[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » quali virus causano la CFS?
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore quali virus causano la CFS?
will


Registrato: Oct 31, 2004
Messaggi: 96
Località: genova
Inviato: 2005-05-17 18:15   
ciao ragazzi,mi sapete dire tutti i virus che possono causare la CFS?
è molto importante!
(chi piu ne ha piu ne metta)

voglio rifare l'EAV ,ma cercando quello che voglio io,non quello che vuole un medico che non conosce approfonditamente la CFS,come la maggior parte.
grazie


  Visualizza il profilo di will      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
andrea


Registrato: Aug 03, 2004
Messaggi: 396
Località: pisa
Inviato: 2005-05-17 18:28   
grazie will.....sta lista servira' pure a me tra poco....

  Visualizza il profilo di andrea   Email andrea      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-05-17 23:42   
Will,se la CFS dipendesse da un virus il problema l'avrebbero già risolto da tempo,ma purtroppo la CFS è la risposta del corpo a tutta una serie di insulti sommati tra loro,tra cui ci sarà anche il microrganismo patogene.Qui'sta'la difficoltà a trattare e capire la sindrome,perchè non si è capito,perchè l'organismo dopo una serie d'insulti,s'inceppa,ed entra in un circolo vizioso,difficile a fermare.Il nostro corpo,bravissimo a difendersi da ogni attacco,con la Cfs si blocca,si mette in sciopero,e non è piu'capace di funzionare a dovere.Cio'porta ad un lento stillicidio,ad uno sfiancamento cronico nel tempo,con sintomi che si sommano a sintomi.Non si riesce a prendere in mano il bandalo della matassa,che risulta sempre piu'aggrovigliata.Per darti un idea del concetto esposto,ti posto un'immagine,anche se riduttiva,ma che rende benissimo il concetto.Romeo



  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
piero dal ticino


Registrato: Jun 14, 2003
Messaggi: 249
Località: lugano
Inviato: 2005-05-18 21:00   
Carissimo romeo,
le tue sono parole sante, e, in qualche maniera, dovrebbero sempre stare in cima a ogni argomento, tanto risulta una richiesta determinante per chi si avvicina "fresco fresco" all'argomento CFS. Complimenti per la pazienza e un caloroso invito ai nuovi amici a cercare e documentarsi (con la funzione "cerca") circa gli innumerevoli argomenti già trattati alla paranoia. Naturalmente senza offesa per nessuno, in quanto il forum è costruito e costituito da persone affette da una sindrome deleteria, che ci "obbliga", appena entrati, a porre le più svariate domande che risultano, per i più avvezzi, trattate più volte e in diversi e compositi post.
Cari nuovi amici, sarebbe veramente più facile anche per voi seguire un iter già sviscerato, lasciando spazio per considerazioni più dettagliate inerenti qualche particolarità più vicina ai vostri sintomi. Di cuore piero


  Visualizza il profilo di piero dal ticino   Email piero dal ticino        Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-05-18 23:15   
Piero hai un messaggio privato.Ciao Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-19 01:13   
Caro Romeo !
Io ho qualche riserva su quanto da te espresso...
Lo condivido in buona parte, e per certi versi lo penso anch'io, ma che le cose stiano davvero solo così è ancora da dimostrare.

1° perché finché il mondo della scienza non avrà pronunciato la sentenza finale sulla natura della CFS, tutte le strade restano aperte.

2° perché l'ipotesi virale resta aperta... e i virus indagati non sono così chiaramente identificabili (vedi GEVI che parlava di analisi all'immunofluorescenza)

3° non è detto che tutto quello che ci arriva addosso e ci fa male, ci faccia male di per sé... sì farà male, ma se a monte ci fosse già una capacità di difesa compromessa? vuoi x costituzione, vuoi xché contaminati da virus che ci gambizzano e ci rendono vulnerabili?

4° se guardiamo tutta la lista di malattie/squilibri da escludere prima di dire CFS... (vedi Sindrome cronica di affaticamento (CFS) ed affaticamento cronico non-CFS: 80 cause e/o cure proposte - Ultimo aggiornamento: 2003 ottobre 14 http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.semaphorecorp.com/misc/cfs.html&prev=/search%3Fq%3Dcheney%2BCFS%2BOR%2BCFIDS%2B%2522chronic%2Bfatigue%2522%2Bheart%26start%3D10%26hl%3Dit%26lr%3D%26ie%3DUTF-8%26sa%3DN )
boh? a quanti di noi hanno guardato tutto? Forse a quelli che sono stati a Chieti...
ma tra le cose da escludere ci sono anche virus che danno gli stessi sintomi... ovvero una sindrome di affaticamento cronico...
In questo senso, trovare un altro nome alla malattia, obbligherebbe il mondo della scienza a esprimersi in modo più proprio su quello che abbiamo!
Dire CFIDS (Chronic Fatigue Immune Dysfunction Syndrome) o dire M.E. (Myalgic Encephalomyelitis) NON È LA STESSA COSA! come non è come dire CFS, che come sappiamo è troppo onnicomprensivo!

5° Resta ancora aperta la questione della definizione di caso...
Studiando questo, il CDC di Atlanta propone varie possibilità... tra le quali una CFS idiopatica (tipo sindrome da stanchezza cronica NON CFS)
Chi chiama la "CFS" CFIDS o ME, non lo fa a caso: tra quelli che sostengono la definizione M.E. c'è chi suppone che essa sia "troppo" simile a una specie di poliomielite.

Riprendo una citazione di De Meirleir:

http://www.salutemed.it/forum/viewtopic.php?topic=710&forum=4
Prof. Kenny De Meirleir: " La prognosi è buona se l'anomalia immune è rovesciabile e se le infezioni sono trattabili. Se il sistema immune è stato influenzato da una sostanza nel midollo osseo, inducente l'immunità difficile, la prognosi è estremamente scarsa. Con il trattamento aggressivo, un recupero 50-percent è visto
dopo un anno. 100 per cento non saranno mai per quanto un certo numero di fattori siano raggiungibili irreversibili. Ciò dipende sopra se o non i fattori d'inizio sono rovesciabili, che, tuttavia, è difficile da accertare."

Tenendo presente che è un translate automatico dal fiammingo... e chissà cos'ha detto esattamente...
Quello che ho messo in grassetto, se ben pesato, fa pensare molto di più a una convinzione di un innesco virale...
e poi perché dice "Se il sistema immune è stato influenzato da una sostanza nel midollo osseo..." ? cosa sono le "sostanze" che possono contaminare il midollo osseo???

Magari interpreto male io...
Ma so anche di pazienti suoi che si sono sentiti dire: "Vedrà che questi virus li beccheremo!"

Non so... x me quella virale, è ancora un'ipotesi che non va esclusa!





[ Questo messaggio è stato modificato da: KIO il 2005-05-19 01:15 ]


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-19 01:20   
Ciao Will !

Prova a dare un'occhiata qui:

C F S - Le Informazioni Internazionali
Virus & FM/Cfs
I virus studiati in FM/cfs

http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.cfids-cab.org/cfs-inform/Virus/virus.html&prev=/search%3Fq%3Dcfs%2Bpolio%2Bvirus%2BHHV6%2Bcoxsackie%26hl%3Dit%26lr%3D

pagina con vari link, per accedervi aprire quello qui sopra, (ed ev. di seguito la versione inglese)

I virus possono persistere permanente nel corpo dopo che l'infezione acuta porti fuori. La varicella è caratterizzata a volte da un'eruzione itchy e rossa che dura 10 - 12 giorni, con una febbre di qualità inferiore. Ma anche quando il itch passa e l'eruzione si sbiad, il virus di varicella -- conosciuto come il varicella-zoster-zoster -- soltanto si è nascosto, press.virus.persistent04.txt .
Le conseguenze neuropsychiatric dell'encefalite del virus di Nipah recentemente ha cambiato i nostri concetti sulle infezioni del virus, in quanto un virus specifico può causare le conseguenze molto differenti : Otto dei nove pazienti hanno sviluppato le caratteristiche psichiatriche assegnate all'encefalite. Tre pazienti hanno sviluppato il disordine depressivo principale subito dopo del recuperare dall'encefalite e due hanno sviluppato la depressione circa 1 anno dopo lo scoppio. Due pazienti hanno sviluppato i cambiamenti di personalità e due hanno sofferto la sindrome cronica di affaticamento, beng-yeong.etal04.txt .
Nuove tecniche per rilevare i virus: Acido Nucleico Particella-Collegato PCR, stang.etal05.txt . Un glossario dei termini usati in virologia, virology.glossary03.txt .

Enterovirus
I più vecchi studi hanno messo a fuoco sugli enterovirus in muscoli, Gow ed altri, 1994. L'interesse rinnovato in questi virus ubiquisti ha presentato ultimamente a causa di sofisticazione tecnica dei metodi, lane.etal03.txt , lane.etal03.pdf , editorial.dalakas03.txt e douche-aourik.etal03.pdf . Sorveglianza degli enterovirus, Stati Uniti, enterovirusesNESS.00.txt .

Contenitore-studi di un paziente defunto messo a fuoco sugli effetti delle infezioni del virus del cervello, Richardson, 2001.

Il metodo di rilevazione standardizzato del virus, la fluorometria PCR, supera altri metodi in peso di rilevazione, Hukkanen & Vuorinen, 2002.



Virus Umano Di Erpete, HHV6 & HHV7
Una rassegna su HHV6 , Campadelli-Fiume ed altri, 1999 (pdf). Come l'erpete invade il sistema immune, premi, invasione di erpete, 2002.
La prova double-blind da PCR a HHV6, a HHV7, a EBV ed a Cytomagalovirus non ha trovato differenza fra CFS e comandi, Wallace ed altri, 1999, Uno studio di contenitore-controllo ha indicato che nè HHV6 nè HHV7 hanno tutto il ruolo nel CFS, Reeves ed altri, 2000, Reeves ed altri, 2000 (carta piena). Un 2000-article conclude quella prova per un ruolo del virus di erpete, compreso HHV6, nel causare il CFS, sta sbiadendosi, Soto & Straus, 2000, ma un 2001-article discute l'implicazione possibile di continuo, ma del livello basso, l'attività HHV6 nel CFS, Krueger ed altri, 2001, Krueger ed altri, 2001(pdf).
Gli studi sia nel CFS che in MS tuttavia hanno trovato i segni della riattivazione, Ablashi ed altri, 2000. , Eastman ed altri, 2001, e HHV6 attivato è stato correlato con RNAsi 37kD, Ablashi ed altri, 2001.
La prova trovata del gruppo di ricerca di nuova Jersey di HHV8, di Clamydia, di CMV e di Coxsackie (ma non di HHV6) in liquido cerebrospinale dei pazienti di 6/12 di CFS, Levine, 2001. In un secondo studio, hanno trovato gli anticorpi contro HHV6 in plasma da un sottoinsieme dei pazienti di CFS, Levine ed altri, 2001.
La squadra del Dott. Buchwald a Washington ha trovato gli stessi indicatori del virus in gemelli in buona salute di nei gemelli di CFS-afflicted, Koelle ed altri, 2002. Una lettera interessante con la risposta dagli autori, letter.koelle.etal03.txt .
Il più recentemente, gli studi dal dei ricercatori di nuova Jersey ed altri - hanno trovato la prova dell'infezione HHV6 nei pazienti di CFS, hhv6.news05.txt . Dott. Dharam Ablashi, co-co-discoverer del virus detto, "ci è buona ragione per cui ha occorr molto tempo costruire una cassa per questo virus che svolge un ruolo nell'affaticamento cronico - è molto difficile da trovare. Il virus è significato che 'neurotropic 'preferisce vivere nel tessuto del cervello. È abbastanza possibile non trovare un'infezione significativa nel tessuto del cervello, ma virus nel siero esaminando del DNA."

Virus Di Epstein-Barr
Virus Riattivato Di Epstein-Barr (EBV). L'omissione di recuperare dall'infezione di EBV (mononucleosi) non è prevedibile, Buchwald ed altri, 2000. La squadra del Dott. Klimas ha trovato la prova della riattivazione HHV6 possibilmente e (di EBV) nel CFS, Patarca-Montero & Fletcher, 2002. Il Dott. Lerner ha ha trovato la cardiomiopatia progressiva causata da moltiplicazione incompleta del virus di EBV e/o di HCMV nei pazienti di CFS, lerner.etal04.txt . La proteina EBV-messa nonstructural in anticipo può causare il dysregulation immune ed i sintomi clinici dei prodotti - a parte dal relativo ruolo nella replica del virus - possono servire come un nuovo metodo da contribuire ad identificare uno degli agenti eziologici per CFS, glaser.etal05.txt , glaser.etal05.pdf .

Virus Di Borna
Virus Di Borna in due famiglie giapponesi con CFS, Nakaya ed altri, 1999, e, in NYC, gli anticorpi contro questo virus sono stati trovati in 6 di 77 pazienti di CFS, Levine 1999. In un più grande studio dalla Svezia, nessuna traccia di questo virus non ha potuto essere trovata, Evengard ed altri, 1999. Inoltre i FM-pazienti danesi sono stati studiati per il virus di Borna con i risultati negativi, Wittrup ed altri, 2000. Un caso in Austria è stato studiato completamente, Nowotny & Kolodziejek, 2000.

Virus Di Parvo
Parvovirus B12 è stato implicato nell'inizio di CFS, Kerr ed altri, 2002. I sintomi del mimo di infezione del virun di Parvo che di CFS, matano.etal03.txt . Una prova che coinvolge le immunoglobuline del virus di anti-Parvo ha mostrato i risultati promising, Kerr ed altri, 2003, Kerr ed altri, 2003 (pdf).

Vaccinazione Di Riossidazione
Raccomandazione di una vaccinazione annuale di flu nel CFS, sleigh.etal02.txt , sleigh.etal02.pdf .



  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-05-19 15:22   
Vedi,Cara Kio,Ho parlato di causa non specifica a livello virale per Cfs,ma quale detonatore,come altri,per scatenare l'inizio della sindrome.Ho parlato cosi'dopo aver ricercato negli anni passati su tale eziologia,ed aver letto centinaia di lavori e ricerche effettuate in tale ambito.Se osservi bene l'immagine che ho postato sopra,vedrai che l'infezione occupa un posto importante,nello scatenamento della sindrome,ma non ne è la causa,scientificamente parlando.Se la causa fosse un virus,si dovrebbero ammalare tutte le persone infettate dallo stesso virus,ma cio'non avviene,e quindi,scientificamente,non puo'essere l'agente eziologico della sindrome,puo'tutt'al piu'rappresentare la goccia ultima che fà traboccare il vaso.Ciao Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-19 18:18   
OK! ho capito Romeo !
... ...forse....

"Se la causa fosse un virus,si dovrebbero ammalare tutte le persone infettate dallo stesso virus,ma cio'non avviene..."

fin qui capisco e concordo abbastanza, anche se potrebbe essere una questione strutturale della persona quella di avere delle difese immunitarie basse (penso allo studio che stanno facendo in Australia sui carcerati: un certo numero di soggetti viene a contatto con virus di Epatite C o di AIDS e se lo sbattono fuori senza neanche avere il minimo disturbo...)

però penso anche al fatto che x es, delle persone che vengono a contatto col virus della polio, il 90% non la prende... eppure l'altro 10% prende la polio...
i primi avranno più difese, e i secondi avranno qualcosa che gli gambizza le difese... ma la malattia resta la polio.

di conseguenza faccio un po' fatica a capire la 2a parte della affermazione:
"e quindi,scientificamente,non puo'essere l'agente eziologico della sindrome..."
... o forse non capisco il temine "agente eziopatologico"

scusa! magari sono io che nn ci sto con la testa!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-19 18:54   
Will
mi sto chiedendo quale sia lo "scopo dell'esercizio" che ti proponi.

Un test EAV ben fatto, dovrebbe trovare tutto, tutto quello che ti disturba, già di suo.
Se poi ci sono o no i virus (e/o batteri) indagati nella CFS... questo dato avrebbe più che altro valore statistico... o no?

Il problema semmai è trovare il modo di fare un test EAV ben eseguito!

Ci sono 3 fattori che entrano in gioco:
- L'apparecchio, che a detta di alcuni, può dare risultati diversi a seconda di quanto è raffinato o meno.
- i Kit di fialette che lo studio ha a disposizione, ci sono i Kit "riassuntivi" e quelli "estesi".
- L'operatore che esegue il test.

Io ne ho fatti diversi di test EAV, in studi diversi e con risultati diagnostici e terapeutici diversissimi.

Esempio 1
Operatore di formazione medico, specializzato in medicina cinese.
Anamnesi accurata. Ha passato i meridiani di tutti gli organi, ha verificato quello che pensava, ha tirato fuori sì e no 5 o 6 fialette, ha verificato, poi ha preso i prodotti terapeutici, riverificato, cambiato qualcosa... fine.
3 visite, 3 cure, in 4 mesi mi ha fatto andar via tutti i dolori allle ossa, e altri problemi che mi trascinavo da una vita.

Esempio 2
se nello studio ti trovi una miriade di operatori poco più che adolescenti, in camice bianco, te ne assegnano uno che comincia a passare meccanicamente tutte le fialette, kit dopo kit, al quale cerchi di raccontare i tuoi problemi, e dopo poco capisci che non sa cosè l'emoglobina... probabilmente sei finito in uno studio di scientology.
Mi hanno trovato di tutto.... mi hanno dato cure x tutto... quasi muoio... e 3 mesi dopo ho rifatto il test EAV da un'altra parte... e i risultati non collimavano.

Esempio 3
Piccolo studio privato di naturopata che cura con la biorisonanza.
Alcuni kit in forma riassuntiva in attesa di comprare quelli più estesi.
Diagnosi sensata (nel senso che corrispondeva abbastanza al quadro e alle analisi x es immunitario in crisi)
Cura x quel poco che ho fatto, abbastanza soddisfacente.

Cosa che secondo me non ha funzionato.. già postata altrove... la diagnosi dei parassiti:
il primo non ne ha neanche parlato, ma era anni prima; 2° e 3° hanno trovato cose diverse, molto diverse... e io mi ero già sparata 3 cure antiparassitarie di quelle tradizionali... silurandomi il fegato! (su consiglio di altro naturopata... che mi chiedo xché me lo abbia consigliato!)... mi resta il dubbio che quello che hanno trovato fosse una "sintesi" dovuta ai limiti del sistema...

x i virus ecc... sono usciti risultati del tipo:
tossine di pesci di acqua dolce del tipo XX al fegato....
virus influenzali del tipo B a non so dove...
e cose di questo genere...

poca soddisfazione x noi che vorremmo sapere nome, cognome, nr scarpe, colore degli occhi.... di ogni cosa che ci trovano!

Cmq: AUGURI x la MISSION!!!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-19 19:48   
PDF: http://www.cfids-cab.org/cfs-inform/Immunology/patarca-montero.etal01.pdf
HTML: http://66.102.9.104/search?q=cache:_4g3tWzj3kYJ:www.cfids-cab.org/cfs-inform/Immunology/patarca-montero.etal01.pdf+CFS+polio+OR+poliomyelitis+virus+enterovirus+coxsackie+hhv6&hl=it&start=18

Immunotherapy
of Chronic Fatigue Syndrome:
Therapeutic Interventions Aimed
at Modulating the Thl/Th2 Cytokine
Expression Balance
Roberto Patarca-Montero, MD, PhD
Nancy G. Klimas, MD
Mary Ann Fletcher, PhD

Journal of Chronic Fatigue Syndrome, Vol. 8(1) 2001
© 2001 by The Haworth Press, Inc. All rights reserved.

da pag 6 a pag 8:
INFECTIOUS AGENTS
AS POSSIBLE DIRECT CAUSES OF CFS


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-05-19 20:00   
[quote]
In data 2005-05-19 18:18, KIO scrive:
OK! ho capito Romeo !
... ...forse....

"
di conseguenza faccio un po' fatica a capire la 2a parte della affermazione:
"e quindi,scientificamente,non puo'essere l'agente eziologico della sindrome..."
... o forse non capisco il temine "agente eziopatologico"

Cara Kio,aggiungo di piu'e ti faccio un esempio,supponiamo che 2 persone vengono a contatto col virus dell'influenza,i sintomi influenzali devono scattare in entrambi,poi interviene il sistema immunitario e col tempo dovuto rimette tutto a posto con la guarigione,in tal caso,il virus tal dei tali è l'agente eziopatologico dell'influenza,tale discorso vale per l'epatite,il morbillo,la varicella,la mono,ecc.ecc.

Supponiamo,invece che una delle 2 persone,si trovi ad attraversare un brutto momento di stress cronico,cio'indebolisce il suo sistema immunologico,che si troverebbe a reagire male e debolmente nei confronti del microrganismo patogeno.Per cui dopo un po'di tempo la persona senza stress guarisce senza strascici,mentre l'altra persona non riesce a sconfiggere il virus,che si cronicizza in parte o in toto,dando origine al balletto della CFS.In tal caso,il virus non è agente eziopatogeno per la CFS,se la patologia si è instaurato,cio'è dovuto ad altro fattore,immunedepressione da stress.Al contrario possiamo incontrare sistemi immunitari ottimali,che ti faranno passare su patologie senza sintomi alcuni,tranne poi ritrovare gli anticorpi della patologia nel siero.Anche in questo caso il microrganismo è eziologicamente patogeno,solo che la malattia è trascorsa asintomatica,Capita spessissimo,che una persona sà solo a posteriori di aver avuto epatite,perchè presenti gli anticorpi,ma nel durante dell'infezione non si era accorto di nulla.Spero di essermi spiegato meglio.Romeo


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-21 00:51   
Grazie San... Romeo!
bella pazienza che hai!

altro dubbio, e poi non ti rompo più!
...spero!

" l'altra persona non riesce a sconfiggere il virus,che si cronicizza in parte o in toto,dando origine al balletto della CFS.In tal caso,il virus non è agente eziopatogeno per la CFS,se la patologia si è instaurato,cio'è dovuto ad altro fattore,immunedepressione da stress."

OK! Ho capito! sta volta x davvero!
Ma siamo certi al 100% che le cose stanno proprio così? e solo così?
E se fosse il contrario?
Cioè: ti becchi dei virus, non li sbatti fuori del tutto, questo ti stressa l'organismo, per cui ti becchi altri virus, che magari non sbatti fuori del tutto, e così diventi più fragile e più sensibile a tutti gli "insulti" esterni.

Penso alla prima cura che mi hanno fatto dopo il primo test EAV...
Diagnosi: "Lei è piena di cistiti e sinusiti mai curate! Da queste lei è guarita, ma il corpo non ha sbattuto fuori la memoria di queste malattie e il suo organismo resta costantemente in allarme. Questo sfianca l'organismo e appesantisce il lavoro del fegato!"
Per il si o per il no, le cure mi hanno fatto BENISSIMO!

Però ricordo la Drssa Carlo Stella che a Pavia mi ha detto che uno dei rami della ricerca sulla CFS va in questa direzione. Come se l'organismo non riuscisse a liberarsi delle cache di certi virus (o batteri).
E penso a un libro di un fitoterapeuta, dagli ottimi successi terapeutici, lui sosteneva che i suoi pazienti, in buona parte, avevano dei virus o batteri di infezioni precedentemente superate in modo (quasi) inavvertito, ma questi virus o batteri "viaggiavano" nel corpo, annidandosi qua e là, mutando, e poi davano i disturbi che conducevano le persone da lui.

...?

Porta pazienza! O mio consulente forense!
Un abbraccio !



  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2005-05-21 12:09   
Cara Kio,il problema è semplice ma lo potremmo far diventare difficile e complicato,non cadiamo nell'errore dell'uovo e della gallina.I virus,batteri,ecc.ecc. convivono da millenni con l'uomo,e ci conviveranno sempre in futuro.Tali microrganismi mutano,si trasformano negli anni,ma l'organismo trova sempre il modo per tenerli sotto controllo,grazie ai sistemi preposti a cio',tra cui spicca il sistema Immunologico.Cio'avviene sempre,ma nell'organismo stressato,cio'avviene a rilento e con fatica,e puo'capitare che alcuni microrganismi sfuggono al controllo,mettendo a soqquadro l'organismo stesso,cio'porta a squilibrio generale, ad incremento di tossine,al blocco parziale degli emuntori e degli scavengers,che non riescono a fare il loro lavoro, il sistema immunologico va' in fatica e surmenage.Risultato aumento di tossine viaggianti nel sangue,intossicazione generalizzata,tossine che arrivano nel cervello,che comportandosi come neuro-trasmettitori, si attaccano a recettori particolari,incrementando lo stress,e disturbando di conseguenza i sistema dell'asse P.N.E.I.Si crea un circolo vizioso,con sintomi strani che l'uomo chiama sindromi, tra cui la CFS,non guaribili con farmaci,perchè i bersagli o non esistono o sono mobili.Per me l'unica terapia è non fare nulla,riportare in riposo l'organismo, eliminando gli stress possibili,ed attendere.Vale piu'una seduta di yoga e meditazione,che una terapia di 10 giorni con farmaci vari.Prendi il mio caso,sto'ricadendo perchè non riesco ad eliminare gli stress e le preoccupazioni per il cavo orale,cio'dovuto all'incapacità degli addetti ai lavori,se in questa fase prenderei farmaci potrei peggiorare la situazione.Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2005-05-21 12:57   
OK!
Grazie 1000! x le spiegazioni e... x la pazienza!!!
L'argomento che mi convince di più è quello che batteri e virus ci sono sempre stati! e da qui costruire il ragionamento!


"non guaribili con farmaci, perchè i bersagli o non esistono o sono mobili"
Secondo me, i bersagli esistono! magari saranno mobili o mutanti, il problema è che la medicina tradizionale se "non verde" non crede! e ha sviluppato tutto un sistema di diagnostica e intervento che sta in piedi solo in questa direzione...
Nel caso CFS, tanti autori parlano di presenze vorali all'interno del cervello, ma lì chi te li trova più? (ma te li trovano con altre tecniche)

Mi diceva qualcuno però che al CERN stavano studiando il sistema x rilevare le presenze di malattia a livelli più "sottili" che non quelli di laboratorio tradizionali, qualcosa che assomiglia di più a un amplificatore di frequenze, qualcosa che assomiglia a quello che fanno i rabdomanti...

Concordo pienamente sul fatto del riposo e dell'evitare/eliminare stress supplementari, non sarà molto "finalizzato" (nel senso della medicina tradizionale)... ma OGNI ANIMALE, quando sta male (intendo s'è beccato qualcosa) istintivamente si ferma! È solo dall'uomo che si esige che si dia una mossa! N.B: SOLO QUANDO LA MALATTIA NON È AMMESSA O RICONOSCIUTA!!! perché sennò gli "scienziati sanno" che il paziente sta male! e glielo concedono!
E per conto mio, se oggi, quando un uomo sta male e il medico, invece di cercar di capire cosa il paziente sta dicendo, gli interpreta tutta la vita e il suo star male, gli nega uno "stato clinico" e gli consiglia di reagire o darsi una mossa... di questo possiamo ringraziare l'era psicologica!

Come se l'uomo facesse di tutto x ammalarsi!
Secondo me il corpo umano è un prodigio! e fa di tutto x guarire e per trovare un equilibrio in questo! (se ho capito bene un discorso di Cheney, mi sembra che sostenga che nei CFSsini si trovano fettine di cromosomi circolanti, come se il corpo, x far fronte, stesse cercando di riorganizzare il proprio DNA - prendetela con le molle! non so se ho capito giusto!!!)
Se perdiamo di vista questo, si arrischia di demonizzare il paziente!
La stanchezza, il bisogno di riposo, non lo dico solo io, è un sintomo prezioso x salvarsi la pelle!


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.012677 seconds.