[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » contagioso/a?
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore contagioso/a?
contagioso?


Registrato: Oct 10, 2003
Messaggi: 29
Inviato: 2003-10-10 12:58   
ciao a tutti. sono nuovo visitatore e da studente sto cercando ogni informazione su cfs.


[ Questo messaggio è stato modificato da: contagioso? il 2004-12-15 10:32 ]


  Visualizza il profilo di contagioso?   Email contagioso?      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-10-10 15:10   
Caro contagioso,la cfs non ha nulla di contagioso,chi dovesse affermare il contrario,non solo sbaglia,ma fa capire chiaramente che non ha capito di cosa si parla.Ti saluto,ben arrivato.Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
roby72


Registrato: Sep 25, 2003
Messaggi: 348
Inviato: 2003-10-10 15:51   
Ero a studiare il DreamWeaver MX ecco perchè non mi sono fatto vivo in questi giorni..

Come va con l'integrazione proposta da me e da romeo ???

Se non volete prendere l'echinacea in tintura madre potete prendere il munostim della loacker remedia che contiene echinacea angustifoglia omeopatica, eleuterococco omeopatico, thuja e propoli tutti in formulazione omeopatica (io quando mi finisce l'echinacea in tintura madre ne prendo 6 compressine al giorno).

Ciao romeo, volevo solo dire che concordo pienamente con te sulla contagiosità inesistente. Io sono 11 anni che c'è l'ho ed in famiglia non ho mai contagiato nessuno. Qualcuno potra dire ma come sostieni che la causa sia un microorganismo ed adesso dici che non è contagiosa ?
Per spiegare questa antitesi bisogna capire che la cfs si instaura nelle persone che ne soffrono solo perchè o predisposti o debilitati o perchè si sono create le condizioni favorevoli a causa di uno squilibrio immunitario o genetico (non ci credo molto in quest'ultimo ma può essere un fattore predisponente) o chimico da egente esterno (esogeno).
Quindi anche non essendo contagiosa è valida la tesi e da alcuni dimostrata che sia un microorganismo a cui sono sensibili le poche persone che si ammalano o si ammaleranno di cfs per i motivi su esposti.

NESSUNA CONTAGIOSITA' Puoi andare sicuro contagioso? e per favore cambia quel nick che è bruttino....!


P.s. Romeo ho letto e concordo con quanto mi hai presentato sull'omocisteina che sicuramente è dannosa, quindi OK tante vitamine del gruppo B. Negli scritti però si parlava di una conversione irreversibile da omocisteina in cisteina. Credo quindi che la cisteina difficilmente si possa trasformare in omocisteina e credo anche che la presenza di tanta cisteina (per integrazione esterna) non sia un impedimento nella ulteriore conversione di omocisteina in cisteina.


Quindi OK per la NAC (N acetil-cisteina).


  Visualizza il profilo di roby72      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
epionex2


Registrato: Aug 03, 2003
Messaggi: 169
Inviato: 2003-10-10 22:39   
ciao sono Epione ben arrivato ;io al contrario di Romeo e di Roby sono sicuro della contagiosità(purtroppo)perchè da diversi anni vedo nei miei familiari e in alcune persone che frequentano la mia casa gli stessi sintomi.
forse ci sono diversi tipi di CFS ognuna delle quali ha per causa un diverso virus ?
qundi la mia può essere contagiosa mentre la loro no ciao Epione


  Visualizza il profilo di epionex2      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
piero dal ticino


Registrato: Jun 14, 2003
Messaggi: 249
Località: lugano
Inviato: 2003-10-11 00:45   
Ciao epione,
sono concorde con te. Anche a me hanno fatto il “lavaggio del cervello” sulla non contagiosità della sindrome. Allora, se ciò risultasse vero, come avremmo fatto a esserne vittime noi stessi?!?!
Anch’io ho notato in chi mi frequenta una tendenza ai miei sintomi. Scusa Romeo, scusate tutti di convinzione differente, ma la contagiosità non mi sento di collegarla a un senso di emulazione per “solidarietà”. Questo avallerebbe la presenza di un virus “invisibile” che ci passiamo inconsciamente. Il tutto correlato alle prime ipotesi di “virus innocuo”. Per favore, dimostratemi il contrario; sarebbe un vero passo avanti nella selezione della sindrome.
Fossi stato predisposto a una vita libertina (non voglio escluderla, per carità, non sono un santo, inoltre riscontrano la AIDS in neonati) , ma la CFS non credo proprio di essermela cercata con attività incoscienti. L’unica attenuante che concedo in questa mia “contestazione” deriva proprio da neonati ai quali è stata riscontrata la CFS, rispettivamente la AIDS. Contrariamente a quanto comunicato in altri post del forum la trasmissione può derivare tranquillamente da trasfusioni di sangue già infetto. Da donatori inconsci (o portatori sani) della sindrome di CFS. Ragion per cui contesto anche la donazione di sangue da parte di persone palesemente colpite da tale sindrome. Da qualche parte dobbiamo pur essere contagiati!
Non sarà un intervento popolare ma mi sento di definirlo realista e concreto.
….Se poi non ci ho capito niente …scusatemi ancora, ma voglio avere le controprove!!! Piero


[ Questo messaggio è stato modificato da: piero dal ticino il 2003-10-11 00:46 ]


  Visualizza il profilo di piero dal ticino   Email piero dal ticino        Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
AURORA


Registrato: Aug 24, 2003
Messaggi: 272
Località: MODENA
Inviato: 2003-10-11 01:22   
Caro Contagioso?
Benvenuto.
Non ho capito se sei studente in quanto malato che vuol capirci qualcosa o se sei studente di medicina. Se fosse questo secondo caso vorrebbe dire che noi sul forum perdiamo i medici che c'erano e acquistiamo studenti.Bene a lunga scadenza,ma i nostri tempi di guarigione si allungheranno.!!!

Nel mio caso il virus originario è stato certamente contagioso,infatti lavoravo in una comunità di bambini che me l'hanno passato senza però sviluppare i miei sintomi.
Infatti io non direi che è contagiosa la cfs che è un colossale squilibrio che uno produce e gli squilibri immunitari,metabolici,ormonali,elettrolitici,ecc. non sono contagiosi!!!
Inoltre ho letto sui siti americani che certi medici ammalati da pochi mesi,poi riscontravano gli stessi sintomi nei loro animali domestici.
Quindi io credo che dipenda se la fase è iniziale e che caratteristiche hanno quelli con cui si viene a contatto.
L'ipotesi virale è nata proprio dal constatare che ne erano colpite alcune comunità (gruppi di infermieri, gruppi di insegnanti, diversi abitanti di un villaggio sulle sponde di un lago)in America e in Canada.
Parlaci un pò più di te.
Ciao,un caro saluto.
Aurora


  Visualizza il profilo di AURORA      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
antonellacfs


Registrato: May 30, 2003
Messaggi: 59
Località: FORLI'
Inviato: 2003-10-11 09:41   
Ciao "contagioso",
nel mio caso 2 anni fa nella mia famiglia in 10 siamo stati contagiati da EBV e CMV, in seguito in 2 (io e mia sorella) abbiamo sviluppato sintomi CFS. Forse più che di contagio si può parlare di predisposizione genetica. A te le deduzioni.
Spero di esserti stata utile
Un salutone
Antonella


  Visualizza il profilo di antonellacfs      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
carlo


Registrato: Sep 09, 2002
Messaggi: 177
Località: Verona
Inviato: 2003-10-11 09:43   
Ciao Contagioso/a,
vedo che sei uno studente di farmacia. Non so quale sia il motivo del tuo interesse, ti posto la mia opinione non prima di averti fatto notare che forse frettolosamente hai scelto un nick name non proprio simpatico per chi può avere la CFS.
Credo che il buon senso al riguardo sia sufficiente a porre un ragionamento che ha buone probabilità di essere vero.

Se per contagioso intendi infettivo e quindi con contagio avuto tramite virus o micoplasma o quant’altro preso da fonti esterne a noi, credo che almeno una delle forme esistenti di CFS abbia questa derivazione. Questo spiega perché a volte parenti o comunità sviluppano sintomi da CFS. Se leggi lo studio del veterinario Dott. Tarello fatto su 3 cani, 2 sorelle ed un figlio tutti, con CFS, scopri che probabilmente la fonte del contagio erano gli scarichi di un allevamento di funghi che inquinavano l’acqua bevuta dai cani e che tutti mostravano sintomi da CFS (erano 5 i nati, e 3 rimasti in vita ) guariti con opportuna cura.

Se per contagioso indenti che possa essere trasmesso da contatto con altre persone (diretto, o indiretto per es. tramite indumenti ecc.) credo che questo abbia poche probabilità di essere vero, proprio perché i casi in cui parenti o amici siamo infetti dalla CFS mi sembrano statisticamente rarissimi, troppo rari per convalidare una ipotesi del genere, ma sufficienti per pensare che esista almeno una forma di CFS che derivi da infezioni acquisite dall’esterno.

Se poi esistono altre forme di CFS, derivanti da problemi di funzionamento all’ipotalamo con conseguenti problemi ai neurotrasmettitori o da intossicazioni da amalgane o in genere da cocktail di sostanze (nella sua accezione più ampia) introdotte dal vivere moderno, queste sicuramente non sono contagiose sotto nessuno dei due aspetti sopra esposti.

Carlo


  Visualizza il profilo di carlo   Email carlo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2003-10-11 13:54   
Ciao contagioso(?)...non ci attaccherai qualcosa spero?!
Da parte mia nella mia famiglia nessun contagio per fortuna(animali inclusi).
Quando ho avuto la mononucleosi mio marito non l'ha presa...
Ciao ciao...Dany.


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-10-11 14:09   
Caro Contagioso,vorrei meglio spiegarti,perchè ho asserito la non contagiosità.Carlo,mi sembra, l'ha già fatto,io mi permetto un piccolo ritocco.Non esiste un virus,o batterio,o parassita,capace da solo di scatenare la CFS,tali microrganismi scatenano il sistema immunitario,questo si',e di consequenza si formano le tossine biologiche nel torrente sanguigno.Adesso,se sono le uniche,non succede nulla,ma se l'organismo è gia' caricato da altre tossine e radicali liberi,prodotti da altre svariate cause,e Carlo ha fatto un buon elenco,allora si ha che la goccia fà traboccare il vaso.L'organismo non è piu'in grado di drenare, di disintossicare,di smaltire,da qui'i sintomi che chiamiamo con vari nomi.Per questo motivo non si riesce a trovare il colpevole,perchè non esiste,se esistesse avrebbero già risolto il problema.Quindi,deduci da solo,se il mio organismo è intasato,io non posso contaggiare nessuno,perchè l'intasamento non è contaggioso.Che possa esistere una causa genetica a tutto cio',non lo discuto,è probabile.Non siamo tutti uguali,ci sarà chi si ammalerà anche per un semplice virus,e chi,nonostante,tremila virus, tremila intossicazioni,e tremila stress,non si ammalerà mai.E'questione di depurazione,quando è deficitaria,un virus qualunque o altra causa è la stessa cosa.Ma il sistema di depurazione non è contagioso,perchè non è esportabile. Puo'essere che membri di una stessa famiglia possano presentare gli stessi limiti,con conseguenze analoghe.Come pure,persone che abitano zone o paesi fortemente inquinati,stessa storia.Se si comprende veramente la malattia,si comprende anche la difficoltà a debellarla.Infatti la malattia non esiste in quanto tale,esiste il limite di alcuni organismi di resistere agli attacchi tossici.Poi esistono popoli,che geneticamente hanno sistemi immunologici e di depurazione da superman,che vivono nella spazzatura dalla mattina alla sera,che si cibono di virus,batteri,parassiti,e che nonostante cio'godono di ottima salute.Non so se sono stato chiaro nell'esposizione,ma se la comprendi,diminuisci il danno.Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
epionex2


Registrato: Aug 03, 2003
Messaggi: 169
Inviato: 2003-10-11 22:56   
non credo che la CFS sia contagiosa il primo anno +o- perchè sia per esperienza personale (ho visto un amico con i miei sintomi conosciuto 5 anni dopo l'inizio della mia malattia),sia perchè leggendo pubblicazioni americane e non, che riportavano casi di contagio tra familiari ,di personale medico al lavoro,di animali domestici di proprietà di malati CFS;come pure è vero che in famiglie dove c'era un malato di CFS NON SI RISCONTRAVANO ALTRI CASI DI CFS. PUO darsi che ci siano più CFS o che sia una sola ma che lo sviluppo della contagiosità dipenda dalle condizioni di chi la contrae ciao Epione

  Visualizza il profilo di epionex2      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
contagioso?


Registrato: Oct 10, 2003
Messaggi: 29
Inviato: 2003-10-14 11:33   
grazie mille delle risposte. purtroppo ora non ho tempo per aggiungere molto ma lo faro sicuramente.

ciao


[ Questo messaggio è stato modificato da: contagioso? il 2004-12-15 10:33 ]


  Visualizza il profilo di contagioso?   Email contagioso?      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
epionex2


Registrato: Aug 03, 2003
Messaggi: 169
Inviato: 2003-10-14 22:38   
ciao sono Epione ,non capisco Contagioso quando parli di "attivazione per simpatia"
puoi essere puoi essere più charo ? ciao Epione


  Visualizza il profilo di epionex2      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
contagioso?


Registrato: Oct 10, 2003
Messaggi: 29
Inviato: 2003-10-15 12:56   


[ Questo messaggio è stato modificato da: contagioso? il 2004-12-15 10:33 ]


  Visualizza il profilo di contagioso?   Email contagioso?      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
No(?)CFS


Registrato: Oct 03, 2003
Messaggi: 41
Inviato: 2003-10-18 19:07   
Ciao contagioso? (grazie per il punto interrogativo!)!
Ti do il benvenuto... con ritardo !
Riporto qui quanto già segalato a Daniela tempo fa:
2 citazioni che ho trovato qui, sul sito che ospita questo Forum.

Nella pagina di Epidemiologlia:
http://www.salutemed.it/cfs/p03.htm
(...)
"Nessun dato pubblicato indica che la CFS è contagiosa, che può essere trasmessa attraverso contatti sessuali o casuali o attraverso trasfusioni di sangue, o che le persone con CFS debbano essere isolate.
Occasionalmente, alcuni familiari contraggono la CFS durante lo stesso periodo di tempo. Epidemie di CFS o di malattie simili alla CFS sono state riportate negli ultimi 60 anni in varie famiglie, comunità o posti di lavoro. Le epidemie di CFS sono inusuali e difficili da individuare. Le epidemie di CFS dovrebbero essere comunicate ai medici del servizio sanitario per le ricerche."

In un'altra delle pagine dello stesso sito:
http://www.salutemed.it/cfs/bruxelles99.htm

CONGRESSO MONDIALE 9-12 SETTEMBRE 1999
(...)
"Anche i pazienti con la CFS, FMS e RA evidenziano una presenza aumentata dei batteri del ceppo del micoplasma.
Per quanto riguarda la CFS, sono stati presentati dati biochimici ed epidemiologici. E’ ovvio che le infezioni ricoprono un ruolo fondamentale nella CFS, per cui
ancora valida l’ipotesi secondo la quale si svilupperebbe una disfunzione del sistema immunitario in seguito ad un’infezione virale.
Studi recenti dimostrano che il 4% dei pazienti contrae la CFS in seguito ad una trasfusione di sangue.

I virus e/o i microrganismi possono essere trasmessi mediante trasfusioni e conseguentemente possono indurre una CFS nei soggetti che la ricevono e che
sono fisicamente debilitati e quindi più predispostia contrarre le infezioni.
Ai pazienti affetti da CFS si raccomanda di non ricevere trasfusioni e di non donare il sangue fino a quando non sia stato identificato il virus e tutti i microrganismi."
(...)

Inoltre da:
http://world-wide-pet.it/cfs1.htm
(...)
"5. I proprietari e amanti di cani e gatti si devono preoccupare di un eventuale contagio ? (NdR. stanno parlando di CFS negli animali)
Non è ancora chiaro se e come si trasmette la malattia. Negli animali, in alcuni casi i sintomi si sviluppano gradualmente nell’arco di settimane e , addirittura, mesi. In altri casi l’esordio è acuto, spesso 7-10 giorni dopo una recente infestazione da pulci o zecche. La CFS si manifesta a volte negli animali a breve distanza da un evento traumatico, chirurgico o uno stress emotivo/affettivo, compreso il superallenamento sportivo. Come per la CFS nell’uomo, esiste un’ovvia correlazione tra la malattia e questi fattori scatenanti: infatti la condizione è frequente tra i campioni Olimpionici, i manager – i cosiddetti yiuppies – e i componenti degli equipaggi aerei , tutte persone sottoposte a forti stress ossidativi. Questo significa che la CFS è una malattia condizionata dallo stress, e quindi non equivalente a una classica zoonosi infettiva, come la malattia di Lyme o la Brucellosi. D’altra parte non è inusuale diagnosticare la CFS in animali di proprietà di persone che dicono di soffrire di una condizione simile, compresi medici e psichiatri. In un recente articolo, il 2.9-7.5 % dei veterinari svizzeri ha rivelato di soffrire di ‘stanchezza cronica’, una percentuale 10 volte superiore alla prevalenza della CFS stimata nella popolazione , compresa tra 0.2 e 0.5 %. Le segnalazioni di veterinari che hanno dovuto limitare la loro attività a causa della CFS sono numerose, in particolare tra le professioniste donne, secondo quanto riporta il Professor Tom Glass, patologo all’Università dell’ Oklahoma. Questo significa che forse esiste una trasmissione uomo/animale e viceversa, ma essa è condizionata al verificarsi di fattori predisponenti. Il Prof. Glass raccomanda perciò di avere delle precauzioni minime: i veterinari si dovrebbero proteggere le mani con guanti monouso durante le visite e si suggerisce ai proprietari di non dare gli avanzi del pasto al proprio cane o gatto. Molti animali si sono ammalati dopo alcuni mesi di convivenza con un paziente afflitto da CFS : una psichiatra malata da vari anni confermò di essere ‘sicura’ di aver trasmesso la CFS ai suoi tre pappagalli Amazonas, acquistati da pochi mesi, che presentavano disfunzioni immunitarie e resistenza ai trattamenti antibiotici, e che guarirono prontamente con un breve ciclo di un farmaco arsenicale a basso dosaggio."

Buone indagini!!!



[ Questo messaggio è stato modificato da: No(?)CFS il 2003-10-21 12:13 ]


  Visualizza il profilo di No(?)CFS      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.012211 seconds.