[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » TERAPIA DEL DOLORE
Autore TERAPIA DEL DOLORE
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2004-01-31 18:27   
Da “ Specchio” – 10 gennaio 2004

Spiega il Dr. E. Arcuri, responsabile del Centro Terapia del Dolore dell’Ist: Onc. Regina Elena di Roma : “ la strategia è quella di usare i farmaci giusti per il tipo di sofferenza cui ci troviamo di fronte e, per far questo, il dolore deve essere misurato nelle sue componenti fisiche, razionali, emozionali,
Quando il dolore permane per settiname, mesi o anni, ha perduto la capacità finalistica ed è diventato una malattia nella malattia. Rimane e prende una sua vita. Si artticola, si stratifica, assume un significato. Quello dell’identificazione con la malattia. E’ la perdita della speranza ma, soprattutto, in termini non più clinici bensì sociali ( diventa infatti una patologia sociale ) , per molte persone è la perdita della propria individualità, del proprio ruolo. Pensiamo che cosa puo’ significare, in una civiltà competitiva e sciacallesca come la nostra, essere inabilitati”
Prosegue il Dr. Arcuri : “ La Commissione di cui ho fatto parte, con il ministro Veronesi, e quella di cui faccio parte ora con il ministro Sirchia, prima ha contribuito a modificare la legge, dai contenuti proibizionistici, sugli oppioidi, poi a facilitarne la prescrizione da parte dei medici. La vecchia ricetta, un capolavoro di burocrazia, è stata sostituita da quella nuova, molto più semplice”
La Terapia del Dolore ( o antalgica ) va effettuata con modalità diverse a seconda che ci si trovi di fronte a un dolore acuto o cronico. Un primo metodo consiste nel somministrare i farmaci giusti per il tipo di sofferenza cui il medico si trova di fronte.
In caso di dolore cronico la terapia deve essere piu’ complessa e tesa a identificare la causa del dolore stesso. “

“La strada per dare al nostro Paese una buona assistenza al dolore è ancora lunga”, commenta Stefano Inglese, segretario Nazionale del Tribunale del Malato-Cittadinanzattiva, “ bisogna puntare su un cambiamento radicale dei modelli professionali: la capacità di assicurare un’efficace terapia del dolore deve diventare PARTE INTEGRANTE E ORDINARIA della professionalità di un operatore sanitario”

Ha scritto un libro “ IL DOLORE”, che è stato distribuito negli ambulatori dei medici di famiglia “ed è arrivato anche a diversi politici” sottolinea, allusivo Mario Falconi, segretario nazionale della Federazione dei Medici di Famiglia ( Fimmg) che ha fatto dell’argomento uno dei suoi cavalli di battaglia. Perché di battaglia, senz’altro si tratta.
In realtà dobbiamo investire nella formazione utilizzando lo strumento dell’ECM /( Educazione Medica Continua per l’aggiornamento dei Medici di Base) : vale a dire, i medici devono essere adeguatamente formati nella terapia del dolore. La Fimmg sta già curando master formativi, in giro per l’Italia”
Per conoscere i centri o i laboratori ospedalieri dove è praticata la terapia del dolore, conviene prima di tutto informarsi presso le ASL che sapranno indicare quelli più vicini e pertinenti al TIPO di SOFFERENZA”
Ecco alcuni indirizzi: www.doloredoc.itwww.saluteitalia.netwww.salus.it - www.ministerosalute.it

Naturalmente l’articolo era molto più lungo, forse qualcuno lo avrà anche letto; in ogni caso mi chiedo :
I nostri medici di famiglia e nei tre centri italiani per la diagnosi e la cura della CFS/FM, quali sono le terapie che consigliano per il dolore , visto che tutti noi dobbiamo fare sempre i “conti” con questa dura realtà ?

Salutissimi !



  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-02-01 01:24   
ZILGREI

Il nome è composto dalle parti iniziali dei suoi Maestri ed autori, Dr. H.Greissing e Zillo A. (Zil+Grei). Questa tecnica è un sistema di auto terapia che permette, pur senza rimuovere le cause profonde, di eliminare molti tipi di dolore e di malessere normalmente attribuiti ad artrosi, artriti, reumatismi, stress, cervicali, mal di testa, emicranie, torcicollo, sciatica, dolori al tratto lombare, tensione nervosa, stitichezza, ecc. Metodo naturale estremamente semplice da apprendere; eseguibile da chiunque ad ogni età ed in qualsiasi luogo o momento del giorno; assolutamente innocuo, ma sopra tutto senza controindicazioni. E’ estremamente efficace, economico, indolore, sia terapeutico che preventivo. Questa tecnica serve anche per ripristinare i blocchi energetici che si presentano in ogni situazione di malessere. La respirazione addominale si avvale di 4 fasi: Inspirazione - Pausa (contate fino a 5) - Espirazione - Pausa; per mezzo di queste 4 fasi si attivano nell’organismo, i flussi energetici ascendenti e discendenti; la tecnica per utilizzarli è semplice: sedetevi con la testa e la spina dorsale in posizione eretta e le mani appoggiate sulle ginocchia con le palmi rivolte in alto; quindi respirate secondo le 4 fasi, spostando contemporaneamente l’attenzione e la mente nella fase di inspirazione, verso la testa e nelle fase di espirazione, verso i piedi. Otterrete un beneficio perché i flussi di energia fluiranno nel modo adatto e potrete rilassarvi opportunamente. Con qualche minuto al giorno, un certo ritmo respiratorio addominale, unito a particolari posizioni da assumere con il corpo, ognuno può da solo curare certi tipi di lombaggini, cervicali, vertigini, forme reumatiche, mal di schiena, artrosi, posture e storture della colonna vertebrale in modo abbastanza semplice, completo e più velocemente di qualsiasi altra tecnica.E’ un utilissimo metodo di prevenzione ed evita perdite di tempo ricercando un qualsiasi tecnico, perché è un’auto terapia. Con le circa 40 posizioni, troverete enormi benefici dedicando ogni giorno il tempo necessario (pochi minuti, 3 o 4 volte al dì) per recuperare il vostro benessere.In commercio si trovano pubblicazioni ben preparate e scritte dagli stessi autori del metodo, che descrivono con cura la tecnica e le posizioni.


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2004-02-01 18:59   
Ciao Max,

è un ottimo metodo quello che hai indicato, basta “farlo proprio” e d utilizzarlo in modo sistematico!
Mi viene in mente anche il “training autogeno” ed il “rilassamento profondo” , tecniche che favoriscono uno stato di “benessere” anche se temporaneo ma terapeuticamente utile perchéviene data la possibilità alla nostra mente ed a tutto il nostro “sistema” di “interrompere” il circuito dolore-percezione-dolore .
Con la possibilità di questo “stacco” temporaneo ma costante ( ca. 25/30 minuti di pratica ) il nostro sistema neurovegetativo “impara” a RICONOSCERE, RIELABORARE e RICODIFICARE lo “stato di benessere” anche di tutti gli organi che, messi “ a riposo” , sono in grado di “auto- rigenerarsi”.
Questa “procedura mentale” a poco a poco, produce una modalità nuova di presa di coscienza nei confronti del dolore per una migliore gestione e conseguente miglioramento della sintomatologia stessa.



  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2004-02-03 00:41   
Carissimi,

mi manca sempre la vostra risposta per quanto riguarda ciò che consigliano per il dolore nei tre Centri di Aviano, Roma e Chieti ……..

Thank you !


  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-02-08 00:55   
Chi è stato di recente a Chieti vuole rispondere o Marialuisa o deve telefonare a Chieti per saperlo?

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-08 01:01   
Maria Luisa, kiedi a Miss. sò ke x la sua forma abbastanza seria di fibromialgia, le hanno consigliato, oltre al riposo, anke il nuoto......quindi una leggera attività fisica....ti spiegherà meglio lei....b.notte R.

  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-02-08 01:04   
A Miss non era stato detto che era guarita dalla fm?Diceva Padre Pio:"è meglio un topo tra due gatti,che un paziente tra due medici"(un medico dice una cosa,un altro medico un'altra cosa).

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-08 01:09   
Max, a miss dopo la valutazione estesiologica le si sono gonfiati i muscoli, trapezio e deltoide....nn avevano mai visto una reazione così.....pertanto le hanno detto ke è abbastanza seria come forma di FMS.....ma lei già aveva qst diagnosi fatta a Firenze, dove la curavano........

.missssssssssss batti un colpo e rispondi
!!!!


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-02-08 01:27   
Ho ritrovato nel forum lo scritto di Miss:"...mi ha aiutato a sciogliere le contrazioni dei punti di tensione,i dolori sono andati pian piano scomparendo e all'ultimo controllo reumatologico il medico ha confermato che la fm era effettivamente sparita". E' stata la sospensione dei farmaci a provocare quello che è successo?

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-02-08 01:41   
Forse perkè ha sospeso i farmaci.........magnesio e paroxetina......kissà......a me la telefono disse così dopo la valutazione estesiologica e la visita del Pizzigallo...ke le ha detto quelle cose sulla FMS.......ke sn stordita lo sò......ma Miss al tel. mi ha detto qst cose.....kiederemo a lei per sapere il vero......

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-02-08 01:41 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2004-02-08 23:58   
Ognuno è unico e irripetibile, da sempre ne sono convinta pero’………
Io ho anche una fibromialgia abbastanza importante per cui il nuoto che mi era stato consigliato non lo voglio praticare perché il pensiero dell’acqua non propriamente calda mi blocca sul nascere……..
In ogni caso, tanto per capire…….Il riposo assoluto o il nuoto …..Sono valutazioni di tipo soggettivo, o sono “proposte” terapeutiche che poi l’individuo sceglie in maniera istintiva ?
L’attività fisica dovrebbe far parte della “terapia” per una probabile ( e auspicabile……) guarigione e quindi, come tale, dovrebbe essere “testata” e “protocollata”…..Differentemente rimane “un’ipotesi “di terapia……C’è da farci su una pensata ……
Occhieggia sempre per i poveri “cfsini” il “faidate”………….Beh! Ci puo’ consolare il fatto che, anche se non ne “caviamo un ragno da un buco” almeno teniamo sempre allenata la nostra “creatività”………………( chiamasi anche la “consolazione del disperato “…..!!!!!!!!)
Notte a tutti!


  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Dolce


Registrato: Jul 08, 2003
Messaggi: 870
Località: Pisa
Inviato: 2004-02-09 08:23   
Marialuisa, io aspetto ancora diagnosi e cura per quanto riguarda Chieti.
Di Roma non so nulla, ma Kikka ha detto che non danno cure, al momento.
Di Aviano ho provato tante medicine fra cui anti-dolorifici, ma nulla, se sapessi come migliorare lo scriverei, credimi, perché siamo tutti sulla stessa barca e come voi lo direste a me, io farei con voi.
Ciao


  Visualizza il profilo di Dolce   Email Dolce      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2004-02-09 10:25   
GRAZIE Dolce!

chiaro e realista …..Credo proprio che la CFS/FM ( cito spesso il “binomio” perché per me , come per altri, la patologia è in questi termini ) vada “affrontata” con precisione di diagnosi e chiarezza di proposte terapeutiche, anche se di vario tipo naturali e/o non e punti di riferimento ( medici) per un possibile sostegno nel percorso di cura .
Ciao a tutti e buona giornata!


  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
veronica


Registrato: Dec 10, 2003
Messaggi: 134
Inviato: 2004-02-11 18:45   
Ciao,io non ho risposto perchè non so ancora niente dei miei esami...e anche perchè ho problemi prettamente immunitari,tipo quella ragazza che scrive dall'argentina,non so niente di terapie contro il dolore.So però una cosa...alla racciatti ho chiesto io che tipo di sport consigliava e sia a me che a miss ha detto di provare con il nuoto,anche acquagym dolce o ginnastica dolce o stretching,a lei non ha detto niente di diverso da me nonostante conoscesse le problematiche diverse che abbiamo.Quando mi arriveranno tutti i referti vi farò sapere dettagliatamente...bacio a tutti!
_________________


  Visualizza il profilo di veronica      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.010926 seconds.