[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » melatonina e emicrania
Autore melatonina e emicrania
mafalda


Registrato: Feb 02, 2005
Messaggi: 1
Località: lissone
Inviato: 2005-02-02 11:22   
Egr. dott. Stagnaro
nei vari messaggi che ho letto sul forum ho notato che talvolta si parla della melatonina in relazione alla terapia per l'emicrania. Le scrivo quindi per sottoporle il mio caso sperando che Lei possa aiutarmi e con me la vasta parte di popolazione che soffre di questa patologia.
Soffro di mal di testa da sempre, per quanto mi ricordi, ma da una decina di anni esso si è trasformato in emicrania, con e senz'aura, con una frequenza che da episodica è andata continuamente aumentando fino a divenire quasi costante: l'attacco dura sempre minimo tre giorni, alla parte destra, abbastanza spesso ai primi tre ne seguono altri tre alla parte sinistra e tra una crisi e l'altra permane una sensazione di emicrania latente.
Tre anni fa mi sono rivolta al Centro Cefalee del San Raffaele di Milano dove mi hanno sottoposto ad esami del sangue (da cui è risultata produzione di anticorpi ANA) e a risonanza magnetica (da cui risulta presenza di microischemie cerebrali).
Diagnosi: - sangue molto denso da trattare con fluidificanti (Cardirene 75 mg, una dose ogni 48 ore) - emicrania, probabilmente primaria, da trattare con Sibellium per tre mesi.
Risultato per l'emicrania praticamente nullo per cui il Sibellium viene sostituito con Seglor (diidroergotamina) per tre mesi, con risultati soddisfacenti; la cura con Seglor viene protratta per altri sei mesi con la pausa di un mese dopo il primo ciclo.
Dopo due mesi dall'inizio del secondo ciclo sono costretta ad interrompere la terapia per problemi cardiaci, che indagati si evidenzia consistano in "sciami di extrasistole" di tipo funzionale non patologico, e attacchi di panico piuttosto severi e che mi portano più di una volta al pronto soccorso.
Il cardiologo decide per una terapia a base di Betabloccante (Inderal 120 mg die in tre somministrazioni) e tranquillanti che continuo ancora oggi, da otto mesi. Il betabloccante ha dato risultati ottimi, attualmente ho una crisi al mese per due o tre giorni ma comincio ad avere qualche effetto collaterale indesiderato (rinite, mal di testa, insonnia, stanchezza dovuta forse anche alla pressione molto bassa).
Mi sono domandata, allora, e sono a chiederne conferma a Lei se la melatonina potrebbe essere utile nella terapia antiemicranica in associazione o in sostituzione al betabloccante o no.
La ringrazio di cuore per l'attenzione che vorrà dedicarmi e Le auguro ogni bene.


  Visualizza il profilo di mafalda      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Lucy


Registrato: Nov 23, 2004
Messaggi: 248
Località: nord-est
Inviato: 2005-02-02 17:59   
carissima Mafalda , non sò se il medico che tu nomini leggerà il tuo messaggio, ma ne dubito molto, perchè in questo forum si parla di ENCEFALOMIELITE MIALGICA detta anche CFS (Sindrome fatica cronica) mi dispiace, temo dovrai contattarlo in altro modo . Tanti auguri Lucy

  Visualizza il profilo di Lucy      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.006913 seconds.