[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » armi batteriologiche
Autore armi batteriologiche
Noumeno


Registrato: Jul 29, 2003
Messaggi: 629
Inviato: 2004-11-21 19:48   

Ho trovato questo documento, prendetelo con le molle
http://www.comilva.org/public/comilva/documenti/documenti.asp?doc=2§ion=26&post=69&page=2

http://www.comilva.org/public/comilva/documenti/documenti.asp?doc=2§ion=26&post=290

[ Questo messaggio è stato modificato da: Noumeno il 2004-11-21 20:04 ]


  Visualizza il profilo di Noumeno   Vai al sito web di Noumeno      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Noumeno


Registrato: Jul 29, 2003
Messaggi: 629
Inviato: 2004-11-21 21:48   
copio/incollo le due parti: 1

Introduzione
Guerra Batteriologica, Vaccini Contaminati e CFS
(Titolo originale: Biological Warfare, Contaminated Vaccines and CFS)

pagina pubblicata nel marzo 1999
Traduzione dalla documentazione originale in lingua inglese nel sito: http://www.cfsaudio.4biz.net, - CFS Radio Program - intervista del Dr. R. G. Mazlen, M.D. Host con il Dr. Leonard Horowitz, del 26 aprile 1998, trascritta da Carolyn Viviani – carolynv@inx.net.
In questa intervista al programma radiofonico americano CFS, che si occupa in modo specifico della sindrome da affaticamento cronico (appunto CFS dalle iniziali delle parole inglesi), il dr. Horowitz, citando il suo ultimo libro "Emerging Viruses, AIDS & Ebola, Nature, Accident or Intentional?", traccia un quadro inquietante sulle strategie oscure che legano con un filo invisibile (ma non troppo) WHO, NIA, NCI, USAID, USPHS, CDC, DOD, NATO, USAMRIID, CIA. "Gli scienziati che hanno lavorato alla messa a punto degli armamenti batteriologici e dei virus, per conto del governo degli Stati Uniti e della CIA, dispongono di biotecnologie genetiche e molecolari estremamente sofisticate e specifiche che li hanno messi in grado di costruire quello che potremo definire letteralmente lo stimolo per la predisposizione a certe malattie in certe razze umane".


  Visualizza il profilo di Noumeno   Vai al sito web di Noumeno      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Noumeno


Registrato: Jul 29, 2003
Messaggi: 629
Inviato: 2004-11-21 21:59   
Intervista
Dr. Mazlen: Abbiamo come ospite di ritorno il dr. Leonard Horowitz, laureato ad Harward, investigatore indipendente e autorità sull’educazione alla salute pubblica internazionalmente riconosciuto e autore del libro "Emerging Viruses: Aids and Ebola. Nature, Accident or International."sul quale abbiamo discusso qualche tempo fa. Abbiamo parlato di alcune questioni e comunque oggi andiamo ad incominciare con il seguito di questo interessante programma.
Nella prima pagina del New York Times di oggi troviamo pubblicato il seguente articolo: "In una splendida giornata di primavera, lo scorso mese, una quarantina di funzionari provenienti da più di una dozzina di agenzie federali, si sono incontrati segretamente nei pressi della casa bianca per prevedere cosa accadrebbe se dei terroristi attaccassero gli Stati Uniti con delle nuove e devastanti armi batteriologiche." Di seguito si può leggere ancora: "lo scorso mese, in una esercitazione segreta denominata TABLETOP, una versione civile di un wargame militare, sono stati usati dei virus prodotti dall’ingegneria genetica, una specie di miscela fra i virus del vaiolo e Merberg virus. Del Marberg virus ne parla anche il dr. Horowitz, nel suo interessantissimo libro: cito ancora l’articolo: "Il dr. William A. Hazeltine, uno dei principali esperti di ingegneria genetica e consulente della casa bianca, affermò in una intervista come tale scenario fosse una realtà", aggiungendo "un virus come questo potrebbe essere prodotto da qualsiasi virologo molecolare di una certa esperienza che disponga di una buona struttura di laboratorio".
Ora, perché ci siamo introdotti in questa tematica? Semplicemente perché i pazienti affetti dalla sindrome da affaticamento cronico (CFS) sono in effetti una speciale categoria di persone immunodepresse; alcuni di loro molto pericolosamente immunodepressi, altri meno. Il punto è che queste persone rappresentano un gruppo non in grado di resistere ad un consistente attacco nel caso di una guerra batteriologica e perciò sono le persone per le quali dobbiamo interessarci particolarmente nel caso che possa accadere una cosa del genere in quanto molte di loro potrebbero essere destinate a soccombere. Ora, il nostro ospite ha fatto tutta una serie di ricerche nel campo della guerra batteriologica, con l’utilizzo di virus, batteri ed altri organismi sintetizzati con l’ingegneria genetica. Bene, diamo il benvenuto al Dr. Leonard Horowitz al nostro show. Leonard, benvenuto, e parlaci quindi di questo articolo e del suo significato.
Dr. Horowitz: Certamente, dr. Mazlen, è un piacere essere ancora con lei oggi.
Dr. Mazlen: Che cosa ha scoperto nel merito? In quale direzione ha condotto il lavoro fatto?
Dr. Horowitz: Bene, il tutto fa parte di una campagna propagandistica in larga scala. Le autorità ci stanno lanciando questo tipo di messaggi in modo consistente da circa un anno a questa parte. E da circa un anno io sostengo che le autorità stanno con probabilità fornendo, e non solo, ma anche probabilmente dispiegando delle armi batteriologiche che sono state sviluppate su commesse della CIA da laboratori come la Litton Bionedics. In effetti lei ha menzionato Hazeltine nella sua introduzione. I laboratori di ricerca Hazeltine, sono quelli dove è comparso per la prima volta il virus tipo Ebola , chiamato anche Reston Virus, e disponeva in effetti di virus prodotti con l’ingegneria genetica: essi non erano quindi soltanto dei fornitori di scimmie dei ricercatori delle forze armate. Ebbene, quello che viene pubblicato oggi nell’articolo del New York Times è in verità parte di una più ampia campagna propagandistica diretta ad informare l’opinione pubblica americana che proprio le aree urbane non solo sono a rischio per attacchi da armi batteriologiche ma che in effetti questi attacchi li stanno già ricevendo dai fondamentalisti islamici o dai mussulmani di estrema destra, dai cristiani patriottici o dai gruppi miliziani americani: in realtà è proprio la CIA che, non solo rifornisce tali gruppi e ne è direttamente coinvolta con i suoi agenti infiltrati, ma ha in agenda un vero e proprio programma di riduzione della popolazione degli Stati Uniti di circa il 55 % nei prossimi 25 anni e non solo utilizzando a tale scopo il cancro. Non è una coincidenza, a mio avviso, che L’American Cancer Society (ACS) e il National Cancer Institute (NCI) abbiano dichiarato che un ascoltatore su due ha la possibilità di contrarre il cancro: per questo affermo che tutto ciò fa parte di un programma molto ampio che è chiaramente articolato e documentato nel mio libro.
Dr. Mazlen: Certamente dovremo considerare seriamente e pensare all’impatto di quello che ci sta dicendo e ovviamente ci sarà bisogno di approfondire molto l’argomento: lei ha menzionato nel precedente incontro che sarebbero utili delle ricerche particolari in questa direzione. Naturalmente la cosa diventa un problema particolarmente grave per le persone affette da CFS per il fatto che essi sono già immunodepressi. Essi hanno già un certo carico virale che ora rischiano di aggravare con nuovi batteri ed altro ancora. Vorrei fare una breve digressione: ho trovato che in un gruppo di miei pazienti affetti da CFS la presenza di virus nascosti (Stealth virus) che derivano da una non molto significativa epidemia di un particolare virus sconosciuto, diffusa più che altro nella costa orientale. Altri pazienti risultano positivi al mycoplasma, incluso il mycoplasma fermentans ed io sospetto che ci siano ancora altri tipi di virus che sono stati liberati nel nostro ambiente: lei è andato molto nel dettaglio in questo argomento nel suo libro. Lei ha detto di aver trovato persone che hanno riconosciuto che nel periodo 1970-’71 c’è stato uno speciale Virus cancer program al NIH: cito dal suo libro "il periodo critico durante il quale venni a conoscenza che il dr. Gallo e la sua compagnia avevano creato numerosi retrovirus tipo AIDS". Bene, ovviamente ci sono tutta una serie di altri virus oltre a quello che noi conosciamo con il nome di AIDS. Cosa ne pensa in proposito?
Dr. Horowitz: Assolutamente. Ed è per questo che lei vede così tante persone affette da disfunzioni immunitarie derivanti da CFS. Come da lei sostenuto ci sono altri organismi coinvolti e tutti molto probabilmente sono stati trasmessi attraverso forniture di sangue contaminato come, del resto, di vaccini contaminati. In effetti come sostenevo la volta scorsa, oggi il vaccino orale della polio, che come detto dovremo dare ai nostri figli per legge – anche se nel nostro paese (USA) questo non è vero in quanto ci sono possibilità di esenzione per motivi religiosi e spirituali – è ancora contaminato da virus di scimmia, virus cancerogeni come l’SV40 ed altri ancora, per i quali l’FDA deve chiudere un occhio. Almeno un centinaio di virus contaminanti di scimmia, virus che producono il cancro e immuno soppressione sono presenti per ogni dose di vaccino antipolio orale e la ragione per cui non viene detta la verità ai nostri medici e scienziati è perché i funzionari dell’FDA hanno le mani legate dalle leggi sui brevetti e da accordi di non divulgazione che sono stati imposti dalle industrie farmaceutiche capeggiate da Rockefeller. In questo modo nemmeno gli scienziati possono conoscere la verità. E come essi non hanno appreso la verità, così non l’avranno potuta insegnare: questo significa che né i primari, né gli specialisti, né il personale paramedico hanno mai saputo la verità. Così, quando essi si rivolgono alla gente dicendo "andiamo, venite a vaccinarvi", come nel caso della sindrome da Guerra del Golfo, lei sa che essi le dicono che è per il suo bene, così come stanno dicendo ora a 2.4 milioni di personale militare di vaccinarsi con il vaccino dell’antrace: essi non sanno nemmeno quali sono i rischi che corrono, semplicemente perché non conoscono la composizione di quei vaccini che contengono virus cancerogeni ed immunosoppressori.
Dr. Mazlen: Certamente tutto ciò rappresenta quello che si può definire un pericolo chiaro e preciso. Abbiamo una telefonata in linea, una ascoltatrice, il suo nome è Jeeney, chiama dalle Staten Island e ha una domanda. Jeeney sei in linea, benvenuta in trasmissione. Qual è la tua domanda?
Jeeney: La mia domanda per il dr. Horowitz è, "come è possibile portare questo tipo di informazioni a tutti, in modo tale che vi sia la massima consapevolezza? I medici e gli scienziati potrebbero in tal modo sapere come affrontare tali problemi, specialmente nelle persone affette da CFS e da disfunzioni immunitarie in genere".
Dr. Mazlen: Okay, il dr. Horowitz ci risponderà fra breve. Nel frattempo vorrei fare presente come sia sempre più evidente che i pazienti affetti da CFS siano sottoposti all’azione di altre tipologie di agenti biologici. Io penso che questo aspetto sia estremamente importante; in particolare uno di questi nuovi agenti pare essere particolarmente contagioso ed infettante. Il dr. Erich Ryll lo descrisse in una recente trasmissione. Vorrei soltanto aggiungerlo alla lista di tali agenti "misteriosi"
che possono o meno essere il risultato della ricerca sulle armi batteriologiche. Ora abbiamo nuovamente il dr. Horowitz in linea: Leonard, la domanda di Jeeney era sostanzialmente come poter amplificare l’informazione circa questi studi che lei ha condotto.
Dr. Horowitz: Certamente. Ci sono attualmente due tipi di azioni politiche da raccomandare. Una è sicuramente quella di costruirsi una propria consapevolezza dell’informazione corrente, che non è soltanto quella che si trova nel mio libro "Emerging Viruses: AIDS and Ebola" ma anche i audiocassette o videocassette che sono state prodotte per sintetizzare e nel contempo semplificare l’informazione in modo tale che questa possa arrivare a tutti i vostri cari. È attraverso l’azione di divulgazione personale che si sviluppa fondamentalmente verso i vostri amici e le vostre famiglie per aumentare la loro consapevolezza ed aiutarli a prendere delle decisioni importanti, come quella di evitare possibilmente i vaccini e le trasfusioni di sangue contaminati, così che, una volta diffuso l’allarme, si possa agire con iniziative da portare al congresso USA per una indagine sull’esposizione della cittadinanza alle sostanze batteriche tossiche prodotte dal complesso delle industrie farmaceutiche affiliate al nostro sistema militare. In sostanza, stiamo spingendo per una indagine congressuale come pure, come menzionato dal dr. Mazlen, per una indagine scientifica indipendente dei fatti documentati.
Jeeney: Benissimo, meraviglioso. Penso che questa sia la cosa giusta.
Dr. Mazlen: Grazie Jeeney per la telefonata e per essere stata all’ascolto del nostro programma. Leonard, vorrei che prendessimo in esame ora quanto esposto a pagina 280 del suo libro, dove viene precisato che circa 184 medici ricercatori hanno "ricevuto delle tossine da Fort Dietrich". Non era implicito che questi fossero degli appaltatori di armi batteriologiche, comunque lei fa notare che molte delle persone presenti nella lista erano coinvolte in uno speciale programma di ricerca su virus cancerogeni o vaccini, in ogni caso sono usciti tutti questi materiali. Per quanto ne sa, le risulta che ce ne conservino ancora o che ne siano stati prodotti di nuovi?
Dr. Horowitz: Si dr. Mazlen, queste tossine sono attualmente conservate. Esse sono state conservate e ne sono state anche create altre. In effetti tutto ciò viene illustrato nel libro "Emerging Viruses: AIDS and Ebola" e meglio ancora, penso, in una registrazione audio di un programma intitolato "Nazi-American Biomedical Biowarfare Connection", della durata di circa 3 ore. Si può capire come le radici di questo tipo di ricerche risalgano letteralmente a Hitler. E in più come la famiglia Rokefeller avesse una piena collaborazione con I.G. Farbin. Quello era virtualmente il terzo Reich. Essi erano coinvolti inizialmente in una operazione in cui un certo Eric Traub - un famoso ricercatore medico biologo al servizio di Hitler, sviluppatore di armi batteriologiche – avrebbe dovuto creare dei virus specifici per popolazioni. Ora, sappiamo che la ricerca genetica a quel tempo era agli albori. Negli anni ’50 cominciava già ad andare un po’ meglio: la clonazione è iniziata proprio in quegli anni. Negli anni ’60 la ricerca ha cominciato ad essere molto più sofisticata. Ora siamo al punto di cui lei parlava poc’anzi. In effetti sappiamo per esempio che, come appare chiaro dai documenti a disposizione, Henry Kissinger, che ancora oggi molte persone credono un uomo meraviglioso, in effetti è stato il responsabile dei servizi segreti americani per la caccia ai nazisti durante la seconda guerra mondiale – in una sorta di gioco dei bussolotti chiamato "Progetto Paperclip" – come infiltrato nei gruppi nazisti fuoriusciti dalla Germania, ma non tanto con lo scopo di produrre prove per i crimini di guerra e per il tribunale di Norimberga, quanto piuttosto al servizio dell’Intelligence e delle industrie americane. E fra le persone che uscirono dalla Germania in quel periodo c’era proprio Eric Traub: Traub lavorò quindi per la marina americana, ma questa era solo una delle principali associazioni o accademie militari per cui egli lavorò. Infatti egli lavorò per l’università della California, e per aziende affiliate alla marina militare. In tali lavori vennero creati un numero considerevole di questi virus mutanti ibridi i quali avrebbero prodotto cancro come pure immuno depressione: questo prefigura quindi il lavoro del 1962 che venne chiamato più tardi "Special Virus Cancer Program" o, come oggi viene letteralmente chiamato, Programma "Hugenics" o programma Hitler per l’igiene razziale, se volete. Questo programma ha le sue origini e trova un forte sostegno fra i suoi seguaci agli inizi degli anni ’20; fra questi le famiglie Rockefeller, Prescott, Busch (il padre di George Bush), William Draper III, la Famiglia Reale. Queste sono le persone che letteralmente desideravano spazzare via certe razze e che hanno contribuito all’ascesa di Hitler: oggi non abbiamo più il programma Hugenic, bensì il "Progetto del Genoma Umano", dove laboratori come l’Hazeltine che abbiamo citato precedentemente, o il laboratorio del dr. Gallo e le associazioni collegate come la Litton Bionedics che collaborano con l’NCI, e cammin facendo, tutti i programmi per gli armamenti batteriologici, hanno continuato in tutti questi anni, sotto la parvenza della ricerca sul cancro a perseguire questi scopi. Un paio d’anni orsono, nell’ambito del Progetto del Genoma Umano, dai laboratori di Colt Spring Harbor, non lontano da New York, è stato annunciato il completamento dei genomi umani, ovvero è stato portato a termine ciò che gli Hugenisti nazisti si erano prefissati, il legame di certi geni con certe razze e con certe predisposizioni verso alcune malattie. La predisposizione genetica verso alcune malattie avviene in ben determinate razze: ecco perché oggi, nel campo della ricerca medica, abbiamo degli articoli che si presentano come "Scoperto cancro al polmone nelle donne ebree", oppure "Scoperto il gene dell’anemia falciforme negli uomini di colore", oppure "Scoperto lo sviluppo del sarcoma negli uomini discendenti dagli ebrei europei", oppure "Scoperta infezione da Ebola nelle persone di colore". È molto interessante notare come si parli così frequentemente di "gene degli ebrei" o di "gene dei negri": questo è quanto era in agenda fin dal 1920 negli Stati Uniti, continuato e sviluppato durante il regime nazista ed ora riportato nel Progetto del Genoma Umano. Come disse fondamentalmente a suo tempo il dr. Gallo, il principale virologo al mondo in materia di AIDS, in una mia intervista, sin dal 1975 le persone che hanno lavorato alla messa a punto degli armamenti batteriologici e dei virus, per conto del governo degli Stati Uniti, come pure per la CIA, hanno avuto la possibilità di lavorare con biotecnologie genetiche e molecolari estremamente sofisticate e specifiche che li hanno messi in grado di costruire quello che potremo definire letteralmente lo stimolo per la predisposizione a certe malattie in certe razze umane.
Dr. Mazlen: Torneremo su questo argomento fra qualche istante. Tutto ciò è affascinante ma al contempo anche molto raggelante. Stiamo andando purtroppo fuori tempo massimo. Vorrei dare al dr. Horowitz la possibilità di dirci dove potremo procurarci del materiale in qualche modo collegato al suo libro o ad altri studi che ha prodotto. Leonard, come possono raggiungerla i nostri ascoltatori?
Dr. Horowitz: Chiamando un numero gratuito, 1-888-508-4787, è possibile avere i libri o il video chiamato "I Virus Emergenti nelle Vaccinazioni" che vuol far emergere la verità intorno ai vaccini, in quanto essi non sono così sicuri come le autorità vorrebbero farci credere.
Dr. Mazlen: Ancora una breve domanda prima di chiudere: lei ha parlato anche delle forniture di armi batteriologiche che il nostro paese, insieme ad altri, avrebbe fatto all’Iraq. Cosa ne sappiamo di queste forniture?
Dr. Horowitz: Ci sono diversi documenti al riguardo. Si tratta di reagenti, alcuni dei microrganismi principali per la ricerca e lo sviluppo degli armamenti batteriologici. In effetti sappiamo che negli arsenali militari di Saddam Hussein ci sono molte armi chimiche e batteriologiche di nostra produzione: una lista dettagliata è stata redatta dal capitano Joyce Riley e da alcuni collaboratori. Fra questi ci sono spore di antrace ed una moltitudine di batteri, placche bubboniche che erano presenti in quelle forniture.
Dr. Mazlen: Il che è abbastanza per costituire un monito ai nostri ascoltatori affetti da CFS che abbiamo in qualche modo preparato ad affrontare questi nuovi agenti e virus emergenti come è messo in luce nel suo libro.


  Visualizza il profilo di Noumeno   Vai al sito web di Noumeno      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Noumeno


Registrato: Jul 29, 2003
Messaggi: 629
Inviato: 2004-11-24 02:14   
Commenti? considerazioni? Se fosse per questo che i ministeri stentano a riconoscere la CFS? Se fosse per questo che gli agenti virali non si vedono?

Tramite Ago ho chiesto un parere alla dott. Carlo Stella.

A me pare assurdo che si progetti a tavolino uno stato di immuno depressione per civili ma in questo mondo folle tutto e' possibile.


  Visualizza il profilo di Noumeno   Vai al sito web di Noumeno      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-11-24 08:12   
Avevo già letto queste cose lo scorso anno ma non trovo più il link(era diverso da quello postato da te; ma cmq Uguale nella Sostanza).

Alcuni stati usano le malattie per far diminuire la popolazione mondiale!!

Io ci credo relativamente(cioè secondo me non tutto è stato creato a tavolino, ma un fondo di verità C'è!).
E come hai detto tu...: in questo folle mondo tutto e di più

Buona giornata

Dany





  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-11-25 19:32   
paura...

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-11-25 19:32   
sdegno...faccio una strage.

  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.009291 seconds.