[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » intervista al dott. Miclavez
Autore intervista al dott. Miclavez
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-09-19 14:33   
L’odontoiatria naturale in un’équipe integrata
Intervista con Antonio Miclavez
Odontoiatra, docente alla Scuola di Naturopatia H.Q.I. Human Quality Improvement


“Denti storti, schiena storta, tensioni muscolari, tensioni emotive, dolori muscolari, mal di testa, scrocchi alla mandibola. Ed ancora mal di schiena, ronzii alle orecchie, vertigini, sindrome da stanchezza cronica, febbricole, anemie sono tutte facce della stessa medaglia”. Ossia di una disarmonia mente-corpo che si riflette nella cattiva salute dei nostri denti e viceversa, ci dice il dentista Antonio Miclavez, che dirige a Udine l’Associazione di Medicina ed Odontoiatria Naturale “A.M.O.N” “Molte sono le connessioni fra la bocca ed il resto del corpo che molti specialisti hanno descritto. Il dentista e il medico dovrebbero collaborare nell’ottica di una sinergia, che é di grande aiuto alla salute dei pazienti e all’efficacia della cura”. Perché per curare veramente i denti si dovrà curare il corpo intero, cambiando modi di vivere insani che ci allontanano sempre di più dalla natura curatrice.

Che cos’è allora l’Odontoiatria naturale? E’ una cura “olistica”, rivolta non solo ai denti ma a ripristinare uno stato di benessere generale. Quindi denti sani in corpo sano in mente sana. Dopo la prima visita del nostro “dentista olistico” saremo rimandati magari dalla dietista, per individuare allergie alimentari o carenze vitaminiche causate dal nostro insano modo di alimentarci, o dal tossicologo per identificare intossicazioni da metalli pesanti, o dallo psicologo, che ci aiuta a contattare noi stessi per capire perché, digrignando, riversiamo la nostra aggressività verso i nostri poveri denti creando emicranie, ronzii e paradontosi.

La storia dei nostri denti dipende anche da come mangiamo: la loro forma, disposizione in bocca e stato di salute, dipendono anche dalla qualità del cibo della nostra dieta. Per esempio un’alimentazione con pochi cereali può portare alla mancata crescita dei denti del giudizio, dicono i cinesi; mangiare tropi cibi molli e denaturati può contribuire alla formazione del palato stretto e dell’affollamento dentale, mentre le comunissime carie dentali o la sempre più frequente perdita precoce dei denti può essere causata da eccessi di zuccheri e farine troppo raffinate, da pasti troppo frequenti o da eccessi di latte e latticini. Regola d’oro da non sottovalutare: masticare molto; il vero meccanismo di deglutizione dovrebbe avvenire spontaneamente quando il cibo è completamente ridotto in poltiglia liquida uniforme. Prima di finire sotto il trapano, e dopo interventi lunghi, è bene sottoporsi a qualche sessione di massaggio cranio-sacrale, perché le tensioni delle ossa craniche preesistenti, o causate da una lunga manipolazione delle arcate dentali ad opera dell’odontoiatra, possono causare un disallineamento dei denti, una cattiva masticazione, uno squilibrio posturale.
La cattiva masticazione e frequenti infezioni dentarie ci possono procurare disturbi alla colonna vertebrale, alle articolazioni e all’attività delle ghiandole endocrine. Con una buona cura dentistica si potrà allora riequilibrare la postura generale e il funzionamento del sistema neurovegetativo.

Dice Miclavez: “Siamo nati per avere tutti i denti in una buona posizione, e riequilibrando le cause dei denti storti, piuttosto che l’ effetto, si riesce spesso ad ottenere tale risultato.” Miclavez è convinto che curando i denti si possono alleviare tutta una serie di disturbi che colpiscono altri organi. L’odontoiatria naturale è una scienza medica centenaria che ha studiato la relazione tra la salute di ogni dente a quella del suo “organo corrispondente”. Per il dentista olistico il dente fa parte di un “odontone”, ossia di un vero e proprio micro-organo composto dal dente con la sua gengiva e l’area ossea attorno, collegato energeticamente ai diversi organi attraverso il sistema dei meridiani.
L’odontone è un’area anatomica costituita dal dente e dall’insieme dei tessuti che concorrono al suo incapsulamento. La scoperta della relazione simbiotica tra odontoni, organi e sistemi tessutali si deve al lavoro trentennale del dottor Voll che ricorse ai principi dell’agopuntura cinese. Studiò il funzionamento dei meridiani che distribuiscono l’energia vitale a tutto l’organismo e scoprì che i denti malati indeboliscono i meridiani e gli organi ad essi collegati. Ognuno di noi dovrà resposabilizzarsi di più per la salvaguardia dei propri denti con più attenzione a una corretta igiene e a una sana dieta. Non si dovrà rassegnarsi a perderli tanto facilmente. Per i cinesi e per i naturopati il qi - ossia l’energia vitale che scorre attraverso i meridiani - è anche un’energia psichica e spirituale. L’energia vitale fluisce in ogni parte del corpo ed anche nei nostri denti e nelle nostre gengive, i quali si possono ammalare quando il nostro qi si indebolisce perché si vive in disarmonia, quando si “tradisce il corpo”.

Se si soffre di calcoli biliari e di disturbi al ginocchio nel punto del fegato, che passa per il menisco interno, si dovrà porre attenzione alla salute dei canini e del primo premolare. Correnti, metalli pericolosi, gengiviti e denti morti in tale zona possono concorrere in modo importante all’insorgere di tali disturbi. Ci dice ancora Miclavez: “I disturbi dell’intero sistema urogenitale o le croniche nevralgie, dorsalgie o sinusiti possono subire importanti miglioramenti trattando ad esempio i punti di “agopuntura orale” - che si trovano vicino agli apici dei suddetti denti.” Le relazioni più importanti esistono tra lo stato di salute dei nostri denti incisivi e quello di Rene, Vescica e Organi Sessuali. Tra quello dei nostri canini e Fegato e Cistifellea. Tra i denti del giudizio, il cuore e l’energia vitale. La cattiva masticazione e frequenti infezioni dentarie ci possono procurare disturbi alla colonna vertebrale, alle articolazioni e all’attività delle ghiandole endocrine. Con una buona cura dentistica si potrà allora riequilibrare la postura generale e il funzionamento del sistema neurovegetativo.

In Odontoiatria Naturale si afferma anche l’effetto devastante causato dagli amalgami - in gergo “piombi”, per il colore grigio dei vecchi materiali usati nelle otturazioni. Sono condite con molte sostanze tossiche: mercurio, rame, zinco, argento, ma anche piombo e altri metalli pesanti. “Sono state inglobate nella bocca dei pazienti senza tener conto dei valori ematici che si modificavano.” Una famosa multinazionale produttrice di amalgami si è trovata un’imputazione di lesione personale dal tribunale di Kiel (Rep.Fed.Tedesca) per aver messo sul mercato l’amalgama, di cui da anni si conoscono gli effetti nocivi per la salute. La ditta ha dovuto pagare e non vende più amalgami.

Anche i denti devitalizzati che anni fa venivano espulsi naturalmente dalla bocca mediante un ascesso, oggi invece si vogliono mantenere con il solito bombardamento di antibiotici. “Così facendo si risolve un problemino, andando a creare un problemone”. Un dente “morto” può servirci sì in futuro per creare un buon pilastro per un ponte, ma è possibile che si venga a creare una microinfezione, ma con problemi “focali” a distanza. ”Tutto questo - ci spiega Miclavez - ci spingerà ad una seria riflessione sul modo più opportuno per curare nel tempo i nostri importantissimi denti. A volte per guarire da brutte malattie dovremo sacrificare qualche dente. Dovremo, una volta estratto, scavare bene nell’osso attorno per togliere ogni residuo di infezione che può continuare nella sua opera malefica. Tali decisioni sono molto difficili da prendere; a volte portano a guarigioni “miracolose”. Urge e cerchiamo una grande sinergia fra mondo medico e mondo odontoiatrico su questo settore. Per fortuna ­anche le Università ed il Senato si stanno aprendo ora a questo genere di dialogo. Confido in una sinergia costruttiva fra medicina convenzionale e medicina non convenzionale nel futuro”.

Anche il fluoro é sotto accusa. E’ vero che indurisce lo smalto, ma non vanno tenuti nascosti i lavori scientifici che parlano dei danni del fluoro alle gengive e alle articolazioni; tutto il collagene del corpo, l’organo di sostegno dei denti viene indebolito. Per disturbi più seri, per esempio nella paradontosi - la piorrea - che colpisce gli adulti ma sempre più anche gli adolescenti (provoca gengiviti, perdita di denti apparentemente sani, indebolimento e ritiro osseo), l’odontoiatria naturale ci propone la classica eliminazione del tartaro e poi la bonifica della bocca togliendo gli amalgami: il mercurio può migrare dalla corona fino alle radici dei denti creando ritiro osseo e piorrea, e poi dall’osso dentale all’intero organismo. Durante la cura si dovranno utilizzare rimedi omeopatici, fitoterapici e integratori alimentari chelanti adeguati. Il dentista naturopatico cerca soprattutto di risalire alle cause dietetiche, tossicologiche, elettriche e muscolari che hanno causato la paradontosi.
La bocca é parte integrante dell’intero sistema digerente e ogni sua infiammazione esprime un’infiammazione dello stomaco o di un’altra zona della mucosa intestinale. E si ritorna all’importanza della dieta. Gengive sanguinanti possono indicare un’alimentazione carente di minerali e vitamine, è risaputo, ma anche cibi troppo yang - ricchi cioè di grassi animali o di troppo sale - o cibi troppo yin - con molti zuccheri. Latte e latticini risultano quasi sempre deleteri in pazienti paradontosici. Un colore violaceo sul bordo di un’otturazione o di una capsula può indicare un’intolleranza al metallo. Il mercurio delle otturazioni può migrare dalle corone dentali alla radice del dente, all’osso mandibolare, e da lì nel sangue causando aumenti o diminuzioni anche drastici di globuli bianchi o rossi; nelle articolazioni causando artrosi; nel cervello causando stanchezza, tremori e nervosismo; nei reni diminuendone l’efficienza. Il mercurio e gli altri metalli degli amalgami possono anche scatenare malattie auto-immunitarie, come hanno rivelato studi fatti da un piccolo gruppo svedese. Importante quindi per curare il Sistema Gengive/Intestino integrare la nostra dieta con lieviti naturali - lievito di birra - e con fermenti lattici che favoriscono lo sviluppo della microflora intestinale e la produzione di acido lattico.

Miclavez sostiene che i nostri denti sono una parte importantissima dell’organismo.. Ogni malattia dentale si rifletterà nella salute del corpo e della mente. Per questo durante la cura ci seguirà anche uno psicologo. “Vi chiederete cosa c’entra la psiche coi nostri denti. La bocca è una zona molto intima dal punto di vista emotivo. Con essa esprimiamo le mostre emozioni, e non solo tramite la mimica, ma anche con la struttura delle ossa e dei denti. Un digrignamento cronico porta ad un morso schiacciato, mentre una mandibola prominente esprime una tensione nel rapporto con l’autorità, che negli anni ha portato ad una compensazione ossea, conferendo un aspetto aggressivo che incute paura. E’ un meccanismo di difesa per proteggere la grande vulnerabilità di questi soggetti. Nevralgie e cefalee d’altro canto si accompagnano spesso ad iperfunzioni muscolari accompagnate a stress emotivi. Ho notato in questi anni risultati sorprendenti affrontando semplicemente i problemi correlati alla nostra mente”. Perciò una mente sana in un corpo sano ci aiuteranno a conservare un bel sorriso e la preziosa salute dei nostri denti. Ogni dente malato contagerà l’intero odontone e indebolirà l’organo corrispondente, al quale é collegato energeticamente attraverso il canale dei meridiani.

Bibliografia:
Prontuario di odontoiatria naturale, Ed. Marrapese, Roma, pgg 309

ARTICOLO TRATTO DAL TRIMESTRALE CULTURALE E SCIENTIFICO “INSIEME”, pubblicato dall’Associazione IL CENTRO di Udine


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
jonnyblu


Registrato: Aug 11, 2005
Messaggi: 303
Località: TRAMUTOLA
Inviato: 2005-09-19 22:55   
quando si compra un cavallo per vedere se sta bene, lo si guarda in bocca. se ha tutti i denti , sta bene.. a caval donato, non si guarda in bocca....... e pure questa ci voleva un sapientone per spiegarcelo.

  Visualizza il profilo di jonnyblu   Email jonnyblu      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.007216 seconds.