[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » per gli amici che praticano la meditazione buddista
Autore per gli amici che praticano la meditazione buddista
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-08-03 16:31   
Meditazione
Le emozioni serene dei buddisti

Secondo uno studio americano, la meditazione agirebbe sul sistema nervoso come una sorta di massaggio cerebrale che permette un buon controllo delle emozioni più negative.

LONDRA - I buddhisti sarebbero in media più sereni delle altre persone e questo grazie alla meditazione che agisce sul sistema nervoso come un vero e proprio "massaggio cerebrale" che permette di contenere le emozioni. A sostenerlo, uno studio condotto all'University of Wisconsin di Madison. Gli studiosi americani hanno eseguito dei rilevamenti con sonde elettromagnetiche sull'attività cerebrale di chi ha esperienza nella meditazione, e questi avrebbero dimostrato che ci sono aree della corteccia costantemente "accese". Anche quando i soggetti sotto esame non stanno meditando.

Le aree in questione sono proprio quelle del lobo prefrontale sinistro "che - sottolinea la rivista britannica New Scientist in un servizio sull'argomento - si accendono solitamente con le emozioni di tipo positivo e nell'esercizio del controllo di sé".

Risultato, i seguaci di Buddha reagiscono alle situazioni con minore ansia, risentimento e aggressività. La tesi è sostenuta anche dal professor Paul Ekman, neuroscienziato dell'University of California: "La meditazione e la capacità di riflettere temperano l'attività dell'amigdala, un organo a forma di mandorla che costituisce una delle aree più antiche della parte anteriore del cervello dei mammiferi.

Quest'organo - continua - assieme alle conformazioni circostanti, è legato ai ricordi negativi e alle sensazioni della paura e della rabbia. Ma anche alle reazioni istintive e di risposta automatica. La meditazione quindi contribuirebbe a un'integrazione dei circuiti legati alle emozioni primarie e negative con circuiti evolutivamente più recenti, realizzando così una specie di filtro delle emozioni, che verrebbero esperite e vissute in maniera più razionale e positiva".





  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.006562 seconds.