[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » OLTRE AL RIPOSO CHE SI PUO' FARE??
Autore OLTRE AL RIPOSO CHE SI PUO' FARE??
giuly56


Registrato: Sep 30, 2005
Messaggi: 7
Località: CARRARA
Inviato: 2005-10-06 09:39   
Cari amici,
grazie mille delle vostre risposte e della compagnia vorrei però sapere un'altra cosa:
oltre al riposo e all'attesa di nuove cure cosa posso fare per mia figlia che a 25 anni studentessa universitaria sente la vita rovinata?
Dopo tanti anni mi ha chiesto "Perchè mamma ho tante cose da voler fare e non posso sono sempre tanto stanca??"
I suoi occhi hanno incrociato i miei e per la prima volta in tanti anni di battaglie mi sono sentita inutile,solo chi è madre capisce questo senso di impotenza -tremendo!!.
Ma non voglio angustiarvi oltre consigliatemi per favore qualche cosa che possa dargli un po' di energia che voi abbiate provato es: pappa reale - ginseng ecc che la tirino un po' su.
grazie
mamma Giuly


  Visualizza il profilo di giuly56      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
barbarita


Registrato: Mar 24, 2005
Messaggi: 470
Inviato: 2005-10-06 09:53   
ciao giuly!
in base alle mie conoscenze io escluderei il ginseng per la ragazza, è un tonico più "maschile". ci sono tante cose ... vitamine, oligoelementi, fitoterapia, sali minerali ecc.
se puoi scrivi o fai scrivere da lei spiegando meglio i suoi sintomi, anche in pvt se vuoi, perché non è che un prodotto vale l'altro e usarli in modo improprio finisce per sovraccaricare lo smaltimento di tossine già in atto.
se posso volentieri ti dò un consiglio, ma poi la cosa migliore sarebbe sentire anche il medico curante perché già è dufficile avendo davanti la persona e conoscendola, così lo è maggiormente!

il mio campo è la naturopatia, poi c'è chi è più esperto in omeopatia e chi in medicina allopatica ... vedrai che la ragazza ce la fa!!!

serena giornata!!


  Visualizza il profilo di barbarita      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2005-10-06 10:36   
Cara Giuly,
ti capisco benissimo!! ho una ragazza di 27 anni che ha ereditato la mia stessa predisposizione del S.I. ad essere poco reattivo; ha avuto mononucleosi e frequenti infezioni da CMV; purtroppo così anche x il ragazzo di 22 anni, ancora con leggeri strascichi di unanomonucleosi contratta alla fine dell'agosto del 2004!!!
entrambi hanno ancor anel sangue gli anticorpi elevati dei 2 virus........più altri problemini ereditati da me......che non sono di facile risoluzione..........ma ce la faranno......... come c ela farà la tua ragazza!

Ricorda che una CFS "giovane", in soggetto giovane, ha ottime possibilità di regredire!!!

Comprendo le parole di tua figlia; dille di non scoraggiarsi, c'è sempre un rimedio, x qualsiasi cosa.........ricorda qst frase e ripetila spesso alla tua ragazza..............

ora devo rimettermi in sesto, ho un fortissimo mal di testa, e devo andare al lavoro; spero stasera di poterti dare delle informazioni adatte al vostro caso, in pvt..........ti sono vicina ma abbi fede..........nulla è perduto!!

Un abbraccio Raffaella


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-10-06 11:14   
Cra Giuly

io la papa reale non la posso prendere xché faccio allergie.
Il ginseng me l'hanno consigliato come uno dei migliori prodotti x rinforzare il sistema immunitario...
Di fatto: almeno l'umore migliorava, PERÒ sono aumentate le tachicardie, mi svegliavo di notte coi cardiopalmi, e innescava uno stato ansioso.
Alla lunga l'ho smesso, senza aver visto sto gran che sulle riserve di energia...

Nella CFS bisogna assolutamente tenere presente che:
- ci sono reazioni paradossali a sostanze insospettabili!
- ognuno è un caso a sè!
- quello che fa bene a me non è assolutamente detto che vada bene a un altro!

Premesso questo,
io mi sono trovata bene con integratori che mettono una pezza al danno mitocondriale della CFS. Ma a tanti questi integratori danno ansia.

L'ideale sarebbe trovare chi da un aiuto biologico al quadro CFS, e CFS di tua figlia.

MA C'È UN RISCHIO, che vedo sulla mia pelle:
con integratori, o quel che sia, effettivamente hai ernergie in più, che è un po' quello che tutti vorrebbero (pazienti e medici), poi però fai di più e abbassi le guardie sui tuoi limiti, e così la malattia, invece che migliorare peggiora.
La malattia va rispettata!

Il management della malattia x conto mio è PRIORITARIO!
C'è un medico qua, che lavora quasi esclusivamente su questo, quando i pazienti hanno imparato a non superare i propri limiti, c'è una diminuzione della sintomatologia, e dopo un po' il malato può garantire un certo numero di ore di produttività, senza farsi male!
Sembra poco, rispetto alla condizione di sani, ma rispetto alla condizione di malato CFS è tantissimo!
Poter arrivare a dire che "dalle...alle... tutti i giorni, io posso garantire la mia presenza" è tantissimo!

Va anche attentamente valutato lo stato del morale.
Se c'è una componente depressiva, che spesso si somma alla CFS, va assolutamente curata parallelamente.
Una depressione non curata, arrischia di cronicizzarsi.
Presa subito, si può risolvere con una cura breve e sospendendola poi senza danni.
Nel caso, bisogna trovare assolutamente un medico che conosca BENE la CFS, e che sappia:
- un CFSssino ha reazioni paradossali ai medicamenti.
- a un CFSsino non si possono dare le dosi normalmente date a altri pazienti! ci sono pazienti CFS che si trovano bene con dosi a 1/10 di quelle normalmente consigliate.
- il farmaco dev'essere un farmaco DOSABILE!!!
- c'è una letteratura sui farmaci e CFS, ci sono farmaci che hanno dato miglior risultati di altri (anche se le statistiche valgono poco in pratica...)
- trovare quello che funziona può implicare vari tentativi.

CORAGGIO!!!

ti ho scritto in privato, hai visto?


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-10-06 11:24   
Posso essere sincero? Secondo me non esiste al momento migliore medicina del riposo.....
Tutto il resto è soggettivo ed oggettivo!
Forse pregare aiuta.


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
memole74


Registrato: Jan 08, 2004
Messaggi: 391
Località: Oltrep? pavese
Inviato: 2005-10-06 18:38   
Io penso che la cura migliore sia riuscire a vivere una vita tranquilla e serena , come dicono in molti lo stress è causa di questa malattia.

Cmq ci sono tanti prodotti omeopatici , che danno energia prova a farti consigliare da un omeopata.

Oggi in farmacia ho trovato un nuovo prodotto della roeder mi sembra interessante , si chiama Astenase.

Integratore di vitamine del gruppo B , creatina e arginina, zinco ferro e selenio , vitamine c, e, piu sali minerali Mg-K.

vi segnalo questo link.
http://www.roeder.it/_it/prodotti/stanchezza/01.html#


[ Questo messaggio è stato modificato da: memole74 il 2005-10-06 18:44 ]


  Visualizza il profilo di memole74   Email memole74        Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-10-06 18:57   
Massimo riposo,mettersi in pausa accettata e voluta,non sofferta.Dieta leggera,disintossicante,con centrifugati di frutta e verdura,bere molto,un bicchierino di aloe la mattina,colazione con orzo, latte di riso e biscotti senza zucchero,una fialetta di telergon dopo colazione.A cicli un probiotico ed integratore di magnesio,anche cloruro di magnesio và bene,la funzione intestinale và migliorata a tutti i costi.Stare lontano da farmaci tipo modulatori del sistema immunitario,corticosteroidi, antivirali e antidepressivi,sia allopatici che omeopatici.Evitare al max gli stress,e qualora,proprio fosse necessario,qualche goccia di lorans,prese in modo saltuario,in caso di forte abbattimento o forte preoccupazione,no agli antidepressivi che di solito prescrivono.Per il resto far fare all'organismo stesso,senza mettergli il bastone tra le ruote,come fanno,invece,molti medici,prescrivendo farmaci a go'go',tua figlia è giovane puo'farcela,ma non deve commettere errori,e poi ci vuole anche un po'di ottimismo.Ciao.Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
jonnyblu


Registrato: Aug 11, 2005
Messaggi: 303
Località: TRAMUTOLA
Inviato: 2005-10-06 21:59   
giuly, non so quanti ha tua figlia, io soffro di cfs da quando avevo 18 anni, anzi 17 e tre quarti. vuoi sapere cosa si può fare altre al riposo? te lo dico io. tutto, tutto quello che faceva prima, ma molto, molto, molto, più lentamente. bisogna rieducarsi a vivere. e poi voglio darti un consiglio di cuore, fai scrivere atua figlia le cosa che vuole dire. tu non fare da tramite. dalle lo spazio per parlare. le farà molto bene. è il primo passo verso una maggiore consapevolezza delle proprie capacità . voglio vedere il post di tua figlia su questo forum. ok? forza e coraggio.

  Visualizza il profilo di jonnyblu   Email jonnyblu      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
jonnyblu


Registrato: Aug 11, 2005
Messaggi: 303
Località: TRAMUTOLA
Inviato: 2005-10-06 22:03   
che sbadato, vedi la cfs. tua figlia a 25 anni. io 28. siamo quasi coetanei. io pure ho tanti progetti e piano piano li realizzo. senza fretta. mi raccomando senza fretta. gli aiuti che sùcerchi tu non sono aiuti che cambieranno la vita a tua figlia. perchè la vita di tua figlia è gia cambiata. deve solo capira che non è più come prima. ora è divesra, con tempi diversi.

  Visualizza il profilo di jonnyblu   Email jonnyblu      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Celafarò


Registrato: Jan 21, 2003
Messaggi: 71
Località: Roma
Inviato: 2005-10-07 11:11   
Ciao Giuly,
io in genere nei periodi di grossa difficoltà mi davo delle priorità (valide nel mio caso naturalmente):
- Lavoro cercare di terminare la giornata con risultati dignitosi
- La mia dolce metà vederla se possibile
- Tutto il resto fare quello che riuscivo a fare senza preoccuparmi se non ci riuscivo.

Se avevo (a volte ho) il fiatone a camminare mi siedo e faccio una cosa che in condizioni normali sembra nulla ma in quei momenti è uan conquista: mettere in ordine i cd per esempio.

In poche parole "adattarsi alla situazione".

E nelle crisi più forti specie se ero a lavoro una mezza pastiglia della cura di Bari nell'ultimo anno (crisi saltuarie)è servita.

E NON MOLLARE MAI!!!!!

Spero possa essere d'aiuto!


  Visualizza il profilo di Celafarò   Email Celafarò      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
barbarita


Registrato: Mar 24, 2005
Messaggi: 470
Inviato: 2005-10-07 11:29   
giuly, io personalmente concordo con jonnyblu ...

fai scrivere la ragazza, lasciala esprimere le sue sensazioni, le sue paure, i suoi dubbi....

un abbraccio e forza!

...la vita è pur sempre meravigliosamente incredibilmente bella!!!!!!!!!

barbara



  Visualizza il profilo di barbarita      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.010231 seconds.