[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » se la cfs fosse dovuta ai virus.......
Autore se la cfs fosse dovuta ai virus.......
Dolente


Registrato: Aug 12, 2005
Messaggi: 32
Località: Rimini
Inviato: 2006-01-05 08:21   
Dal sito di Repubblica.
Questa scoperta potrebbe essere importante qualora nello sviluppo della cfs fossero coinvolti i virus..........

Come i virus infettano le cellule
Meno difficile studiare il vaccino
di ELENA DUSI


ROMA - Svelato uno dei trucchi che alcuni virus utilizzano per infettare le cellule. Hiv, influenza e parainfluenza cambiano forma a seconda che stiano per entrare nella cellula o siano già riusciti a penetrarvi. L'aver identificato la proteina che muta nel microrganismo che provoca la parainfluenza (il paramyxovirus) consentirà ai ricercatori di produrre un vaccino. Alla famiglia dei paramyxovirus sono imputabili alcuni tipi di polmonite, bronchiti, orecchioni e morbillo. "Nonostante i virus dell'Hiv, dell'influenza e della Sars non appartengano alla stessa famiglia - spiega il virologo Robert Lamb, uno degli autori dell'articolo pubblicato dalla rivista Nature - tutti questi virus sono accomunati dallo stesso meccanismo di penetrazione all'interno delle cellule".

Il virologo italiano Fabrizio Pregliasco dell'università di Milano ha commentato positivamente la scoperta dei colleghi della Northwestern University: "E' un passo fondamentale per creare nuovi farmaci blocca-virus. La scoperta arriva tra l'altro in un momento importante. In questo periodo infatti sono molto diffuse le sindromi para-influenzali". Queste sindromi si presentano con malesseri simili a quelli dell'influenza, magari anche tosse e raffreddore, ma senza una temperatura abbastanza alta da convincere chi ne è colpito a rimanere a letto.

"Finora - prosegue Pregliasco - non eravamo riusciti a elaborare strategie efficaci contro queste sindromi a causa dell'abilità del virus, che è capace di mutare dopo aver infettato le cellule e quindi di sfuggire alla caccia dei ricercatori. Conoscere la struttura della proteine che apre la porta della cellula al microrganismo ci permette di avere un bersaglio per aggredire i paramyxovirus".

La proteina individuata da Lamb e colleghi si comporta come un vero e proprio arpione. Quando individua una cellula che può essere infettata, si aggancia alla sua membrana esterna e spinge il corpo del virus fino a farlo aderire alla superficie della cellula. Veicola il trasferimento del materiale genetico dal virus alla cellula infettata e contemporaneamente si ripiega su se stessa. Per fotografarla i ricercatori hanno dovuto bloccarla, cristallizzandola proprio nel momento della mutazione, e bombardarla con speciali raggi X per tracciarne il profilo.


(4 gennaio 2006)


  Visualizza il profilo di Dolente      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Temp


Registrato: Dec 23, 2005
Messaggi: 26
Inviato: 2006-01-05 14:43   
Interessante questo articolo forse un passo avanti nella ricerca.
_________________


  Visualizza il profilo di Temp   Vai al sito web di Temp      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
jonnyblu


Registrato: Aug 11, 2005
Messaggi: 303
Località: TRAMUTOLA
Inviato: 2006-01-05 22:55   
io lo sostengo da una vita che nella cfs cè una componente virale alla base dello scatenamento. ma non sono un virologo e non posso dimostrarlo. ma caso strano che viene quasi sempre o sempre dopo una forte infezione virale. in genere mononucleosi.

  Visualizza il profilo di jonnyblu   Email jonnyblu      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2006-01-06 00:50   
Importante ricerca ed interessante articolo;

come jonny concordo sulla teoria virale della CFS; proprio in qst giorni si parla sempre più frequentemente di virus, e di quanto siano difficili da debellare......a differenza dei batteri...........ricordiamo, cari amici, che le grandi epidemie mondiali sono state quelle che hanno ucciso milioni di persone.........

del resto, sia l'immunologo che l'omotossicologo che mi seguono, concordano appieno con qst teoria...........speriamo solo in antivirali efficaci e non tossici......per ora non ci resta che seguire le strade della medicina altrnativa che già , da tempo, aveva intuito qst imput virale della CFS e non solo, ma di altre malattie croniche degenerative gravi.........

grazie a dolente x averlo postato.....Raffaella



  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2006-01-06 14:49   
Scusatemi,ma controcorrente,devo esporre il mio pensiero in relazione alla lotta tra i virus e microrganismi vari, alla continua ricerca di un habitat di vita, e gli scienziati che vorrebbero annientarli allo scopo di salvare vite umane.

Penso che i virus, essendo dei microrganismi sempre più intelligenti,con la facoltà di mutare,di nascondersi,di mimetizzarsi ecc. sono avvantaggiati dal fatto che devono avere la loro evoluzione di vita,come tutti gli esseri viventi,perchè anch'essi fanno parte del creato.

Ritengo illusoria e perdente la lotta dell'uomo contro i virus,al fine del loro annientamento.
Credo nella abilità naturale dell'organismo,capace di creare quella difesa o compromesso,da assicurarsi il continuo della vita anche in presenza di tali ospiti.
E'la storia dell'evoluzione naturale,negli anni le cose si sistemano da solo,pensate ai tanti antibiotici,che in passato distruggevano tanti batteri,e che oggi sono diventati obsoleti,perchè quei batteri hanno imparato come difendersi dagli stessi.

La mia è una visione fortemente naturalistica della vita,che sicuramente prevede cadute in itinere,ma poi alla fine l'organismo troverà il sistema per far ben convivere i virus ed altri microrganismi con le cellule del nostro corpo.Quindi credo che le tante vittorie di cui va' fiero l'uomo,anche al fine di una vita piu'lunga,altro non sono che la normale evoluzione naturale della vita stessa, nel rispetto di tutti gli organismi sia micro che macro.

L'uomo,crede di esserne l'artefice,ma forse è solo l'artefice del rallentamento del processo naturale perseguito da Dio,sin dalla creazione e fino alla fine dei tempi.

Date un occhiata a quello che l'uomo stà facendo a livello d'inquinamento del pianeta Terra,di cui tutti parlano,ecologisti in prima linea,ma dell'inquinamento organico nessuno ne parla.
La vita si è allungata è vero,ma quante malattie e sintomi patologici nuovi sono sorti nel contempo,e chi puo'negare che tale allungamento della vita,non sia altro che il risultato naturale dell'evoluzione della vita.

Se osserviamo bene,noteremo che negli anni anche le fattezze fisiche del corpo umano è andato cambiando,si nasce piu'alti,meglio dimensionati,ma non mi risulta che l'uomo abbia inventato farmaci tali da apportare tali modificazioni estetiche corporee.

So'benissimo che il mio è un discorso contrariam alla filosofia attuale dilagante che mette l'uomo al centro di tutto,grazie alla sua intelligenza.Il mio discorso e le mie idee,invece,mettono la Natura e Dio al centro di tutto,con l'Uomo subalterno e spesso maldestro.Romeo
_________________


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
DORETTADOREMI


Registrato: Jan 06, 2006
Messaggi: 115
Località: BOLOGNA
Inviato: 2006-01-06 19:24   
Sono molto incuriosita da questo dibattito..
e vi ringrazio.
Desidererei sapere anche da te, Romeo, quali sono in genere i primi passi di chi si avvicina, ahimè, a questa sindrome: sintomi, dubbi, situazioni di vita reali (lavoro, famiglia, hobbies...)com'è il decorso, se eclatante o subdolo, esplosivo o latente.... Vorrei sapere tutto, insomma! Sono un'anima confusa grazie


  Visualizza il profilo di DORETTADOREMI      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2006-01-07 14:16   
Cara Doretta,la tua è una bella domanda,ma la risposta non è unica.Che cosa sia la CFS è oggetto di studio a livello scientifico,e le teorie messe in campo sono varie e svariate.Io ti posso dire la mia visione della patologia,molto semplice per la verità,a volte le cose sono semplici,ma l'uomo è abile a complicarsi la vita.

sintomi, dubbi, situazioni di vita reali (lavoro, famiglia, hobbies...)com'è il decorso, se eclatante o subdolo, esplosivo o latente..

Alle tue richieste di sopra ti rispondo con molta sinteticità,che per me,la patologia si sviluppa in modo latente e subdolo.Quando ci si rende conto che basta un'infezione a tagliarci le gambe,che non riusciamo piu'a venirne fuori,non è l'inizio della patologia,ma si tratta solo della fase eclatante della stessa.La patologia è già in atto da tempo,ma è tale che noi quasi non facciamo caso a piccoli sintomi strani di lieve inefficienza fisica e psichica,li definiamo sintomi stupidi,dovuti ad un po'di stanchezza,che con un po'di riposo,le distrazioni della vita e la pillolina ad hoc,vanno via ed infatti non ci impediscono di continuare a vivere col solito ritmo.Ma purtroppo quei piccoli segni,avvisaglie,che spesso non ci si ricorda nemmeno,solo solo la punta dell'icemberg,la patologia stà crescendo nel profondo,e quando la stessa è evidente,già si trova allo stato cronico.

Per farti degli esempi,la patologia si allarga a macchia d'olio,è simile all'allagamento di un appartamento,che avviene una stanza per volta,è come riempire un bicchiere a piccole gocce,e poi arriva la goccia che fà traboccare l'acqua,momento in cui noi prendiamo coscienza della cosa ed andiamo dal medico.E da qui'inizia il viaggio che tutti conoscono.Il medico si trova davanti un mostro con piu'teste,cerca di mozzarne una, ma ne ricresce subito un' altra e cosi'si và avanti,tra alti e bassi,e nel frattempo la tua vita si modifica,si restringe,fai sempre meno cose,ti isoli,vivi per stare bene,speri di stare bene,attendi il momento di riprendere da dove avevi lasciato,ma la realtà è un'altra,devi mettere in cantiere di convivere con certi sintomi,sei fortunato se scansi la depressione forte,entri in una nuova dimensione di vita,dove sei poco attore,ma più spettatore.In tale fase,l'unico aiuto piu'valido puo'venirti solo dal Te profondo e spirituale,dalla Fede che ti sostiene,e dalla fortuna d'incontrare i medici adatti.Molto sinteticamente questo è cio'che capita,ma le ragioni di cio'?sono tante e si sommano tra loro,le possiamo riassumere in tutti gli insulti che noi e l'ambiente portiamo al nostro organismo,con la mediazione della sensibilità personale di ognuno di noi.Per cui,c'è chi cade prima,chi dopo,e chi per niente.Ciao.Romeo
_________________


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
DORETTADOREMI


Registrato: Jan 06, 2006
Messaggi: 115
Località: BOLOGNA
Inviato: 2006-01-07 17:23   
Romeo ti ringrazio. Puoi anche darmi qualche indicazione pratica? Cose consigliate, altre vietate, altre da fare con moderazione....alimentazione (è vero che ci sono cibi out ed altri consigliati, quali le verdure?). E' bene fare attività fisica o no, quale ruolo gioca la fibromialgia....terapia della luce, dove? Le lampade UVA (che aiutano anche a fissare il calcio nell'organismo) vanno bene? Per la vista (fotofobia, abbassamento, velo sugli occhi) cosa si può fare? Quali integratori? Ma soprattutto, da CHI andare per un inquadramento diagnostico serio e attendibile? IO NON HO ANCORA UNA DIAGNOSI....sob... Grazie ciao DorettaDoReMi

  Visualizza il profilo di DORETTADOREMI      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2006-01-08 00:45   
Cosa devo dirti,lasciarsi guidare dal buon senso,trovare un buon medico possibilmente naturopata alternativo,meglio ancora un centro multibranche,una buona diagnosi se è possibile,e poi un po'di fortuna non guasta.
Ma Doretta di te hai parlato zero,facci sapere un po'la tua storia,i tuoi sintomi e perchè hai detto che sospetti di avere la cfs?Ciao.Romeo
_________________


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2006-01-09 16:51   
A proposito d'infezioni,virus e farmaci,ricevo ed inoltro.Romeo

In Francia ritirati vaccini immunostimolanti
Il rapporto rischio/beneficio è considerato sfavorevole. Le infezioni recidivanti devono essere gestite con altri mezzi. E in Italia?
06-01-2006 - Fonte: altroconsumo.it



L'AFSSAPS (Agenzia Francese di Sicurezza Sanitaria e dei Prodotti Medicinali) ha deciso di ritirare dal commercio i farmaci immunostimolanti usati per prevenire le infezioni recidivanti delle vie respiratorie in bambini e adulti "fragili".
Si tratta di specialità medicinali che contengono antigeni batterici, cioè frammenti di batteri che, assunti dall'organismo sano, ne dovrebbero stimolare la risposta immunitaria (cioè stimolare la produzione di anticorpi necessari per contrastare il batterio vero e proprio, quando questo attaccherà l'organismo).

Secondo l'agenzia francese "l'efficacia e il meccanismo d'azione rivendicati da questi farmaci non sono dimostrati in base agli attuali criteri richiesti per la valutazione dell'efficacia dei prodotti". In altre parole, l'efficacia di questi farmaci non è dimostrata. Inoltre, scrive sempre l'AFSSAPS, "l'analisi dei dati di sicurezza d'impiego di tali prodotti mette in evidenza effetti indesiderati rari ma potenzialmente gravi, essenzialmente di tipo allergico o cutaneo".

In pratica, questi farmaci sono poco sicuri perché possono causare effetti collaterali di vario tipo: frequenti e transitori come i problemi gastrointestinali (nausea, vomito), la tosse, la febbre o le eruzioni cutanee; ma anche effetti rari e gravi come l'asma e le reazioni allergiche. Insomma, il rapporto rischio/beneficio di questi farmaci immunostimolanti è stato considerato, a oggi, sfavorevole.

In Italia i farmaci appartenenti a questa categoria si trovano in classe C, cioè sono a carico del cittadino, e devono essere venduti dietro presentazione di ricetta medica. Contengono antigeni batterici o lisati batterici e i loro nomi commerciali sono: Acintor, Biomunil, Biostim, Bronchomunal, Bronchovaxom, Immucytal, Ismigen, Paspat. Abbiamo chiesto all'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) perché da noi questi farmaci siano ancora in commercio.

Le stesse prove effettuate per valutare efficacia e sicurezza che hanno portato al ritiro di questi farmaci in Francia non valgono forse anche per l'Italia? Non sarebbe quindi il caso di rivedere il profilo rischio/beneficio di questi farmaci tuttora in vendita in Italia?

L'AFSSAPS ricorda che le infezioni recidivanti, cioè ricorrenti (per cui questi farmaci vengono solitamente prescritti) devono essere gestite con altri mezzi: - nel bambino, queste infezioni necessitano al massimo di farmaci sintomatici, perché sono spesso di origine virale (e non batterica) e tendono a risolversi spontaneamente - nell'adulto, la prevenzione delle infezioni recidivanti deve essere incentrata sulla gestione dei fattori individuali (per esempio allergie, reflusso gastroesofageo) e ambientali (fumo, attivo e passivo) che le favoriscono.

Chi sta assumendo questi farmaci dovrebbe ridiscutere con il medico curante la loro reale utilità.

Altroconsumo.it 20-12-2005


_________________


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2006-01-09 17:31   
Quote:

In data 2006-01-09 16:51, romeo scrive:
A proposito d'infezioni,virus e farmaci,ricevo ed inoltro.Romeo

In Francia ritirati vaccini immunostimolanti
Il rapporto rischio/beneficio è considerato sfavorevole. Le infezioni recidivanti devono essere gestite con altri mezzi. E in Italia?
06-01-2006 - Fonte: altroconsumo.it



L'AFSSAPS (Agenzia Francese di Sicurezza Sanitaria e dei Prodotti Medicinali) ha deciso di ritirare dal commercio i farmaci immunostimolanti usati per prevenire le infezioni recidivanti delle vie respiratorie in bambini e adulti "fragili".
Si tratta di specialità medicinali che contengono antigeni batterici, cioè frammenti di batteri che, assunti dall'organismo sano, ne dovrebbero stimolare la risposta immunitaria (cioè stimolare la produzione di anticorpi necessari per contrastare il batterio vero e proprio, quando questo attaccherà l'organismo).

Secondo l'agenzia francese "l'efficacia e il meccanismo d'azione rivendicati da questi farmaci non sono dimostrati in base agli attuali criteri richiesti per la valutazione dell'efficacia dei prodotti". In altre parole, l'efficacia di questi farmaci non è dimostrata. Inoltre, scrive sempre l'AFSSAPS, "l'analisi dei dati di sicurezza d'impiego di tali prodotti mette in evidenza effetti indesiderati rari ma potenzialmente gravi, essenzialmente di tipo allergico o cutaneo".

In pratica, questi farmaci sono poco sicuri perché possono causare effetti collaterali di vario tipo: frequenti e transitori come i problemi gastrointestinali (nausea, vomito), la tosse, la febbre o le eruzioni cutanee; ma anche effetti rari e gravi come l'asma e le reazioni allergiche. Insomma, il rapporto rischio/beneficio di questi farmaci immunostimolanti è stato considerato, a oggi, sfavorevole.

In Italia i farmaci appartenenti a questa categoria si trovano in classe C, cioè sono a carico del cittadino, e devono essere venduti dietro presentazione di ricetta medica. Contengono antigeni batterici o lisati batterici e i loro nomi commerciali sono: Acintor, Biomunil, Biostim, Bronchomunal, Bronchovaxom, Immucytal, Ismigen, Paspat. Abbiamo chiesto all'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) perché da noi questi farmaci siano ancora in commercio.

Le stesse prove effettuate per valutare efficacia e sicurezza che hanno portato al ritiro di questi farmaci in Francia non valgono forse anche per l'Italia? Non sarebbe quindi il caso di rivedere il profilo rischio/beneficio di questi farmaci tuttora in vendita in Italia?

L'AFSSAPS ricorda che le infezioni recidivanti, cioè ricorrenti (per cui questi farmaci vengono solitamente prescritti) devono essere gestite con altri mezzi: - nel bambino, queste infezioni necessitano al massimo di farmaci sintomatici, perché sono spesso di origine virale (e non batterica) e tendono a risolversi spontaneamente - nell'adulto, la prevenzione delle infezioni recidivanti deve essere incentrata sulla gestione dei fattori individuali (per esempio allergie, reflusso gastroesofageo) e ambientali (fumo, attivo e passivo) che le favoriscono.

Chi sta assumendo questi farmaci dovrebbe ridiscutere con il medico curante la loro reale utilità.

Altroconsumo.it 20-12-2005






Caro Romeo, sono anni che cerco di far capire ai miei fratelli di non somministrare i prodotti da te elencati, ai loro figli!!!

I miei nipotini stanno peggio dopo averli assunti e il loro pediatra insiste che fanno bene e che la reazione è NORMALE!!! ...e continuano ad ammalarsi in modo anche serio...tipo polmonite!!!

Pensa che moltissimi anni fà, a mio marito (che x fortuna non si ammala mai), l'otorino prescrisse un immunostimolante dello stesso tipo; solo perchè da giovane, ti parlo di almeno 20 anni fà, soffriva di faringite catarrale dovuta ad una tonsillectomia eseguita male all'ospedale militare ............

ebbene! fu l'unica volta che si beccò un raffreddore coi fiocchi ed ebbe bisogno di assumere un antibiotico!!!

Da allora non ha più preso nulla, la faringite l'ha curata con i fumenti caldi ed il sedo calcio o la soluzione sulfo balsamica.........e sicuramente è guarito da solo perchè ha un buon S.I. (sto sempre toccando ferro mentre scrivo tutto qst !! )

Finalmente si stanno rendendo conto che la stregrande maggioranza dei farmaci è più dannosa che utile, e che bisogna assumerli davvero ed esclusivamente quando la vita del paziente è in serio pericolo, o quando ci può essere un aggravamento tale da comprometterne la guarigione.............ma non è certo il caso dei farmaci da te menzionati

grazie x l'info, stampo ed invio ai miei cari fratelli!

Raffa

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2006-01-09 17:40 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2006-01-09 21:59   
La mia paura per modo di dire,che se si sommano tutte le notizie non proprio positive sui farmaci allopatici,alla fine stringi-stringi resta ben poco da salvare.Ma su cio'i medici sono abituati a fare orecchie da mercanti,e vanno avanti come se nulla fosse,prescrivendo anche i farmaci chiaccherati,perchè nella nostra cultura vige il principio che l'errore terapeutico se fatto dal medico non è errore,da sempre in campo medico vige la famosa frase,importante che sia il medico a prescrivere,da parte mia tale frase l'ho modificata con l'aggiunta,sempre se sono anche io a condividerne la prescrizione.Quante volte mi è capitato che ho pagato la visita ad un medico,ma non ho assunto i farmaci che mi aveva prescritto,perchè presentavano controindicazioni in relazione ad altri miei problemi.Volendo fare solo qualche esempio,mi son visto prescrivere farmaci anticolinergici,senza considerare la mia stipsi cronica e la mia ipertrofia prostatica.Come pure farmaci alfa-bloccanti senza tener conto della mia ipotensione.Ma di esempi ne potrei fare tanti.Uso la frase se ti informi li eviti i danni. In tutta la mia vita mi sono distratto una sola volta ed ho preso un farmaco per 2 anni,regolarmente prescrittomi da uno specialista,e sto'pagando ancora le conseguenze,per non parlare dei danni subiti irreversibili. Romeo
_________________


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.011903 seconds.