[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » PER MAX
Autore PER MAX
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 15:32   
Caro Max,Te lo mando integrale,è un po'lunghetto.Inoltre c'e coincidenza con quanto afferma Cheney sull'NMDA,di cui attendo la traduzione.Ci ho ripensato troppo faticoso leggerlo,Ti mandero'i pezzi interessanti.Romeo





[ Questo messaggio è stato modificato da: romeo il 2003-09-01 15:51 ]


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 15:54   
I sintomi riportati di solito dai sofferenti di MCS sottoposti a tale esposizione ai solventi, includono una sofferenza a molti organi, compreso l’emicrania, dolori muscolari e alle articolazioni, vertigini, disfunzione conoscitiva incluso confusione, compresa la perdita di memoria e di concentrazione. Questi sintomi sono accompagnati spesso da una gamma ampia di disturbi più variabili. I sintomi principali riferiti con l’esposizione chimica nell’MCS sono impressionatamente simili a quelli cronici nella sindrome da fatica cronica (CFS) e possono essere spiegati dai meccanismi precedentemente proposti per i sintomi CFS (1).

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 15:58   
Elevato Ossido nitrico/Perossinitrito/NMDA come Modello di MCS:

Il mio interesse per la MCS deriva dalle sovrapposizioni presentate tra la MCS e la sindrome da fatica cronica (CFS), la fibromialgia (FM) e disturbo postraumatico (PTSD). Queste hanno sintomi che si sovrappongono, a molte persone sono state fatte diagnosi di avere più di uno di questi disturbi e i casi di ognuno di questi viene riportato per essere stato preceduto da e presumibilmente indotto da stressori a breve termine come un’infezione nel caso di CFS e da una esposizione chimica per la MCS.

Le sovrapposizioni tra queste patologie hanno portato altri a ritenere che possano condividere un meccanismo causale comune (ezilogico). Avendo ipotizzato che gli elevati livelli di ossido nitrico e del suo prodotto ossidante, perossinitrito sono centrali nella causa di CFS, era ovvio sollevare il problema se era probabile che questi potessero essere coinvolti nell’MCS. Io ho proposto un tale ruolo in un articolo pubblicato sugli Annals of the New York Academy of Sciences (4) e in una documentazione successiva, elencando 10 tipi diversi di osservazioni sperimentali che forniscono un sostegno per la teoria che i livelli elevati di questi due composti hanno un ruolo importante nella MCS (5). Queste 10 osservazioni sono elencate nella tavola sottostante (da riferimento. 5).



  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 16:02   
6. In una serie di studi su un modello animale nella MCS ( topi) che comportavano una parziale kindling (progressiva facilitazione della corteccia alla soglia convulsiva) e kindling, si è mostrato convincentemente che sia l'attività eccessiva NMDA, che la sintesi dell’ossido nitrico elevato producevano la risposta biologica caratteristica.



7. I sintomi esacerbati dall’esposizione chimica sono molto simili ai sintomi cronici della CFS (1) e questi possono essere spiegati da numerose proprietà note dell’ossido nitrico, perossinitrito e citochine infiammatorie, ognuno dei quali ha un ruolo nel meccanismo proposto.



8. Queste condizioni (CFS, MCS, FM e PTSD) sono trattate spesso attraverso iniezioni intramuscolari di vitamina B-12 e B-12 nella forma di idrossicobalamina che è un potente spazzino dell’ossido nitrico, sia in vitro che in vivo.



9. Si sa che il perossinitrito produce un potenziamento della permeabilizzazione della barriera emato encefalica e tale permeabilizzazione aumentata è riportata in un modello di MCS di topo.



10. 5 tipi di evidenze implicano l'attività eccessiva di NMDA nell’MCS, un'attività che si sa che aumenta l'ossido nitrico e i livelli di perossinitrito.



  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 20:14   
. SINTOMI DI AVVELENAMENTO CRONICO DA BASSI LIVELLI DI MONOSSIDO DI CARBONIO
Che sia di origini esogene o endogene, il CO nel corpo umano può essere utilizzato o conservato in vari modi fino a quando infine non è espulso. Il CO si lega molto più aggressivamente dell’ossigeno a tutte le proteine eme, specialmente all’emoglobina (Hb). Nel fare questo, riduce il numero di Hb collegati e disponibili per trasportare l’ossigeno e rende più forte il rimanente legame d’ossigeno. Nel muscolo, il CO lega in modo più aggressivo dell’ossigeno la mioglobina (la proteina principale eme nel muscolo) e interferisce così con l’uso dell'ossigeno durante l’attività, specialmente nel muscolo cardiaco.

Il CO attiva cyclase guanilico, che produce GMP ciclico e ossido nitrico sintase, che fa NO, ma danneggia anche il metabolismo dell’energia mitocondriale e la funzione dei citocromi, necessarie per la disintossicazione. Il CO innesca anche uno stress vascolare ossidativo (per produzione di cellula endoteliane di NO e perossinitrito ) e perossidazione dei lipidi del cervello. Molto significativamente, il CO agisce come un neurotransmettitore gassoso nella modulazione di molte funzioni critiche tra cui il tasso della respirazione, la frequenza del battito cardiaco, la vasodilatazione, apprendimento, la memoria e l’adattamento durevole agli stimoli sensoriali (es. odori).

Poichè l'avvelenamento cronico da bassi livelli di CO danneggia l’ossigenazione del tessuto, qualsiasi organo può essere interessato, con il cervello, con il cuore e i polmoni essendo i più sensibili agli effetti del CO. I sintomi più comuni d’avvelenamento cronico da CO sono in effetti gli stessi di quelli dell’avvelenamento acuto, salvo che possono variare notevolmente nel tempo siccome si acutizzano e diminuiscono in risposta alle esposizioni da CO, non solo esogene, ma anche in risposta a qualsiasi stimolo cronicamente stressante, poiché tutti questi stimoli producono HO-1 per rompere le proteine eme in CO (vedere fonti endogene, sopra).

10 sintomi comuni d’avvelenamento da monossido di carbonio
Cefalea
Fatica, debolezza
Dolori muscolari, crampi
Nausea, vomito
Disturbi allo stomaco, diarrea
Confusione, perdita della memoria
Vertigine, incoordinazione
Dolore al torace, tachicardia
Respiro difficile o superficiale
Alterazioni dell’udito, della vista, dell’olfatto, del gusto o del tatto.


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-01 20:16   
Fonti di Monossido di Carbonio endogene (dall’interno del corpo)


Stress di qualsiasi genere producono un potenziamento della produzione di eme ossigenasi-1 (HO-1), il cosiddetto "enzima da stress universale" trovato in tutto il corpo, che si decompone dalle proteine eme in ferro, biliverdina (che è quindi convertita poi in bilirubina, un potente antiossidante) e monossido di carbonio. Gli stress che sono stati indicati causano di produzione di HO-1 negli animali e negli esseri umani includono il calore, la luce, il suono, gli odori, i campi elettromagnetici, le infezioni, i traumi fisici e la tensione mentale o psicologica. Lo stress cronico in un qualunque di questi sentieri porta così alla distruzione cronica dell’eme e all’avvelenamento cronico di bassi livelli di CO. La capacità di così tanti tipi di stress fisici e biologici, chimici e mentali di produrre HO-1 spiega perché i sintomi principali da stress cronico sono così simili all’avvelenamento da CO indipendentemente dagli stressanti (vedete sintomi, sotto). L’attività dell’HO-1 indotto da stress e l'attività relativamente costante di un altro isoenzima, HO-2, che non rispondono allo stress, incidono insieme per almeno il 75% della produzione di CO del corpo umano. Altre sorgenti di CO includono l'auto ossidazione dei fenoli, dei flavenoidi e alometani, la foto-ossidazione di composti organici e la perossidazione lipidica dei lipidi della membrana.

L’attività HO può essere misurata direttamente nel sangue e in diversi organi, ma naturalmente varia ampiamente, mentre i livelli di CO endogeni, che includono anche qualsiasi contributo esogeno, possono essere misurati direttamente nel respiro, nel sangue o nel muscolo. Le più comuni misurazioni del livello di carbossiemoglobina (COHb) identificano solamente la percentuale d’emoglobina che è legata al CO, ma questo è normale nei casi d’avvelenamento cronico da bassi livelli di CO e anche nei casi acuti non coerentemente riferiti ai sintomi.



  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
barbara


Registrato: Jul 23, 2003
Messaggi: 103
Inviato: 2003-09-02 09:22   
Ciao Romeo,
ho trovato i tuoi post molto interessanti, anche perchè sono sempre stata una persona ansiosa, schizzata e, di conseguenza stressata, anche prima di avere tutto questo casino addosso. Io penso che lo stress sia anche un elemento caratteriale che appartiene alle persone (almeno nel mio caso) dipende molto dal modo di affrontare le situazioni. Lo stesso evento viene vissuto in modo diverso da persona a persona, c'è chi si carica subito di tensione e chi, invece, riesce a razionalizzare e affronta la situazione con maggiore serenità. Il segreto potrebbe essere quello di imparare a distinguere le cose importanti da quelle meno importanti e vivere alcuni momenti con maggiore superficialità.... a riuscirci!!!!
Per il momento mi accontenterei di imparare a rilassarmi e a recuperare un po' di energie, ci sarà pure un modo per disintossicarsi!!!!!!
Speriamo di arrivarci presto tutti.
Un saluto.
Barbara


  Visualizza il profilo di barbara      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-09-11 18:09   
Cara Barbara ti rispondo sul topic Amalgama.Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.014948 seconds.