[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index ğ ğ CFS Stanchezza cronica ğ ğ Anomalie muscolari nella Cfs e non nella Fm
Autore Anomalie muscolari nella Cfs e non nella Fm
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2003-11-15 22:48   
Pubblicato in: Disordini Neuromuscular 2003; 13: 479484. Pubblicato da Elsevier Science.

Ricerca recente Fisiologia del muscolo
Modifica della capacità funzionale delle membrane del reticolo sarcoplasmico in pazienti che soffrono dalla sindrome cronica di affaticamento

Fullea S, Beliab S, Vecchieta J, Morabitoa C, Vecchieta L e Fano G

Laboratorio Interuniversitario di Miologia, Universita "G. d'Annunzio ", polo Didattico di Nuovo, via il dei Vestini, 31, 66013 Chieti Scalo, Italia; e degli Studi, Perugia, Italia di Universita

Nella sindrome cronica di affaticamento, parecchie alterazioni segnalate possono essere collegate con le modifiche ossidative specifiche in muscolo. Poiché le membrane del reticolo sarcoplasmico sono le strutture di base addette all'accoppiamento di excitation-contraction ed i gruppi tioalcool delle scanalature di Ca2+ delle cisterne terminali dello SR sono obiettivi specifici per le specie reattive dell'ossigeno, è possibile che l'accoppiamento di excitationcontraction è coinvolto in questa patologia.

Abbiamo studiato la possibilità che le anomalie in questo scompartimento sono coinvolte nella patogenesi della sindrome cronica di affaticamento e conseguentemente responsabile di affaticamento caratteristico.

I dati presentati qui sostengono questa ipotesi ed indicano che il sistema sarcolemmal di conduzione ed alcune funzioni di trasporto di Ca2+ sono influenzati negativamente nella sindrome cronica di affaticamento. Infatti, sia il deregulation delle attività della pompa (Na+/K+ che Ca2+-ATPase) e l'alterazione nella condizione di apertura delle scanalature di ryanodine possono derivare da fluidità aumentata della membrana che coinvolge le membrane del reticolo sarcoplasmico.

Commento dalla FUSIONE
Un nuovo e sviluppo emozionante nella base biologica di CFS viene da una squadra in Italia che ha dimostrato i cambiamenti significativi alla fisiologia del muscolo. Ciò è la stessa squadra che, in 2000, ha pubblicato la prova di danni ossidativi all'interno dei muscoli di lateralis di vastus dei pazienti di CFS, probabilmente in conseguenza dei mitocondri disfunzionali provenenti delle cellule del muscolo di danni del radicale libero dell'ossigeno. In questo studio più recente, suggeriscono che l'affaticamento dell'alberino-exertional che è in modo da caratteristica di CFS è collegato alle strutture di base addette all'accoppiamento di contrazione e di eccitazione (EC) dei muscoli. Specificamente, hanno supposto che l'inizio veloce di affaticamento ed accompagnare il dolore del muscolo fossero dovuto le modifiche della fluidità delle membrane connesse con il reticolo sarcoplasmico della cellula del muscolo. Queste membrane sono centrali alla diffusione dei potenziali di azione verso l'interiore della cellula ed al trasporto del calcio (Ca2+) quella contrazione dei initiates del muscolo.

I dati segnalati dal gruppo italiano forniscono la prova del romanzo di rottura a trasporto di Ca2+ nel muscolo dei pazienti di cfs. Questa rottura può essere una conseguenza della condizione di energia della cellula o ai cancelli nella membrana delle cellule, conosciuta come le scanalature di ryanodine.

Lo studio è stato effettuato su un piccolo numero di pazienti di CFS che sono stati selezionati sui test di verifica clinici precisi con un numero simile di pazienti e di comandi di fibromialgia. È interessante notare che le anomalie sono state trovate soltanto nel gruppo di CFS e non nei pazienti di FMS, malgrado la somiglianza apparente in alcuni sintomi.

http://www.meresearch.org.uk/archive/membranes.html


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2003-11-16 09:10   
Grazie max!!!
Da quel poco che riesco a capire... È molto interessante!
Alle mie conoscenze mancano troppi anelli per costruire un ragionamento in merito!
Seppercaso... tu riuscissi a ragionare su questi dati... Potrebbe esserci una relazione tra quanto sopra, e il fatto che io (CFS) non assimili il calcio (se assumo calcio x via orale, va sempre a finire che mi satura nel sangue)?
Se pensi che sto delirando... dillo pure apertamente!
Un abbraccio e Buona Domenica!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2003-11-16 10:40   
grazie max, è davvero molto interessante, kissà se in qst anomalie muscolari è compresa anke la contrattilità del muscolo cardiaco...sarebbe interessante saperlo, considerato ke i primi miei sintomi sono partiti da lì, Infatti fin dal 1992 mi sono sentita una "cardiopatica" pur non avendo mai riscontrato con gli esami strumentali patologie a parte una takicardia sinusale, con episodi parossistici x fortuna regrediti....... tutto qst mio evitamento degli sforzi era giustificato allora, con l'avallo di alcuni cardiologi (i pareri come sempre erano discordi!!) da una cattiva conduzione elettrica del muscolo caridaco......x fortuna ora sò a cosa è dovuto qst mio affaticamento...ma sarei davvero curiosa, se max puoi ricercare anke in qst senso, di sapere se il CUORE inteso come muscolo è coivolto, in caso di CFS, nelle anomalie di cui parlavi sopra.

  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2003-11-16 10:56   
poi mi beccherò della "presuntuosa - makkkiticKcredidiessere - lasciafarequestolavoroaimedici!"...
ACCCC... streghina!!! Potresti avere stramaledettamente ragione!!!
!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Lele63


Registrato: Dec 22, 2002
Messaggi: 484
Inviato: 2003-11-16 12:32   
Scusate una piccola osservazione,
all'inizio dell'articolo riportato da Max ci sono i nomi degli autori,
tra questi figurano "Vecchieta L." e "Vecchieta J."
SI TRATTA DI UN EVIDENTE ERRORE DI STAMPA,
i medici in questione sono
LEONARDO VECCHIET professore all'Università di Chieti nonchè primario del reparto dell'Ospedale di Chieti dove mi hanno fatto l'elettromiografia;
JACOPO VECCHIET (suo figlio) che lavora con il Prof. Pizzigallo e la Dott. Racciatti al reparto di malattie infettive dell'Ospedale di Chieti (è il reparto dove ricoverano per la CFS); se non sbaglio il Dott. Jacopo Vecchiet è stato il referente di Zac durante il suo ricovero a Chieti, dico bene Zac?

QUESTI SONO MEDICI IN CARNE ED OSSA E LI ABBIAMO A PORTATA DI MANO, CHI DI NOI HA LA POSSIBILITA' DOVREBBE PRORIO ANDARE A CHIETI!!! Anche solo per una visita con uno di questi medici, per parlare con loro, non è mica detto che bisogna andare a Chieti solo per il ricovero.

Bacioni
Lele

P.S. Vi ricordo che quello che noi chiamiamo Ospedale di Chieti è in realtà una Clinica Universitaria, e si trova proprio accanto all'Università di Chieti in via dei Vestini.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Lele63 il 2003-11-16 12:35 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Lele63 il 2003-11-16 13:11 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Lele63 il 2003-11-16 13:58 ]


  Visualizza il profilo di Lele63      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2003-11-19 00:14   
Per avere le risposte rivolgersi ai medici,non alla vecchieta Kio:l'ipercalcemia provoca tanti problemi e anche astenia fisica e psichica,attenta alla compressa di troppo



[ Questo messaggio è stato modificato da: max il 2003-11-19 00:16 ]


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
mario


Registrato: Oct 23, 2003
Messaggi: 639
Inviato: 2004-03-24 17:46   
attenzione alle integrazioni fai da te:

Avvelenamento da vitamina D contenuta in tavolette di zucchero
(riferito da Vieth R, Pinto TR, Reen BS, Wong MM. Vitamin D poisoning by table sugar. Lancet 2002; 359: 672)

Un uomo di 29 anni si presentò al pronto soccorso con dolore al fianco destro, congiuntivite, anoressia, febbre, brividi, polidipsia e vomito. Inoltre aveva perso 5 kg ed era in insufficienza renale acuta. Dopo essere stato trattato con steroidi, venne dimesso. Alcuni mesi dopo, il padre di 63 anni si presentò con disturbi simili ed insufficienza renale acuta. L'uomo non aveva mai sofferto di calcolosi renale. I risultati degli esami di laboratorio erano i seguenti: creatinina 442 µmol/L (valore normale: 60-120 µmol/L); calcio 3.82 mmol/L (2.20-2.65 mmol/L), PTH <1 pmol/L (1.3-7.6 pmol/L); 25-idrossivitamina D [25(OH)D] 1555 nmol/L (20-80 nmol/L) e 1,25(OH)2D 151 pmol/L (30-140 pmol/L). Furono effettuati gli stessi esami di laboratorio al figlio, che dimostrarono valori sovrapponibili a quelli del padre. La biopsia renale di entrambi i pazienti rivelò una severa nefrocalcinosi. Inizialmente si pensò ad un'alterazione genetica o ad una malattia granulomatosa, ma una indagine sulla concentrazione plasmatica del 25(OH)D mostrò una severa intossicazione da vitamina D. Pertanto entrambi continuarono ad essere trattati con prednisone. I due uomini dichiararono di non avere assunto nessun supplemento nutrizionale.
Un paio di mesi dopo, il figlio venne nuovamente ricoverato per dolore fortissimo, nausea e disidratazione. L'esame del sangue rivelò le seguenti concentrazioni: 1,25(OH)2D = 266 pmol/L; calcio = 4.39 mmol/L, 25(OH)D = 3700 nmol/L. L'uomo fu trattato con idrocortisone per via endovenosa, fosfato di sodio ed acido pamidronico.
Sono stati testati diversi cibi presenti in casa, tra cui le tavolette di zucchero, in quanto il figlio si ammalò dopo aver bevuto un tè zuccherato.
Un grammo di zucchero conteneva 21.4 mg di vitamina D3, misurata dopo estrazione con etanolo.
Un secondo campione di zucchero conteneva 3.2 mg di vitamina D per grammo di zucchero. Pertanto presumendo una media di 12.6 mg di vitamina D3 per grammo di zucchero ed un uso medio di 100 g di zucchero al mese, padre e figlio avevano consumato più di 1.3 grammi di vitamina D3 al mese o 42000 µg/die (1700000 IU/die), di gran lunga superiore al livello minimo tossico (95 µg, 3800 IU al dì) (1), per 7 mesi.
Alcuni mesi dopo i risultati dei parametri di laboratorio del figlio e del padre erano rispettivamente: 25(OH)D = 250 nmol/L e 181 nmol/L; creatinina = 125 mmol/L e 179 µmol/L.
A livello industriale, vi è un uso sconsiderato della vitamina D3, infatti è stata aggiunta per errore nel latte (2) o nei supplementi dietetici (3). Normalmente i casi di intossicazione iatrogena negli adulti riguardavano la vitamina D2, un analogo sintetico del composto fisiologico, la vitamina D3 (1).

Bibliografia

Vieth R, et al. Efficacy and safety of vitamin D(3) intake exceeding the lowest observed adverse effect level. Am J Clin Nutr 2001; 73: 288-294.
Blank S, et al. An outbreak of hypervitaminosis D associated with the overfortification of milk from a home-delivery dairy. Am J Public Health 1995; 85: 656-659.
Koutkia P, et al. Vitamin D intoxication associated with an over-the-counter supplement. NEJM 2001;345:66-67





e poi:

La vitamina D


Questa vitamina fa parte delle cosidette vitamine "liposolubili" ( sono solubili nei solventi grassi, come l' olio); Per questa loro proprietà permangono più a lungo nell' organismo perchè tendono a fissarsi meglio dentro le cellule, in particolere quelle di alcuni organi come il fegato ed i reni. Il loro fabbisogno non è quindi impellente come le vitamine idrosolubili, ma al contempo un loro apporto esagerato può dare un problema di sovraccumulo con effetti collaterali.

VITAMINA D: D2 ( CALCIFEROLO ) e D3 ( COLECALCIFEROLO )
Il termine vitamina D non indica una sola sostanza ma circa dodici composti diversi avente le stesse proprietà, dei quali i più comuni ed importanti sono le vitamine D2 e D3. La vit. D2 si trova nei tessuti vegetali, la D3 è abbondante in quelli animali.

Indicazioni principali: rachitismo, osteomalacia; Osteoporosi (in associazione con calcio); Per la salute dei denti; Indicazioni secondarie: sclerosi multipla; effetti tossici dell' uso di steroidi; miglioramento dell' assimilazione della vit. A ; congiuntivite. La sua azione pricipale sull' organismo è quella di aumentare la calcificazione dell' osso aumentando l' assorbimento del calcio assunto con gli alimenti, con un duplice risultato: se il calcio assunto è abbondante, questo viene depositato sulle ossa, se è scarso viene asportato dallo scheletro al fine di stabilizzare la calciemia nel sangue ( Il calcio è un minerale essenziale anche a livello cellulare, dove svolge importanti azioni di scambio ionico).

Fonti e proprietà: La vit. D3 si trova nella pelle umana e si forma dall' esposizione solare; la fonte principale è l' olio di fegato di pesce, ma si trova in buona quantità nel tuorlo d' uovo, nel latte e suoi derivati ( formaggio e burro ). anche la Vit. D si accumula nel fegato e nel rene e da qui, attraverso l' azione del paratormone, viene utilizzata. La carenza di questa vitamina porta i bambini al rachitismo, con deformazione delle ossa, e gli anziani all' osteoporosi, con conseguente tendenza alle fratture, condizione tipica sopratutto nelle donne dopo la menopausa, senza un' adeguata prevenzione. La eccessiva assunzione di vitamina D può portare ad intossicazione con ipercalcemia, cefalea, nausea, vomito, ipertensione, fino a ritardo della crescita, perdita dei capelli ed aumento della pressione intracranica. Gli adulti con dieta varia ed una normale possibilità di esposizione solare normalmente non necessita la integrazione di questo fattore, nei bambini in accrescimento è utile una dieta ricca di latticini. La vitamina D è stabile al calore e resiste quindi alla cottura.




[ Questo messaggio è stato modificato da: mario il 2004-03-24 17:50 ]


  Visualizza il profilo di mario      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.018494 seconds.