[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Probabile patogenesi slcuni casi CFS/FM
Autore Probabile patogenesi slcuni casi CFS/FM
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-01-05 16:11   
Scorrendo le pagine di alcune riviste specializzate ho trovato degli articoli interessanti (almeno per il mio caso)....
Leggeteli e fatemi sapere i vostri pensieri in merito.

** MICOPLASMI - SUBDOLI AGENTI PATOGENI **

I micoplasmi sono una particolare e unica specie di batteri, il più
piccolo organismo libero vivente conosciuto sulla Terra. Una delle
principali differenze tra i micoplasmi e gli altri batteri consiste
nel fatto che, mentre questi ultimi hanno una solida struttura della
parete cellulare e possono crescere nel più semplice mezzo di
coltura, i micoplasmi invece non hanno una parete cellulare e, come
una minuscola medusa con una membrana flessibile, possono assumere
diverse forme che li rendono difficili da identificare. I micoplasmi
possono anche essere difficili da coltivare in laboratorio e spesso
per questa ragione possono non essere riconosciuti come causa
patogena di malattie.

La scelta del nome deriva dal fatto che i micoplasmi hanno una
struttura simile al fungo (la micologia è lo studio dei funghi,
quindi"mico") ed ha una struttura simile a plasma fluido senza parete
cellulare, quindi "plasma". La prima specie fu isolata da un bovino
con artrite e pleuro-polmonite nel 1898 al Pasteur Institute. La
prima specie umana fu isolata nel 1932. Il primo collegamento fra
micoplasmi e malattie reumatiche fu fatto nel 1939 dai dr. Swift e
Brown. Purtroppo lo studio dei micoplasmi non è stato compreso nei
programmi delle scuole mediche fino alla fine degli anni '50 quando
una specie fu identificata e provata essere la causa di polmonite
atipica e denominata Mycoplasma pneumonia. L' associazione fra
immunodeficienza e le malattie autoimmuni con i micoplasmi fu
registrata per la prima volta negli anni '70 in pazienti con
ipogammaglobulinemia primaria (una malattia autoimmune) e con
infezioni da quattro specie di micoplasma localizzate nei tessuti
articolari. Da quella volta sono stati fatti significativi progressi
tecnologici assieme a nuovi metodi di analisi per identificare e
registrare la presenza di micoplasmi negli esseri umani, negli
animali e persino nelle piante.

Mentre il mycoplasma pneumonia non è sicuramente l'unica specie che
causa malattie negli esseri umani è un buon esempio di come questa
specie di patogeno possa muoversi liberamente fuori dal proprio
ambiente e diffondersi anche in altre parti del corpo provocando
altre malattie. Comunque, anche il solo permanere nell'apparato
respiratorio da parte di questo tipo di micoplasma rimane
un'importante causa di altre serie patologie oltre la polmonite,
quali tracheobronchiti, faringiti e asma. Quando questo patogeno si
sposta anche in altre parti del corpo, viene associato a diverse
forme di manifestazioni non polmonari quali patologie a carico del
sistema nervoso centrale, fegato, pancreas, sangue, pelle e
articolazioni. Già nel 1983, i medici della Yale University
osservarono:

"Durante gli ultimi 20 anni è aumentato il numero di casi di sintomi
extrapolmonari durante la malattia causata dal Mycoplasma pneumoniae.
I dati clinici ed epidemiologici indicano che anche disturbi a pelle
e mucose, al sistema nervoso centrale, al cuore e forse ad altri
organi, sono manifestazioni abbastanza frequenti dovute al Mycoplasma
pneumoniae."

Questa unica specie di agente patogeno è stata scoperta nel tratto
urogenitale di pazienti con malattia infiammatoria pelvica, uretiti e
altri disturbi delle vie urinarie. E' stato scoperto nel tessuto e
fluido cardiaco di pazienti con cardite, pericardite, tachicardia,
anemia, anemia emolitica e altre malattie coronariche. E' stato
trovato nel fluido cerebrospinale di pazienti con meningite ed
encefalite, morbo di Alzheimer, SLA e altre infezioni, malattie e
disturbi del sistema nervoso centrale. E' stato regolarmente trovato
nel midollo osseo di bambini con leucemia. E' sorprendente che un
singolo minuscolo batterio possa causare cosÏ tante e apparentemente
diverse malattie negli esseri umani ma, come tutte le specie di
micoplasmi, la malattia è relativa a dove il micoplasma si trova nel
corpo e quali cellule abbia attaccato o invaso.
Ad oggi sono state registrate oltre 100 specie documentate di
micoplasma che hanno provocato varie malattie negli esseri umani,
negli animali e nelle piante. Anche il mycoplasma pneumoniae e altre
sette specie di micoplasma sono state riconnosciute come causa
diretta o importanti co-fattori di molte malattie croniche incluse
artrite reumatoide, morbo di Alzheimer, sclerosi multipla,
fibromialgia, fatica cronica, diabete, morbo di Crohn, SLA (sclerosi
laterale amiotrofica), uretite non gonococcica, asma, lupus,
sterilità, AIDS, alcuni tipi di cancro e leucemia, giusto per
nominarne alcune. Nel 1997, il National Center for Infectious
Diseases, il Centers for Disease Control and Prevention's, Emerging
infectious Diseases, ha pubblicato l'articolo a cura dei dr. Baseman
e Tully : Mycoplasmas: Sophisticated, Reemerging, and Burneded by
Theyr Notoriety, nel quale si afferma:

"...Ciononostante , i micoplasmi da soli possono provocare malattie
croniche e acute in diverse parti dell'organismo con un ampio numero
di complicazioni e sono stati coinvolti come co-fattori della
malattia. Recentemente i micoplasmi sono stati indicati come
co-fattori della patogenesi dell'AIDS, alle trasformazioni maligne e
all'aberrazione cromosomica, alla sindrome della Guerra del Golfo e
altre malattie complesse e inspiegabili, compresa la sindrome da
fatica cronica, il morbo di Crohn e vari tipi di artrite."

I micoplasmi, diversamente dai virus, possono crescere nei liquidi
(fluidi) tissutali (sangue, fluidi di articolazioni, cuore, del
torace e spinali) e all'interno di qualsiasi tessuto vivente senza
distruggere le cellule, come fanno la maggior parte dei normali virus
e batteri. I micoplasmi si trovano frequentemente nel tratto orale o
genito-urinario di persone normalmente sane e infettano le donne
quattro volte pi spesso degli uomini, che è anche lo stesso tasso di
incidenza di malattie quali artrite reumatoide, fibromialgia,
sindrome da fatica cronica e altre.

I micoplasmi sono di natura parassita e possono attaccarsi a cellule
specifiche senza distruggerle; in questo modo il loro processo
infettivo riesce a svilupparsi senza essere individuato. In alcune
persone l'attacco dei micoplasmi alle cellule ospite agisce come un
aculeo vivente, una continua presenza di una sostanza estranea che
provoca l'azione combattente del meccanismo immunitario. Questo tipo
di infiammazione allergica spesso risulta in tessuti infiammati,
gonfi e doloranti, come nel caso dell'artrite reumatoide,
fibromialgia e molte altre malattie autoimmuni come anche il lupus e
la sclerosi multipla. I questi casi il sistema immunitario inizia ad
attaccare i propri tessuti e/o le cellule apparentemente sane. Alcune
specie di micoplasma hanno anche l'unica capacità di sfuggire
completamente agli attacchi del sistema immunitario. Una volta che
questi si attaccano ad una cellula ospite, il loro plasma e lo strato
proteinico possono apparire come la parete della cellula ospite e
quindi il sistema immunitario non riesce a riconoscere i micoplasmi
dalle cellule del proprio corpo .

I micoplasmi sono in natura parassiti anche perchè fanno affidamento
sui nutrienti che trovano nelle cellule ospite, incluso il
colesterolo, gli amminoacidi, gli acidi grassi e persino il DNA. Essi
prosperano specialmente in ambienti ricchi di colesterolo e di
arginina.

I micoplasmi generalmente si possono trovare nella membrana mucosa
dell'apparato respiratorio. Una volta attaccati ad una cellula
ospite, questi iniziano a competere per i nutrienti all'interno della
cellula. Come i nutrienti vengono consumati queste cellule possono
iniziare il loro malfunzionamento o addirittura modificare il loro
normale funzionamento, provocando reazioni a catena con altre cellule
(specialmente quelle del sistema immunitario ed endocrino). I
micoplasmi possono addrittura causare mutazioni del DNA e del RNA
delle cellule ospite e per questa ragione sono stati collegati a
certe forme di cancro. Possono anche invadere e sopravvivere
all'interno delle cellule ospite che sfuggono al sistema immunitario,
in particolare i globuli bianchi. Una volta all' interno di un
globulo bianco, i micoplasmi possono viaggiare attraverso tutto
l'organismo e persino attraversare la barriera ematoencefalica e
dentro il sistema nervoso centrale e il fluido spinale.
*****************


I PRINCIPALI MICOPLASMI PATOGENI PER GLI ESSERI UMANI


PATOGENO - - MALATTIE IMPLICATE


Mycoplasma genitalium :Artriti, uretrite cronica non-gonococcica, malattia infiammatoria pelvica cronica, altre malattie e infezioni urogenitali, sterilità, AIDS-HIV

Mycoplasma fermentans: Artriti, sindrome della guerra del golfo, fibromialgia, sindrome da fatica cronica, lupus, AIDS-HIV, malattie autoimmuni, SLA (sclerosi laterale amiotrofica), psoriasi, sclerodermia, morbo di Crohn e sindrome dell’intestino irritabile, cancro, malattie endocrine, sclerosi multipla, diabete.

Mycoplasma salivarium: Artriti, sindrome dell’articolazione temporomandibolare (TMJ), malattie ed infezioni agli occhi e alle orecchie, gengiviti, malattie periodontali, inclusa carie.

Mycoplasma hominis, ureaplasma urealyticum: Due micoplasmi comunemente presenti nell’apparato urogenitale di persone sane. Comunque, nel tempo, è stato provato il ruolo patogeno di questi micoplasmi nelle malattie del tratto urogenitale degli adulti, nelle infezioni respiratorie neonatali e una gamma di altre malattie comuni in pazienti immunocompromessi.

Mycoplasma pneumonia: Polmonite, asma, malattie delle vie aeree superiori ed inferiori, malattie cardiache, leucemia, malattie e disturbi del sistema nervoso centrale, infezioni del tratto urinario, Crohn e sindrome dell’intestino irritabile, malattie autoimmuni.
Mycoplasma incognitus e mycoplasma penetrans AIDS/HIV, infezioni e malattie del tratto urogenitale, disturbi e malattie autoimmuni.
Mycoplasma pirum Infezioni e malattie urogenitali, AIDS/HIV

Mycoplasma incognitus e mycoplasma penetrans:AIDS/HIV, infezioni e malattie del tratto urogenitale, disturbi e malattie autoimmuni.

Mycoplasma pirum: Infezioni e malattie urogenitali, AIDS/HIV

MICOPLASMI – TEST


Individuare i micoplasmi è molto più difficile e complicato rispetto ad altri batteri, ciò è la ragione principale per cui molti medici convenzionali non diagnosticano questo tipo di infezioni. Il metodo oggi più affidabile è un test di laboratorio chiamato PCR (polimerase chain reaction, reazione a catena della polimerasi). Anche effettuando una PCR su un campione di sangue intero si può non trovare la presenza di micoplasmi, semplicemente perché questi possono trovarsi in altri liquidi e tessuti dell’organismo e non nel sangue (ad esempio nei fluidi delle articolazioni, nel midollo spinale o in qualsiasi cellula di tessuti quali il cuore, fegato, pancreas, organi endocrini, ecc.) Un test PCR è generalmente effettuato su particolari specie di micoplasmi.



  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
ARVEY


Registrato: Oct 07, 2004
Messaggi: 197
Località: Parma
Inviato: 2005-01-08 16:41   
l'ho visto solo adesso.

grazie icci per queste preziose informazioni.


  Visualizza il profilo di ARVEY   Email ARVEY      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Marialuisa


Registrato: Oct 01, 2003
Messaggi: 1536
Inviato: 2005-01-09 17:27   
.....mi vien da "piangere....."
Come faremo mai a "star bene" ???!!!!????!!!

Icci, thanks !


  Visualizza il profilo di Marialuisa      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-01-10 10:28   
Grazie per l'interessamento, ormai credevo di essere una voce nell'oceano!!!
Bando agli indugi ho altro materiale recuperato, purtroppo per lo più in lingua inglese ma per fortuna lo mastico abbastanza bene.... non chiedetemi la traduzione perchè ci sono parecchie pagine e le forze (poche) le uso un po' per lavorare e un po' per la ricerca....
Attualmente sto per provare una cura contro i micoplasmi, a base di estratti di piante dell'amazzonia (non so se funziona ma proviamo)..... sto solo aspettando un ricovero ospedaliero per fare delle analisi di controllo (tante volte avere fra il parco clienti il primario dell'ospedale della tua città è comodo per fare esami interni senza spendere molti soldi).
Dopo di che sperimenterò per due mesi circa... il prodotto è già arrivato con corriere aereo direttamente dagli States.
A dire il vero prima di provarlo avrei dovuto fare un test pcr per la ricerca dei micoplasmi ma visto che in italia non li fanno.... altri indirizzi non ne ho all'infuori di California e New Zeland... ed io fino a la non ci vado con la salute che ho! Allora lo provo, tanto è 100% naturale e non dovrebbe avere effetti collaterali.
Vi farò sapere ma non sono troppo ottimista, anzi sono molto prudente!


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
ARVEY


Registrato: Oct 07, 2004
Messaggi: 197
Località: Parma
Inviato: 2005-01-10 12:34   
caro icci,
non ci sarebbe la possibilita' di fare questo test PCR,inviando il campione di sangue per posta aerea,nel luogo in cui li fanno?
so,ad esempio,che per il test "melisa" avviene in questo modo.




  Visualizza il profilo di ARVEY   Email ARVEY      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-01-10 15:02   
Purtroppo non credo sia possibile:
Stando al rapporto di un illustre precursore del test Multiplex PCR per ricerca antigene micoplasmi se il sangue non viene conservato con le dovute cautele e per poco tempo ha dimostrato con delle prove che su 100 campioni positivi "freschi" gli stessi si sono ridotti a 20 positivi e 80 negativi dopo 24 ore....


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2005-01-10 15:15   
caro icci, anche se non ho letto tutto il tuo interessante post, perchè faccio davvero fatica a leggere tutto, anche perchè avevamo già affrontato il discorso dell'infezione da mycoplsma;

però vedi, nel caso di noi CFSini, potrebbe essere UNA delle cause, ma NON LA CAUSA, poichè si tratta di una sindrome multifattoriale, le infezioni virali e batteriche che ci hanno colpito, nell'arco della vita, sono tantissime..........per esempio, io stessa ho una bella "batteria" di virus che sono lì...........

tra cui, alcuni non molto docili; tutto questo mi è stato confermato durante la mia visita dall'immunologo di Parma..........quindi è giusto ricercare tutti i virus e batteri, ma soprattutto virus e poi "aggiustare il tiro" terapeutico in tal senso..........

La dieta è essenziale x alcalinizzare il nostro intestino (il tenue, soprattutto) che è la palestra di qst virus, trasportati, a loro volta dai batteri presenti cmq nelle nostre feci.............la barriera che impedisce o permette di passare al sangue e pertanto alla cellula è davvero sottile...........ecco perchè ci si intossica, ecco perchè la stanchezza e i dolori e via di seguito............

cetto non accade a tutti, bisogna avere, ahimè, un terreno di predisposizione, una pessima alimentazione fin dall'infanzia, addirittura un mancato allattamento al seno materno o un latte materno non "buono", cioè di una mamma già cn problemi............

insomma il discorso è complesso, appena potrò scriverò quello che mi è stato riferito............

in qst gg. mi barcameno tra alti e bassi, devo cercare il laboratorio che mi faccia degli esami particolari e mercoledì rienterò al lavoro..........

un bacione e a presto......raffaella


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2005-01-10 15:15   
caro icci, anche se non ho letto tutto il tuo interessante post, perchè faccio davvero fatica a leggere tutto, anche perchè avevamo già affrontato il discorso dell'infezione da mycoplsma;

però vedi, nel caso di noi CFSini, potrebbe essere UNA delle cause, ma NON LA CAUSA, poichè si tratta di una sindrome multifattoriale, le infezioni virali e batteriche che ci hanno colpito, nell'arco della vita, sono tantissime..........per esempio, io stessa ho una bella "batteria" di virus che sono lì...........

tra cui, alcuni non molto docili; tutto questo mi è stato confermato durante la mia visita dall'immunologo di Parma..........quindi è giusto ricercare tutti i virus e batteri, ma soprattutto virus e poi "aggiustare il tiro" terapeutico in tal senso..........

La dieta è essenziale x alcalinizzare il nostro intestino (il tenue, soprattutto) che è la palestra di qst virus, trasportati, a loro volta dai batteri presenti cmq nelle nostre feci.............la barriera che impedisce o permette di passare al sangue e pertanto alla cellula è davvero sottile...........ecco perchè ci si intossica, ecco perchè la stanchezza e i dolori e via di seguito............

cetto non accade a tutti, bisogna avere, ahimè, un terreno di predisposizione, una pessima alimentazione fin dall'infanzia, addirittura un mancato allattamento al seno materno o un latte materno non "buono", cioè di una mamma già cn problemi............

insomma il discorso è complesso, appena potrò scriverò quello che mi è stato riferito............

in qst gg. mi barcameno tra alti e bassi, devo cercare il laboratorio che mi faccia degli esami particolari e mercoledì rienterò al lavoro..........

un bacione e a presto......raffaella


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2005-01-10 16:23   
Icci scrive:"Allora lo provo, tanto è 100% naturale e non dovrebbe avere effetti collaterali."------>Il fatto che qualcosa sia "naturale" non esclude che potrebbe creare problemi.Se non ho capito male tu curi il micoplasma alla cieca,senza cioè neanche sapere se c'è,e sulla base di cosa allora faresti questa cura?


[ Questo messaggio è stato modificato da: max il 2005-01-10 16:24 ]


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-01-15 16:18   
Caro Max, la tua riflessione è molto plausibile, anzi oserei dire da "manuale"....
però vorrei farti delle precisazioni:
- quello che assumo viene sempre vagliato dal mio fisiokinesiatra di fiducia
- parecchi test condotti in usa dimostrano che circa il 60% dei pazienti con CFS oFM sono risultati positivi ai micoplasmi (come "superinfezioni") e questo spiega come alcuni medici hanno cominciato a curare le persone con cicli di antibiotici specifici (tetracicline e eritromicine)
- il prodotto naturale reperito da me è stato garantito privo da effetti collaterali.... potrà non essere vero, in caso si sospenderà il trattamento. Resta sempre vero che i rimedi omeopatici sono esenti da controindicazioni... o no?

Mi sembra obiettivamente che vale la pena provare.....
In quanto alla verifica di laboratorio per vedere se ho contratto il micoplasma o no... la farei volentieri!!!! se trovassi qualcuno che la fa in italia!!!!
Detto questo non voglio asserire che vado "alla cieca" e non mi importa nulla..... di solito sono molto cauto.
Ciao e grazie per il confronto.


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2005-01-15 22:41   
Icci dice:"Resta sempre vero che i rimedi omeopatici sono esenti da controindicazioni... o no?"----> No.



  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
eli67


Registrato: Sep 06, 2004
Messaggi: 181
Località: provincia di Novara
Inviato: 2005-01-16 09:14   
ciao!
sono andata a rivedere gli esami che mi hanno fatto durante il ricovero all'ospedale di Chieti a settembre.....
hanno fatto la ricerca degli:
- anticorpi anti Mycoplasma pneumoniae
- PCR Micoplasma pneumoniae DNA
e la ricerca dei micoplasmi anche da vari tamponi

quindi potrebbe essere un posto di riferimento per la ricerca dei micoplasmi...o sbaglio ?

icci, potresti chiamare il Reparto di Malattie Infettive dell'ospedale di Chieti e chiedere conferma degli esami

tel. 0871 358684
chiedi di parlare con la dott. Racciatti o dott. Vecchiet che sono i medici che si occupano di CFS

un abbraccio
Elisabetta


  Visualizza il profilo di eli67   Email eli67      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
icci


Registrato: Dec 28, 2004
Messaggi: 168
Località: Venezia
Inviato: 2005-01-17 15:27   
Grazie per le dritte Elisabetta!
Di sicuro proverò a chiedere informazioni in merito.
Devo però precisare una cosa: le ricerche effettuate da come me le descrivi sono specifiche per il micoplasma del ceppo "pneumonea" e non comprendono i ceppi "incognitus fermentans" o il "penetrans" che a detta di alcuni ricercatori sarebbero implicati nella CFS....
Cmq chiederò in merito delucidazioni.
Un bacio e grazie ancora.


  Visualizza il profilo di icci   Email icci      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
doryan


Registrato: Nov 01, 2004
Messaggi: 129
Località: voghera
Inviato: 2005-01-19 19:12   
vorrei dire qualcosa se possibile con tutto il rispetto possibile e nonostante il mio abisso di ignoranza........che come dice stregatta non sono la causa i batteri i virus le varie micosi ( noi siamo da sempre immersi in ogni tipo di battere patogeno virus fungo è quantaltro,anke i nostri nonni e bisnonni e trisnonni lo erano anche piu di noi.........eppure loro avevano qualcosa in piu:-) 1kg e 8oo di flora batterica........intestinale noi invece grazie all'alimentazione errata ai veleni nel cibo alle varie formaline usate in tutti i campi x non far avariare i prodotti sia animali che vegetali ne abbiamo solo 500 grammi immaginate ke pakkia x tutti gli agenti patogeni:-( quindi ergo cioè credo e capisco che altro che cfs che ci sarà da combattere!!!)giustamente la scienza ci fa sapere esattamente la presenza di queste porcate ma solo antibiotici:-( vuol dire fare diminuire quei poki grammi di flora intestinale che è rimasta:-(quindi si agli antibiotici mirati ma si anche al potenziamento della flora batterica con abbondanti dosi di probiotici.......purtroppo secondo mè la causa cara strega sta propio lì nella flora intestinale che non cè piu:-(

  Visualizza il profilo di doryan   Email doryan      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2005-01-19 19:45   
Concordo con te Doryan!...

Attenti con gli antibiotici; non sono Dolcetti!!

Prendeteli Solo se Strettamente Necessario e per cose di cui Soffrite con Sicurezza!
Gli antibiotici presi in modo errato possono creare "Resistenza" ed aprire le porte ad un'altra Infinità di virus e batteri!!

Ho fatto per mia sfortuna diciotto anni di terapie antibiotiche...sono viva grazie a quelli; ma i danni sono stati "Pesanti"!!
Non posso più Avvicinarmi ad un antibiotico...posso assumere solo in caso di "estrema necessità" un Macrolide(gli antibiotici che si usano per i bambini!)e me lo devo tenere buono!

Gli antibiotici vanno Dosati Bene, Scelti Bene(da medici)e devono "essere mirati"!


Dany





  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.022700 seconds.