[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » UNA MAMMA IN PENA
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore UNA MAMMA IN PENA
giuly56


Registrato: Sep 30, 2005
Messaggi: 7
Località: CARRARA
Inviato: 2005-09-30 22:23   
Dopo tanti anni passati da un dottore all'altro diamo approdati Dal PROF. TIRELLI che con poche domande e 10 minuti di visita ci ha dato la diagnosi:CFS . Che stupide uscendo dalla sua visita ridevamo contente perchè qualcuno ci aveva credute.Solo dopo abbiamo capito la serietà della malattia, e ringrazio voi che ci avete dato più informazioni di quante ne abbiamo ricevute in diverse visite dal Professore.Ultimamente gli abbiamo chiesto un certificato che attesti la malattia e lui scocciato non c'e l'ha fatto dicendo che tanto non ci serve.Questo modo brusco di trattare mia figlia e la visita per 12 minuti 300 euro ha fatto perdere un po' di fiducia.Secondo Voi perchè non ha rilasciato la certificazione? Ed ora cosa scegliere in quale altro centro andare?Pavia-Chieti-Verona?
GRAZIE se potete aiutarmi.
mamma Giuly


  Visualizza il profilo di giuly56      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Crimar


Registrato: May 21, 2005
Messaggi: 20
Località: Milano
Inviato: 2005-10-01 11:43   
Pare che il centro migliore sia quello di Chieti; io sono stato ricoverato lì la settimana scorsa e sono attualmente in attesa di ricevere gli esiti (e magari anche la terapia!) dei numerosi accertamenti a cui sono stato sottoposto. Leggendo il tuo messaggio mi è sorta spontanea una considerazione: vorrei avere anch'io una mamma come te... Invece la mia è convinta che il problema sia solo psicologico, fingendo di ignorare i miei dolori e l'oggettivo sconvolgimento che ha subìto la mia vita nell'ultimo anno e mezzo.
Cristiano.


  Visualizza il profilo di Crimar   Email Crimar      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
jonnyblu


Registrato: Aug 11, 2005
Messaggi: 303
Località: TRAMUTOLA
Inviato: 2005-10-01 15:04   
vi sono semplicemente vicino. a tutti e due. da 11 anni ormai di cfs, vi sono vicino e vi vapisco in pieno.

  Visualizza il profilo di jonnyblu   Email jonnyblu      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2005-10-01 15:41   
Cara Giuly,
benvenuta sul forum e come mamma ti sono davvero vicina........

hai scritto che ti sei recata più di una volta dal prof. Tirelli, una volta acclarata la diagnosi, non capisco perchè il prof. vi ha negato una certificazione; e lo trovo anche strano perchè di solito, lui certifica anche dettagliatamente cosa comporta la CFS e i suoi deficit funzionali in caso di malato lavoratore......

NON sono una sua paziente nè tantomeno una sua "supporter", però x quanto riguarda le certificazioni che possono servire in caso di istanza di invalidità o cmq per il datore di lavoro, mi pare che Tirelli non si sia mai tirato indietro; cosa che invece ha fatto Chieti; qst lo dico, perchè una nostra amica iscritta al forum, aveva avuto le tue stesse difficoltà con Chieti (che apprezzo molto come centro) e NON con Tirelli...............

Non so per quale uso ti occorre la certificazione, ma insisti, perchè è un tuo diritto averla..........un caro saluto e auguri x tua figlia

Raffaella


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
giuly56


Registrato: Sep 30, 2005
Messaggi: 7
Località: CARRARA
Inviato: 2005-10-02 16:27   
PER CRISTIANO
grazie mille per la tua pronata risposta, e non te la prendere è difficile ammettere questa malattia e spesso viene scambiata per "pigrizia" ma solo chi ti è davvero vicino può capirti.Spesso mi hanno accusato di essere iperprotettiva senza sapere che questa maledetta malattia(cfs) ha scombussolato la vita di mia figlia e di tutta la famiglia.Vorrei msapere se non ti è troppo disturbo le modalità per avere il ricovereo a Chieti, i tempi di attesa e se nel fare gli esami questi sono invasivi e o dolorosi.grazie e ci sentiamo presto.


  Visualizza il profilo di giuly56      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
giuly56


Registrato: Sep 30, 2005
Messaggi: 7
Località: CARRARA
Inviato: 2005-10-02 16:29   
per Jonny
grazie dellaq tua solidarietà, mi dispiace che anche tu sei della partita ma coraggio il futuro sarà più bello il bicchiere non è mezzo vuoto ma mezzo pieno.
saluti
Giuly


  Visualizza il profilo di giuly56      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
giuly56


Registrato: Sep 30, 2005
Messaggi: 7
Località: CARRARA
Inviato: 2005-10-02 16:38   
Cara Raffaella,
grazie ho letto molte volte i tuoi interventi e ti considero un'esperta. La certificaione che chiedevamo non ci serviva a molto ma forse a far capire a tanta gente che i malanni di mia mia figlia non fossero "somatizzazioni" "depressioni""storie".Anche il medico di base è scettico e quando gli abbiamo parlato della cosa ha detto che conosce la malattia già da diversi anni (ma non si era mai interessato a sufficienza sottolineo io)
Mia figlia inizialmente fiduciosa in Tirelli è rimasta delusa dall'ultima visita 12 minuti comprensivi di ascensore salita/discesa senza che ci ascoltasse minimamente.Quanti di noi riescono a guadagnare 300 euro in 12 minuti.
Senza considerare da parte nostra il costo del viaggio e del mancato lavoro.Mia figlia Ha deciso di sospendere la cura che lui gli ha dato,perche pensa che tali cure possano invalidare gli esami che in alri centri le possano fare. Cosa dici Chieti-Verona o Pavia??
grazie ancora
Giuly


  Visualizza il profilo di giuly56      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2005-10-02 17:20   
Ciao Giuly,

ha ragione tua figlia, ha fatto bene a sospendere "la cura" se ha intenzione di farsi ricoverare, visto che siete a metà strada, e non conoscendo personalmente Verona, vi consiglierei Chieti, anche se le delusioni sui tempi di attesa ci saranno............

Sto consigliando il centro di Verona a persone del Nord, ma non so come operano, in qst caso Daniela/aladin, potrà darti maggiori informazioni.

X Pavia, non mi risulta che sia già attivo un centro x la diagnosi di CFS, so che già qualche medico riceveva dei pazienti, ma qst ultimi non sono rimasti x nulla soddisfatti............ma NON è ancora il centro di cui si è parlato già da quasi un anno, quello dove ricevono i medici di Pavia, altro non saprei dirti...........

Forse dovreste contattare direttamente il prof. Pizzigallo di Chieti e sentire lui, riceve in privato a Pescara, la visita NON dura 10 minuti e non ha ssolutamente il costo delle visite che avete finora pagato.

Auguri.........Raffaella...

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2005-10-02 17:23 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
vogliodormirebene


Registrato: May 03, 2005
Messaggi: 99
Inviato: 2005-10-03 16:16   
Potete darmi il recapito telefonico del dott. Pizzigallo di Chieti? Grazie. Laura-Pg...Quanto prende?

  Visualizza il profilo di vogliodormirebene      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-10-03 17:12   
Cara Giuly

Partecipo vivamente alla vicenda che fa soffrire te e tua figlia!
Tutta la mia solidarietà!

Dalla mia esperienza, direi che i medici sono molto meglio disposti a stendere rapporti, diagnosi ecc, se è un loro collega che li richiede!
non ho capito perché, ma noi pare non contiamo...

Quanto al "potere" di una diagnosi e al suo eventuale peso presso altri medici che "si sono fatti la loro idea su cos'è la CFS"...
io sto disperando!

Io ho 2 diagnosi CFS di medici specializzati in CFS, + 2 diagnosi di CFS da medici che più o meno la conoscono... più 1 diagnosi di Fibromialgia del reumatologo...
NONSTANTE CIÒ:
mi sto leggendo tutti i rapporti degli altri medici che sono stati fatti sul mio conto (e che i medici si sono scambiati tra loro) e TUTTI, (malgrado le diagnosi) HANNO SCRITTO CHE LA CFS NON SI PUÒ VERAMENTE DIRE CHE ESISTA, E CHE IL PAZIENTE È DA INDIRIZZARE A TRATTAMENTI PSICHIATRICI DATO UN PROBLEMA DI SOMATIZZAZIONE.

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!!!

Altro rischio visto ultimamente:
ci sono medici che ammettono l'esistenza della CFS come entità medica accertata, ma poi si sono fatti la loro idea di che cosa sia...
Ti faccio notar che il protocollo diagnostico più in uso (CDC Atlanta Fukuda 1994) dice "stanchezza persistente, non spiegata medicalmente".
Che non sia spiegato, non è del tutto vero, ma secondo gli standard diagnostici tradizionali corrisponde a vero, xché "in genere i valori sono normali" e se "ci sono valori alterati, il paziente va indirizzato verso un'altra diagnosi".

Malgrado questo, ci sono medici che hanno letto di macchie nel cervello nella CFS, e "pretendono" che tu le abbia... ma non hanno letto che solo il 20% dei pazienti CFS le ha... e ancora una volta ti rimandano a casa con l'antidepressivo.

Altri si sono messi in testa che la CFS è una malattia infiammatoria.... e "pretendono" che il paziente abbia la VES alta... Ma semmai, il paziente CFS si contraddistingue x una VES stranamente bassa... ma questo non l'hanno letto, e ancora ti rimandano a psichiatria...

Come regola base, a questi medici andrebbe ricordato CHE NON SI POSSONO INVENTARE IL PROTOCOLLO DIAGNOSTICO!!!

Altro punto:
Il protocollo diagnostico citato sopra, dice che devi avere i criteri maggiori, e parte dei criteri minori (mi sembra 4), se corrispondi, hai la CFS.
Ma di base, se hai un affaticamento severo, che perdura da più di 6 mesi, le indagini differenziali non hanno evidenziato nessun'altra strada che spiegherebbe l'affaticamento, hai CFS, ma se non corrispondi completamente ai criteri diagnostici, avrai la CFS idiopatica,
che però, viene sottolineato, "non è un'altra diagnosi".

Sapere è potere, comincio a pensare che tutti noi dovremmo conoscere a memoria ALMENO il protocollo diagnostico del CDC Fukuda 1994!

Coraggio cara!
Un bacio a tua figlia!


[ Questo messaggio è stato modificato da: KIO il 2005-10-03 17:14 ]


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
flavia


Registrato: Aug 10, 2005
Messaggi: 55
Inviato: 2005-10-03 17:56   
Ciao Kio...
scusate se mi intrometto ma mi interessava questa cosa della cfs come malattia infiammatoria e la connessione con il valore della ves.
Io non ho ancora nessuna diagnosi, ma a roma hanno ipotizzato cfs e sto facendo accertamenti..
il mio punto di partenza oltre alla febbre e alla stanchezza è proprio la ves un pò altina(fino ad ora l'unico valore sballato).. hai qualcosa da leggere in merito? mi chiedo...perchè se i pazienti con la cfs hanno la ves bassa ipotizzano cfs anche per me che ce l'ho alta?
grazie!

Flavia


  Visualizza il profilo di flavia      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-10-03 18:57   
Porto il mio contributo alla discussione dicendo che in fatto di diagnosi la cfs è un vero rompicapo,io da sempre ho ritenuto che l'aspetto neuro-psichico-depressivo-somatico è da escludere nella eziologia della patologia in oggetto,ma col trascorrere degli anni con la patologia,si producono delle disfunzioni anche a livello del s.n.c. per cui è facile che alcuni medici finiscono col perdere la bussola,creandosi idee differenti sulla patologia,bollandola di inesistente come patologia a se stante e facendola rientrare nel calderone solito delle patologie del sistema nervoso ecc.ecc.

Queste sono le considerazioni oggettive sulla cfs:


La sindrome da affaticamento cronico è una di quelle situazioni in cui la medicina non può offrire una sola spiegazione ma un ventaglio di ipotesi, ciascuna delle quali rende ragione di una quota più o meno grande di casi. In particolare un buon numero di conferme è stato accumulato dall'«ipotesi virale». Anche perché negli ultimi decenni sono state scoperte nuove malattie virali e nuove tecnologie che hanno consentito di identificare e di spiegare alcune malattie neuroasteniche che prima avevano solo spiegazioni vaghe. Tra le nuove malattie che potrebbero offrire una spiegazione della genesi della CSF post virale ci sono le patologie da HTLV1 e 2, o da HIV (cioè il virus dell'AIDS). Ma si sono messi in luce anche aspetti prima sconosciuti dell'azione di virus già noti, come il virus di Epstein Barr o EBV, responsabile della mononucleosi.

Un effetto collaterale dell’infezione
Va premesso che quando si parla di origine virale non si intende dire che il virus provoca direttamente la malattia: il virus provoca l'infezione e questa a sua volta causa alcune modificazioni del sistema immunitario, in particolare delle cellule che producono determinate sostanze, le citochine. Sarebbe poi questa alterazione nella produzione di citochine la responsabile di sintomi come febbre persistente, la spossatezza e gli altri indicati per descrivere la sindrome da affaticamento cronico. Effettivamente, con l’accumularsi dei casi e delle indagini si è visto che il sistema immunitario dei pazienti presenta in un numero elevato di casi alcune modificazioni particolari. In linea generale è tipico che si presenti un aumenti di Interleuchina-1 a, tra l’altro responsabile della febbricola persistente tipica della CFS, il Fattore di Necrosi Tumorale alfa (TNF-alfa) e l’Interferone gamma, tutte sostanze prodotte dal sistema immunitario. Oltre al profilo delle citochine prodotte, cambia anche il rapporto tra le diverse cellule immunitarie (i globuli bianchi, per intendersi) e così si riscontra un aumento dei linfociti CD 4 T e livelli più bassi dei linfociti CD 8.

Un colpevole, ma forse più di uno
Questi gli effetti, altro è dire quale virus potrebbe essere implicato. La risposta è piuttosto complessa, perché per alcuni virus il legame con l'insorgenza della CFS è più evidente, ma in compenso non sono abbastanza diffusi da giustificare le dimensioni del fenomeno. Importante sul piano epidemiologico è invece il ruolo di altri due virus: quello della meningoencefalite mialgica o MEM e il virus di Epstein Barr. Sono entrambi molto diffusi, basti pensare che nel 50-60 per cento delle autopsie si riscontra che il soggetto è stato infettato dal virus di Epstein Barr. Però anche se il virus della MEM è molto diffuso, la memingoencefalite mialgica è molto rara e i casi si concentrano prevalentemente nel Nord Europa.
In pratica il virus di Epstein Barr è quello che meglio consente di spiegare una quota rilevante dei casi. Tuttavia anche altri virus sembrerebbero in grado di provocare reazioni analoghe. Per esempio il Parvovirus umano B19, responsabile di manifestazioni reumatiche, ha dimostrato di suscitare risposta e alterazioni immunitarie analoghe a quelle che si riscontrano nei pazienti colpiti da CFS.

E se non fosse il virus...
Comunque quella virale non è l’unica ipotesi. Più recentemente sono stati condotti studi anche sul ruolo di una possibile alterazione del sistema nervoso centrale. Per esempio paragonando i pazienti affetti da CFS con quelli sani dopo uno sforzo fisico si è visto che nei primi sono presenti anomalie nei livelli circolanti dei precursori della serotonina e dei modulatori della dopamina, due neurotrasmettitori fondamentali anche per i meccanismi di percezione dello sforzo e della fatica. A sostegno della tesi si è anche osservato che alla CFS si accompagnano, almeno nella metà dei pazienti, alterazioni del metabolismo di alcune aree cerebrali e anche alterazioni, come la demielinizzazione, comuni a malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla. Però, e forse il cerchio si chiude, anche per quest’ultima è stata avanzata l’ipotesi che un virus possa essere uno dei fattori scatenanti...




  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-10-03 23:28   
Cara flavia

a tutt'oggi, non esiste valore di laboratorio che permetta di dire "questa è CFS".

In genere tutti gli esami di routine sono normali.

La VES in inglese diventa ESR(vedi sotto)

il CDC di Atlanta dice che se ci sono valori alterati nei seguenti esami, bisogna prima cercare altrove, e non subito pensare a CFS:
http://translate.google.com/translate?u=http%3A%2F%2Fwww.cdc.gov%2Fncidod%2Fdiseases%2Fcfs%2Fabout%2Fdefinition%2Fscreening.htm&langpair=en%7Cit&hl=it&ie=UTF-8&oe=UTF-8&prev=%2Flanguage_tools
(...)
Prove specificamente suggerite per selezione del CFS

Le prove elencate sotto specificamente sono state suggerite nell'articolo cronico di definizione di caso di sindrome di affaticamento (CFS) dal Dott. Fukuda e colleghe aiutare i medici nei pazienti della selezione per CFS.

- Conteggio completo di anima (CBC):
Una goccia di anima contiene un certo numero di tipi differenti delle cellule, compreso le cellule di anima rosse (eritrociti), macrofagi, neutrofili, basophils, eoisinophils, linfociti di B e linfociti di T, tra altri. Le differenze nel numero o nell'apparenza di c'è ne di queste popolazioni delle cellule hanno potuto servire da indicazione di una certa malattia underlying. La lista delle possibilità è troppo lungo lontano da delineare qui.

- Tasso di sedimentazione dell'eritrocito (esr):
Questa misura indica il tasso a cui le cellule di anima rosse si sistemano in un tubo. Un tasso aumentato della sedimentazione può servire da specie dell'indicatore generale di infiammazione nel corpo.

- Amminotransferasi dell'alanina (alt):
L'attività di questo enzima è misurata nel plasma sanguigno. I livelli elevati di questo enzima possono essere un'indicazione di epatite virale e di altre forme dell'affezione epatica.

- Proteina totale:
Misura della concentrazione nella proteina totale in plasma. Le concentrazioni elevate riflettono la disidratazione, che potrebbero essere attribuibili al vomito, alla diarrea, alla malattia del Addison, all'acidosi diabetica e ad altre circostanze.

- Albumina:
L'albumina è la proteina più abbondante trovata nel plasma sanguigno, rappresentante 40 - 60% della proteina totale. I livelli ridotti dell'albumina possono riflettere una varietà di termini, compreso l'affezione epatica primaria, di ripartizione aumentata delle macromolecole derivando da danni o dall'infiammazione del tessuto, di sindromi di malassorbimento, di malnutrizione e di malattie renali.

- Globulina:
Le globuline sono un gruppo vario delle proteine nell'anima ed insieme rappresentano le seconde proteine comuni (dopo albumina) nella circolazione sanguigna. Un'altezza nel livello della globulina del siero può indicare la presenza della cirrosi del fegato.

- Fosfatasi alcalina (ALPE):
Le fosfatasi alcaline sono una famiglia degli enzimi che sono presenti durante il corpo. I livelli elevati dell'cAlpe sono associati con fegato e disordini dei dotti biliari e le malattie dell'osso.

- Calcio:
I livelli aumentati del calcio del plasma possono indicare la presenza della malattia o del hyperparathyroidism maligna. Di meno comunemente, potrebbe riflettere il thyrotoxicosis, l'intossicazione della vitamina D, l'uso di diuretics di thiazide, la sarcoidosi ed altri disordini. I livelli ridotti del calcio possono riflettere la mancanza della vitamina D, la malattia renale, il hypoparathyroidism, la mancanza del magnesio ed altri disordini.

- Fosforo:
I livelli aumentati dello ione del fosfato del plasma possono indicare l'indebolimento renale imminente, il hypoparathyroidism, l'acromegalia, la presa eccessiva del fosfato e l'intossicazione della vitamina D. I livelli acutamente diminuiti del fosfato del plasma possono riflettere la mancanza della vitamina D, il hyperparathyroidism primario, la mancanza del magnesio ed il ketoacidosis diabetico.

- Glucosio:
I livelli elevati del glucosio di anima possono essere un'indicazione del mellitus del diabete. i livelli Basso-che-normali del glucosio di anima (hypoglycemia) possono essere causati spesso transitoriamente in una varietà di sensi, e devono essere esaminati nei termini clinici specifici prima di collegare questo che trova a tutti i disordini clinici.

- Azoto ureico nel sangue (BUN):
Le varie malattie renali possono condurre ad un aumento nella concentrazione di urea nel plasma sanguigno.

- Elettroliti:
Questa prova misura i livelli degli ioni caricati dissolti nell'anima e nell'urina, compreso sodio, potassio, il calcio, il magnesio, il cloruro, il bicarbonato, il fosfato, il solfato ed il lattato. Virtualmente tutti i processi metabolici nel corpo dipendono dalla presenza di questi ioni caricati, le concentrazioni di cui sono controllate strettamente. Le deviazioni dai livelli normali di ciascuno di questi cationi possono riflettere un'ampia varietà di problemi clinici, troppo numerosa al particolare qui.

- Creatinina:
I livelli elevati della creatinina del plasma possono indicare la funzione renale alterata.

- Ormone di stimolazione della tiroide (TSH):
Ciò è una prova della funzione della tiroide. i livelli Alto-che-normali di TSH possono indicare che l'ipotiroidismo ed i livelli basso-che-normali possono suggerire l'ipertiroidismo. Nei casi rari, i livelli elevati di TSH possono essere causati dai tumori pituitari.

- Analisi delle urine:
L'urina può essere esaminata per una varietà di indicatori diagnostici, compreso amilasi, bilirubina, creatinina, gli zuccheri, la transferasi del g-glutamil, l'emoglobina, la deidrogenasi del lattato, il osmolality, gli elettroliti, la mioglobina, la proteina, l'urea e molto. I livelli elevati dell'amilasi possono indicare la malattia pancreatica; la bilirubina aumentata dell'urina livella danni o la malattia del fegato del segnale; l'alta transferasi del g-glutamil del siero suggerisce la cirrosi biliare di ostruzione, della colangite, di cholecyctitis e dell'alcoolizzato; la deidrogenasi aumentata del lattato in urina è associata con la glomerulonefrite, il erythematosus sistematico di lupus, il nephrosclerosis diabetico ed i malignancies del rene e della vescica; e così via.



Esempio di un piano d'azione clinico che richiede ulteriore prova di laboratorio
I pazienti con i risultati insoliti nel suddetto insieme delle prove di laboratorio probabilmente hanno un disordine underlying tranne CFS che il medico può diagnosticare con successo con ulteriore prova. Per esempio, se un paziente avesse bassi livelli dell'albumina del siero insieme ad un risultato alto-che-normale sulla prova dell'azoto ureico nel sangue, la malattia del rene sarebbe ritenuta sospetto. Il medico potrebbe allora scegliere ripetere le prove relative e possibilmente aggiungere i nuovi mirati specificamente a delucidare la malattia renale.

Tuttavia, più di 90% dei pazienti che si presentano con l'affaticamento severo esaminerà ai livelli normali a serie di prove di laboratorio elencate sopra.

Supponendo che ci è niente nell'esame fisico o nella storia personale del paziente che suggerisce un senso libero al medico, nessuna ulteriore prova di laboratorio è suggerita.

Prove che sono sperimentali e non dovrebbero essere usate per la diagnosi clinica di CFS

Ci sono un certo numero di prove che, mentre possono essere sotto ricerca legittima negli studi di CFS, non hanno programma di utilità provato nella diagnosi di CFS. Alcuni di questi sono inclusi sotto.

Prove di Serologic

Virus di Epstein-Barr (EBV):
Questo herpesvirus è associato con la mononucleosi contagiosa. EBV inizialmente è stato considerato il candidato più probabile come l'agente causativo negli studi recenti del CFS. More indica chiaramente che molti casi di CFS non hanno associazione con l'infezione di EBV. Di conseguenza, la prova serologic a EBV non ha programma di utilità per la diagnostica CFS.

Enterovirus:
Questo gruppo dei virus è chiamato a causa della loro tendenza registrare ed infettare gli individui attraverso il tratto gastrointestinale (enteron è la parola greca per l'intestino), ma principalmente sono associati con le circostanze cliniche che interessano il sistema nervoso. Gli esempi delle malattie causate da questi virus sono poliomelite, la meningite asettica e l'encefalite. Alcuni ricercatori medici ritengono che questi virus possano causare le forme più delicate della malattia in un sottoinsieme dei pazienti, con conseguente debolezza del muscolo o affaticamento piuttosto che, per esempio, la malattia paralitica severa. Gli studi epidemiologici sull'infezione dell'enterovirus nei pazienti di CFS sono stati inconcludenti e mentre affaticamento di alcuni pazienti potrebbe essere spiegato dalla presenza di un enterovirus, non è associato con tutti o persino la maggior parte dei pazienti di CFS esaminati finora. Come tali, le prove serologic, l'esame di reazione a catena della polimerasi degli esemplari di biopsia del muscolo ed altri metodi hanno puntato su rilevare le infezioni dell'enterovirus non sono utili nella diagnosi di CFS.

Retroviruses:
Un cliente pubblicato ha segnalato la prova che il DNA ordina apparentemente simile in serie al virus che lymphotropic umano di T il tipo II (Htlv-ii) potrebbe essere rilevato nelle cellule bianche di anima dei pazienti di CFS usando una tecnica conosciuta come la reazione a catena della polimerasi, o gli sforzi del PCR. Several ripetere questo studio nelle circostanze accecate erano infruttuosi. Gli sforzi supplementari indicano che nessun dei retroviruses identificati sono associati con CFS. PCR che l'analisi per il DNA umano di retrovirus non è utile per la diagnosi di CFS.

Herpesvirus umano 6:
Un rapporto nella letteratura ha suggerito quel tipi umano 6 (Hhv-6) ed in particolare attivamente ripiegare di herpesvirus Hhv-6, può essere associato con gli sforzi del CFS. Subsequent confermare un'associazione fra la replica attiva di Hhv-6 ed il CFS è stato infruttuoso. Hhv-6 è un'infezione estremamente comune ed è presente in quasi 100% degli esseri umani dall'età tre anni. Non è utile come indicatore diagnostico per CFS.

Albicans del candida:
Come Hhv-6, questo lievito è così comune in esseri umani che è virtualmente ubiquista. Lo studio di contenitore-controllo di CDC su CFS, tra altri, suggerisce che non ci è associazione causale fra i albicans del C. ed il CFS. È quindi non utile come indicatore diagnostico.

Prove immunologiche

La cellula naturale dell'assassino (NK) analizza:
Alcuni studi hanno segnalato una tendenza fra i pazienti di CFS avere l'attività ridotta delle cellule di NK e/o numeri ridotti delle cellule di NK. Alcuno studia, compreso lo studio di contenitore-controllo di CDC's su CFS, non è riuscito a dimostrare tutto il rapporto fra attività delle cellule di NK e CFS. Even quegli studi che hanno dimostrato una tendenza non ha osservato le differenze fra i pazienti di CFS ed i comandi che erano sufficienti per consentire l'uso delle analisi delle cellule di NK come attrezzo diagnostico per CFS e là era diversi pazienti di CFS in tutto di quegli studi che hanno esibito la funzione ed i numeri apparentemente normali delle cellule di NK. Come tali, le analisi delle cellule di NK non hanno valore come indicatore diagnostico per CFS.

Analisi di Cytokine:
Cytokines è ormone-come le molecole prodotte da una cellula per influenzare il comportamento di un altro. Queste proteine sono essenziali alla regolazione di virtualmente ogni sistema nel corpo e sono centrali alla coordinazione del sistema immune. I vari rapporti hanno suggerito che i livelli elevati di determinati cytokines del sistema immune, per esempio, interleukin-1 ed interleukin-6, sono associati con CFS. Findings fra i vari gruppi di ricerca sono inconsistent—some hanno osservato una tendenza verso i cytokines elevati ed altri hanno fatto il not—but, come con le analisi delle cellule di NK, in nessun caso erano differenze osservate fra i casi di CFS ed i comandi sufficiente grandi per essere diagnostici. Né erano tali altezze osservate uniformemente fra i pazienti di CFS. Nessun cytokine è stato identificato fin qui che serve da indicatore diagnostico utile per CFS.

Analisi dell'indicatore delle cellule (Cell marker assays): Almeno uno studio ha osservato un'altezza nel numero di cellule di T che esprimono gli indicatori di attivazione fra i pazienti il più severamente malati di CFS. Gli indicatori di attivazione delle cellule di T sono aumentati normalmente di numero sulla superficie delle cellule di T durante i periodi in cui il sistema immune è stato agganciato nella rispondere in ad una certa malattia contagiosa. Che il lavoro non è stato confermato e nessuna tale tendenza è stato osservato in altri studi dei pazienti di CFS. Come tali, nessun insieme degli indicatori immuni delle cellule ancora è stato identificato che serve da attrezzo diagnostico per CFS.


Esplorazione di formazione immagine di risonanza magnetica delle prove di formazione immagine:

tomografia computata emissione del singolo-fotone:
Alcuni ricercatori di CFS hanno osservato le differenze apparenti nel flusso cranico di anima fra i pazienti di CFS e comandi. Questi studi rimangono non confermati e le prove di formazione immagine non dovrebbero essere effettuate come tecnica diagnostica per CFS.

prove sperimentali supplementari
inclini la prova della tabella (Tilt table test):
Questa prova coinvolge legare il paziente ad una tabella che può essere inclinata ai vari angoli. La pressione sanguigna del paziente è misurata, a volte prima e dopo gestione del farmaco che accelera il battito cardiaco, a parecchi angoli dell'inclinazione e la declinazione. In uno studio (veda i fatti circa CFS, sezione sulla diagnosi di CFS) la maggior parte dei pazienti di CFS sono stati trovati per esibire una profonda diminuzione nella pressione sanguigna nella prova della tabella di inclinazione.
------------------------------------


Oltre a ciò:
in emedicine
http://translate.google.com/translate?u=http%3A%2F%2Fwww.emedicinehealth.com%2Farticles%2F9217-5.asp&langpair=en%7Cit&hl=it&ie=UTF-8&oe=UTF-8&prev=%2Flanguage_tools
ho trovato questo:
(...)
Non ci è prova per diagnosticare la sindrome cronica di affaticamento. La malattia è una diagnosi dell'esclusione, che significa che tutte le altre circostanze e malattie che causano i sintomi sono eliminate. Il CFS può essere diagnosticato ha basato su quanto segue:



I determinati segni e sintomi devono essere presenti. (la gente senza disfunzione conoscitiva non ha CFS.)


Alcune prove di laboratorio nohe specifico, quali le analisi del sangue e le prove del sistema immune, suggeriscono la diagnosi.
Le prove di laboratorio sono usate per eliminare altre malattie affaticamento-causanti. Inoltre, alcune anomalie del laboratorio sono viste nel CFS e sostengono la diagnosi.
Il vostro medico può effettuare le seguenti prove:

Prove per escludere altre cause di affaticamento:
Le prove di funzione epatica adrenale e e della tiroide, sono utili da eliminare i disordini che possono causare l'affaticamento. Nella gente con CFS, i risultati di queste prove dovrebbero essere normali.


Analisi del sangue:
L'anomalia del laboratorio più costante nella gente con la sindrome cronica di affaticamento è un tasso estremamente basso di sedimentazione dell'eritrocito (ovvero la VES NdR) (esr, la misura di sedimentazione delle cellule di anima rosse dentro anticoagulated [ non-coagulandosi ] l'anima). Se l'ESR è elevato o persino nella gamma alto-normale, un'altra diagnosi è probabile. Se delle altre anomalie sono trovate sulle analisi del sangue, il vostro medico può eliminare il CFS e cominciare ad esaminare ad altra circostanza.
(...)

COMUNQUE:
più o meno dappertutto si dice che la VES è tra gli esami che non hanno valore diagnostico...

E che la CFS sia una malattia infiammatoria l'ha detto qualche medico che non è bene inforamto!

Conosco persone con CFS accertata che hanno VES normale, e persone qui in forum che avevano problemi con la VES.
La mia tendenzialmente è tra 2 e 3, ma me la hanno trovata anche più alta.

Bacio!



[ Questo messaggio è stato modificato da: KIO il 2005-10-03 23:35 ]


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-10-04 09:07   
GIULY

Ti ho scritto un messaggio privato!

Bacio!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
flavia


Registrato: Aug 10, 2005
Messaggi: 55
Inviato: 2005-10-04 12:47   
grazie mille per le risposte...aspetto e spero..
baci

Fla


  Visualizza il profilo di flavia      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.013881 seconds.