo la formazione di rughe e capelli grigi
25. portare all'alcolismo
26. favorire la carie dentaria
27. contribuire all'aumento di peso e all'obesità
28. ad alti consumi può portare all'aumento del rischio per il morbo di Crohn e colite ulcerativa
29. provocare forti infiammazioni intestinali in persone con ulcere gastriche o duodenali
30. portare alla comparsa di artriti
31. provocare l'asma
32. causare la candidosi (infezione da funghi)
33. provocare la formazione di calcoli biliari
34. provocare la formazione ci calcoli renali
35. causare cardiopatia ischemica
36. causare l'appendicite
37. aggravare i sintomi della sclerosi multipla
38. causare indirettamente emorroidi
39. favorire la formazione di vene varicose
40. aumentare notevolmente la glicemia e la risposta insulinica nelle donne che assumono contraccettivi orali
41. causare malattia periodontale (piorrea)
42. contibuire all'osteoporosi
43. contribuire all'acidità della saliva
44. diminuire la sensibilità all'insulina
45. portare a diminuzione della tolleranza al glucosio
46. diminuire i livelli di ormone della crescita
47. aumentare il colesterolo totale
48. aumentare la pressione sanguigna sistolica
49. cambiare la struttura delle proteine causando un'interferenza con l'assorbimento delle proteine
50. provocare allergie alimentari
51. contribuire all'insorgenza del diabete
52. in gravidanza può causare tossiemia
53. favorire eczemi nei bambini
54. causare malattie cardiovascolari
55. intaccare la struttura del DNA
56. favorire la formazione di cataratta
57. causare l'enfisema
58. causare aterosclerosi
59. favorire la formazione di radicali liberi nel sangue
60. diminuire le funzioni degli enzimi
61. causare perdita di elasticità dei tessuti
62. produrre una divisione delle cellule epatiche portando ad un aumento delle dimensioni del fegato
63. aumentare la quantità di grassi nel fegato
64. aumentare le dimensioni e produrre mutamenti patologici dei reni
65. sovrasollecitare il pancreas, provocando un danno
66. aumentare la ritenzione di liquidi
67. causare costipazione
68. portare a miopia
69. compromettere le pareti dei capillari
70. provocare ipertensione
71. causare emicranie
72. favorire l'aumento di onde cerebrali alfa, beta, delta e theta che possono alterare le capacità mentali
73. portare a depressione
74. nelle persone che seguono una dieta con alti livelli di zuccheri può aumentare l'aumento della risposta insulinica
75. aumentare la fermentazione batterica nel colon
76. provocare squilibri ormonali
77. aumentare l'adesività piastrinica che aumenta il rischio di coaguli sanguigni
78. aumentare il rischio di comparsa del morbo di Alzheimer
79. aumentere il rischio di cancro gastrico
80. causare dispepsia con conseguenti difficoltà digestive
81. favorire l'aumento del rischio di gotta
82. aumentare il rischio di cancro al colon nelle donne
83. rendere l'ipotalamo ipersensibile ad un'ampia varietà di stimolazioni
84. causare capogiri
85. in soggetti con vasculopatie periferiche, un alto consumo di zucchero può aumentare l'adesione piastrinica
86. portare a tumori del tratto biliare
87. ridurre le quantità di micronutrienti antiossidanti
88. nelle addolescenti in gravidanza può aumentare il rischio di parto prematuro
89. dimuinuire il tempo di attraversamento del cibo attraverso il tratto gastrointestinale
90. aumentare la concentrazione di acidi biliari nelle feci e degli enzimi batterici nel colon che possono alterare la bile favorendo la produzione di composti cancerogeni e cancro al colon
91. portare alla diminuzione di cromo nell'organismo che è collegato allo sviluppo e alla progressione della miopia
92. contribuire alla fragilità dei tendini
93. essere una sostanza che provoca assuefazione
94. essere intossicante, simile all'alcool
95. peggiorare i sintomi della sindrome premestruale
96. inibire i linfociti
97. provocare nei bambini comportamenti impropri e diminuire il rendimento
98. peggiorare i sintomi nei bambini con deficit dell'attenzione
99. aumentare l'instabilità emotiva
100. quando presente nelle gomme da masticare può causare carie dentale.
(Nancy Appleton, Ph.D.)
*********************************************



  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.009145 seconds.