[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » antidepressivi e sintomi simil-cfs-la mia storia (se volete)
Autore antidepressivi e sintomi simil-cfs-la mia storia (se volete)
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2004-07-24 20:46   
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1052 Inviato: 2004-07-01 23:04
--------------------------------------------------------------------------------
E se invece a qualcuno la Cfs fosse venuta nel tempo proprio assumendo gli psicofarmaci per altri motivi?Magari qualche forma di quella che la medicina ufficiale chiama con "sintomi prevalentemente a carico del sistema nervoso",cioè senza linfoadenopatia e altri sintomi che fanno pensare più facilmente a qualcosa di infettivo.L'ho gettata là,ognuno sa come stava prima e cosa assumeva prima di ritrovarsi con la Cfs.


Ciao Max,sempre in gamba,oggi ho smesso un po'le mie attività stressanti,e mi son fatto un giro sul forum,come faccio di tanto in tanto.Forum che mai dimentichero' come mai dimentichero'tutti voi e tutti i sofferenti del mondo di tutti quei strani sintomi,che poi vengono etichettati coi nomi piu'svariati.La tua domanda trova risposta nella mia storia,se ricorderete sin dal primo momento,i miei primi post furono "psicofarmaci e cfs"e da allora ho sempre sparato contro tali farmaci,perchè mi hanno rovinato,pensavo pure di aver raccontato la mia storia,ma se ci penso bene,non lo mai fatto al 100%,la tua domanda cade a fagiolo,e ti do'la risposta,che per quando mi riguarda è si al 100%,e posso dimostrarlo a tutti i livelli.Il discorso sarebbe lungo ma interessante,io oggi non mi occupo piu'di ricerche mediche,sono tornato alla mia vecchia passione anche se fortemente stressante.Tutto quanto ho raccolto è buttato nel mio computer,e non saprei nemmeno piu'ritrovarlo.Ma mi resta una grande cultura attorno al problema,oggi ogni tanto mi arriva ancora qualche email che mi conferma che avevo visto giusto con gli antidepressivi.Adesso,se volete,a puntate vi faccio la mia storia relativa ai miei sintomi,che trovano inizio nel 1996 ,ma la botta me la procuro all'inizio del 2000,per la mia sbadadaggine e per l'errore di un medico.E logico che raccontare la mia storia,puo'servire solo a riflettere su come si modificano i sintomi,e del perchè,il piu' delle volte siamo vittime dei farmaci nostro malgrado.I sintomi che voi tutti accusate sono sempre stati i miei sintomi,oggi non ne soffro piu'come prima,avrei risolto il problema al 100%se non fosse stato per una serie di altri piccoli errori mossimi contro in questi ultimi 9 mesi,relativo ad altro capitolo.In effetti voglio dire che i sintomi sono quelli,la strada per arrivarci è piu'di una,e spesso per curarli col metodo sbagliato si finisce con potenziare gli stessi,poi il tutto si incasina,e si smarrisce la strada per venirne fuori.Unica speranza è quella che hai detto Tu,ognuno sa come stava prima e cosa assumeva prima di ritrovarsi con la Cfs.
Un saluto affettuoso a tutti,e fatemi sapere se devo passare al racconto della mia storia,con nessi e connessi.


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
antonio


Registrato: May 30, 2004
Messaggi: 118
Località: Lazio
Inviato: 2004-07-24 21:09   
Ciao Romeo se vuoi racconta, son tutto orecchi

  Visualizza il profilo di antonio      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
miss


Registrato: Aug 02, 2003
Messaggi: 891
Inviato: 2004-07-24 21:19   
ciao Romeo,veramente MOLTO felice di risentirti...ben tornato all'ovile,è bello risentire qualcuno della vecchia guardia di tanto in tanto!!!anche se son sicura che tu ci abbia sempre seguito,come credo stia facendo pure Piero,che approfitto per salutare....
la tua storia??!!??
come nò...non si finisce mai di imparare!!!
un grosso abbraccio miss.


  Visualizza il profilo di miss      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-07-24 21:29   
Ciao Romeo...per me e' un piacere ascoltarti!

Un sorriso
Daniela.



  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
mario


Registrato: Oct 23, 2003
Messaggi: 639
Inviato: 2004-07-24 23:10   
non hai bisogno di chiedere permesso..
e la tua storia è importantissima!!!

schede maledette schede di raccolta info!!! ma ce la faremo prima o poi!! e max pagherà da bere a tutti

!



  Visualizza il profilo di mario      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2004-07-24 23:40   
Innanzitutto un abbraccio a Te Daniela e a Te Miss,che conosco bene,a te Antonio che sei nuovo,e a chi nel frattempo risponderà,il piacere di rileggervi è grandissimo,al limite della commozione.Passo subito alla mia storia,perchè con il lavoro che svolgo il tempo,oggi,è veramente poco.

Prima di iniziare la storia della mia patologia,è giusto che vi dica chi sono stato cioè un tipo esuberante,ricchissimo in energie,mi sono sempre buttato a fare mille cose nella vita,mi piaceva farle al meglio e penso ci riuscivo abbastanza.Ho vissuto sempre a contatto con lo stress,quello buono intendo,dovuto al fatto che mi occupavo sempre in prima persona di tutto cio'che mi riguardava o che riguardava i miei cari ed i miei amici.Ho vissuto cercando di aiutare sempre gli altri, lo facevo con lealtà, per carattere, avevo piacere a farlo,e Daniela,mi capi'perfettamente,e proprio d'allora sono scomparso, per coincidenza,ma solo coincidenza.Sono stato e lo sono ancora insegnante di educazione fisica nelle scuole medie di 2° grado,non mi sono laureato in medicina per pochi esami,perchè preso da altri interessi,ho avuto tanti hobby nella mia vita,tra cui lo spirito d'avventura a tutti i livelli,lo sci,il ballo,il gioco d'azzardo,la politica,il sindacato,il sesso,la trasgressione,l'amicizia,sono passato attraverso fasi di vita materialistica,e poi sono andato alla ricerca dell'io spiritualista interiore.Sono stato un cultore della medicina allopatica e nello stesso tempo ho studiato moltissimi tipi di medicina alternativa-olistica.Ho praticato sport,yoga ,il taoismo,il tantra, la meditazione trascendentale di Maharishi con relativa iniziazione con mantra personale,ho mangiato macrobiologicamente per anni,ho fatto svariati corsi,insomma non stavo mai fermo,tutto mi attirava fino a quando non lo sperimentavo.Potrei andare avanti,ma mi fermo per non sembrare esagerato.Ho sposato una donna magnifica,calma,dolce e pacifica,che spesso ha dovuto sopportare le mie esuberanze,l'ha fatto con intelligenza,anche Lei è docente di Scuola,ma nel settore umanista.Quindi due tipi diversi,opposti,ma sempre in accordo o quasi.Il quasi è riferito ai figli,io ci soffro e mi arrabbio da morire,Lei trova sempre il modo di perdonare e di essere felice.Dimenticavo ho 57 anni ad ottobre prossimo.Portati bene fino a metà del 2000.

Comunque,era l'anno 1996,a febbraio,io lavoravo all'aperto su di un campo sportivo,e tutte le mattine,al freddo e al gelo ventoso,allenavo i miei ragazzi al gioco del calcio.Ecco che all'improvviso si presenta un ronzio persistente all'orecchio sx,fui preso dallo spavento,perchè non passava,e la cosa mi disturbava parecchio.Ricordo che mi recai in ospedale,ma fu una perdita di tempo.La sera per prendere sonno fu' un disastro,impiegai ore a stressarmi,ma poi dovetti cedere a prendere mezza compressa di benzodiazepina,che riusci'a farmi prendere sonno.Dal mattino seguente mi recai dall'otorino,mio amico,il quale mi disse che con gli acufeni non ci capivano nulla ed io mi dovevo abituare a convivere col disturbo.Passai oltre andai in mille posti,anche a livello universitario,feci tutte le analisi del caso,ma come sempre accade con tal fastidio niente.MI fu' diagnosticato il deep con l'acufenometria,ma di cure come al solito niente,poteva dipendere da centinai di motivi,meglio mettersi calmo ed accettare di conviverci,ed infatti cosi feci,mi aiutai con un po'di autogeno traning e meditazione,oltre ogni tanto,una mezza benzodiazepina,quando era piu'forte del solito.IN quel periodo,giocavo in borsa,esattamente mi divertivo a comprare titoli,opzioni e future,e spesso mi vedevo costretto a portarmi in oven.night qualche posizione.Cio'di per se è causa d'ansia,che combinato con l'acufene,mi fece capire che avrei perso colpi mam mano che passavano gli anni.La cosa ando'avanti senza grassi problemi fino a fine 1999,ricorderete che in quegli anni sulle borse di tutto il mondo si formo'la piu'grande bolla speculativa della storia borsistica,ed io col mio caratterino esuberante,ero esposto con cifre elevate,e trattandosi di effetto leva altissimo,per i derivati che trattavo,rischiavo moltissimo tutti i momenti,ma ero un d'azzardo,e la cosa mi emozionava.Ma a letto la sera pagavo lo stress dell'acufene,l'ansia normale delle posizioni,e lo stress di ore di monitor,oltre a tutto lo studio e le relative analisi da fare,anche la domenica e il sabato.Ricordo,che nel momento piu'carico di stress ebbi l'idea di recarmi una sera,tutto stressato,a fine giornata dal neurologo,amico di un mio amico che operava in banca come me.Era l'inizio del 2000,in piena bolla,le borse salivano e si guadagnava parecchio al giorno,ma mi sarei esaurito a continuare con quel ritmo.IL dottore,che conosceva il gioco,e considerando che l'amico in comune gli aveva parlato di me,e vedendomi stanco e stressato in volto e sapendo dell'acufene,mi disse la prima cosa "devo farla dormire meglio" e mi prescrisse un farmaco,in piu'mi regalo' un compione dello stesso,e andai via dopo aver pagato la visita.A casa dopo cena,presi un quarto di pasticca,e miracolo dei miracoli,caddi fulminato addormentato quasi all'istante,al punto di non riuscire nemmeno a mettermi il pigiama.La notte un bel sonno,il risveglio mattutino in piena forma,la ripresa del gioco accendendo il computer di casa per vedere come si prospettava la giornata,e la contentezza di aver trovato il farmaco adatto,Pensai"questa è la manna caduta dal cielo"e non lessi nemmeno il foglietto illustrativo,ero preso da altro.


Adesso mi fermo ed alla prossima il continuo,allo stato attuale avevo energie da vendere e tutto funzionava regolarmente,come da sempre.
Saluti a tutti.Romeo



  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-07-25 00:14   
Bentornato Romeo:aspettiamo il proseguo della tua storia.Mario nel frattempo annota

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-07-25 09:43   
Ogni Persona e' "un'universo Infinito"!!!..

Grazie Romeo...

Un caro Abbraccio
Daniela.




  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2004-07-25 16:50   
2 capitolo la storia patologica

Quindi,tutto bene col farmaco prescritto,che dovevo aumentare gradatamente ogni 5 giorni fino ad arrivare ad una compressa.Avete capito che il farmaco in questione era un antidepressivo,il cui meccanismo d'azione veniva svolto sia nei confronti della serotonina e sia nei confronti della noradrenalina,categoria NASSA.Su tale farmaco si potrebbe parlare per un giorno,ma col senno del poi.Al momento mi interessava perchè era il migliore dei sonniferi,specialmente combinato con la mezza benzodiazepina,e mi permetteva di sconfiggere lo stress dell'acufene la sera a letto.Ma dopo qualche settimana,iniziai ad avere piccoli disturbi alla vista,infatti la visione al monitor non era piu'la stessa,praticamente ero lievemente astigmatico sin da da giovane e un po'presbite.Infatti all'epoca portavo occhiali bifocali.In seguito un senso statico di lieve capogiro,quando camminavo il pavimento si muoveva un po',la visione panoramica era strana,tutte cose che mi spinsero dall'oculista.La visita mise in risalto che si era instaurato anche un po'd'ipermetropia,e quindi iniziai a cambiare occhiali.Vado veloce su questa parte,ma non so quanti occhiali mi furono fatti in alcuni mesi,ma il senso di visione strana rimaneva.In effetti mi trovavo nell'anticamera del dizziness,ma io non lo sapevo,come pure non addossavo al farmaco alcuna colpa,mi faceva comodo il farmaco,troppo comodo.Ma andando avanti,il lavoro extra che conducevo ai monitor di borsa,e tutto il lavoro psico-intellettivo collegato,inizio'a pesarmi,non riuscivo a concentrarmi come prima ed un po'di fatica iniziava ad affacciarsi,fatica sulle cose da fare,ma io distrattamente andavo avanti lo stesso,dando la colpa agli occhiali,ho fatto 3 progressivi tutti cestinati.Giungo a giugno del 2000,il capogiro aumenta,la pressione arteriosa va' sempre piu'giu',un giorno a scuola rasento lo svenimento,e mi faccio accompagnare all'ospedale,dove mi diagnosticano pressione bassa,un po'di glucosio qualche goccia e a casa.Il problema inizia a farsi sentire sin dal risveglio,il capogiro si combina con una specie di mente ingarbugliata,offuscata,noto una diminuzione di forza fisica,ed un'offuscamento della vista in caso di sforzi.IO che il sabato ero abituato a leggere anche 3 giornali economici,faccio fatica anche a leggere poche righe,faccio fatica anche a seguire un discorso,e mi è impossibile mantenere una conversazione a 3.Tutto cio'mi allarma,oltre a cio'la memoria inizia a perdere colpi,e mi vedo costretto a prendere mezza benzodiazepina anche la mattina al risveglio,se volevo continuare a lavorare,ovvero andare a scuola.A questo punto,la mezza benzodiazepina che prendevo non era per l'ansia o per la depressione,ma stranamente era l'antidoto alla fatica,indotta dall'antidepressivo che prendevo la sera,e che mi faceva dormire come un re.Ecco il dramma,prendevo un antidepressivo per la depressione maggiore,che non avevo,per sfruttarne la dote di sonnifero,per vincere lo stress dell'acufene la sera,ma l'effetto collaterale del farmaco mi produceva abbassamento della pressione,stipsi strana,dizziness,che combinato col forte lavoro psico-intellettivo,produceva fatica parossistica a svolgere le normali funzioni di vita e forte perdita di memoria.Che fare dunque?,considerate che all'epoca non ricercavo attorno alla salute,e tutte le mie energie le sprecavo in modo diverso.Mi reco dal medico gli faccio presente la cosa,gli parlo che subisco sintomi meccanici strani(dizziness)e che si è istaurata una specie di fatica cronica a vivere.La risposta non mi soddisfa,capisco che mi son messo in un casino,e che la spiegazione del tutto andava ricercata altrove.MI porto di nuovo dagli otorini,mi ricovero in ospedale tramite un amico otorino per fare tutti gli accertamenti,siamo al 3 di gennaio del 2001,la fatica mi impedisce di continuare il mio lavoro di borsa,ricordo che dal letto telefono al mio promotore,a cui do l'ordine di chiudere tutte le mie posizioni,perchè non sono piu'in grado di seguire.Nel frattempo,prendo sempre il farmaco,che sfrutto sempre piu'da sonnifero,nella dose di mezza o un quarto di compressa.Ho saltato qualche passaggio,relativo all'acufene che nel frattempo era passato anche a dx,per un motivo banale,comunque l'esito delle analisi dell'ospedale sono catastrofiche a livello dell'apparato uditivo,le conservo ancora,e mi fecero capire che a volte è difficile fidarsi della medicina e delle strutture.E' a questo punto che decido di ricercare per mio conto,chiudo quasi con la borsa,e lancio i motori di ricerca sulla salute,mi imbatto anche sul vostro sito una prima volta,ma mi rendo conto che non è il mio caso,poi ci ritorno,ed a novembre 2002 mi registro,strano la coincidenza della vostra sintomatologia con la mia.Qui'mi fermo,perchè altrimenti faccio confusione,per la stanchezza di ricordare,nel frattempo (2002)prendo ancora il farmaco,anche se a sprazzi,dopo gli accertamenti o.r.l. mi ero astenuto dal prenderlo per alcuni periodi al fine di sperimentare su di me le differenze.Perchè di una cosa ero sicuro,il farmaco c'entrava con i miei problemi di fatica e capogiro che avevo battezzato"effetto scala mobile",ma non era l'unica causa,era una concausa scatenante ed aggravante,che in effetti aveva velocizzata la sindrome agendo sui neurotrasmettitori cerebrali,alla sindrome ci sarei arrivato lo stesso,forse,ma molto piu'lievemente e dopo molti anni a venire.
Ancora saluti affettuosi,alla prossima puntata che partirà dalla diagnosi ospedaliera o.r.l.,che è un passaggio importante.Romeo


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2004-08-01 15:51   
Cari amici,io quando scrivo vado a braccio,scrivo come penso,di getto insomma.Andando nei docomenti ho trovato una cartella con dentro alcuni miei scritti dell'epoca,che vorrei postare,dopo aver tolto i nomi dei farmaci e dei medici.
posto la prima che potrebbe essere quasi un doppione delle cose dette nei 2 capitoli precedenti,con l'aggiunta di un po' di continuo,ma molto velocizzato.

incollo
Nel 1996,mi trovai vittima di un ACUFENE,già proveniente da un periodo fortemente stessante da un punto di vista affettivo,e trovandomi a convivere anche con lavoro stressante (Scuola + Borsa),fui costretto a prendere saltuariamente benzodiazepine,a piccole dosi,esattamente xxxxxxx.Non posso dire male di tale farmaco,che in effetti mi ha sempre aiutato.Comunque nonostante lo stress da acufene+stress da lavoro,non sono mai stato vittima di ansia,dap,gad,depressione,psicosi,ecc.ecc..Ma andando avanti mi resi conto che una lieve stanchezza mentale si faceva subdolamente strada,arrivavo molto stressato alla fine della giornata,e non volendo aumentare il dosaggio della benzodiazepina per paura della dipendenza ed assuefazione,decisi all'inizio del 2000 di recarmi dal neuro-psichiatra,anche per giocare di anticipo contro un'eventuale patologia da stress cronico.Il medico,a cui mi rivolsi,convenne che si doveva migliorare il sonno,al fine di migliorare il recupero energetico,anche in considerazione del mio lavoro stressante intellettivamente.La scelta terapeutica cadde in un primo momento su di un serotinergico (mi sembra xxxxxx gocce),subito eliminato dopo poche gocce per motivo di tensione.Poi fù il turno della xxxxxxxxxxxx,che subito ando' bene,anzi la considerai "la manna caduta dal cielo",che prendevo di sera in dosi minima 1/4 cp.Un effetto sonnifero stupendo,neanche il tempo di ingoiare la cp che gia'dormivo,devo dire pero' che preparavo già il terreno dalle 17,00 del pomeriggio,quando prendevo mezza cp di ansiolitico.Ma la pacchia duro'poco,iniziai ad essere vittima di strani sintomi,come disturbi della visione, lievi capogiri cronici,confusione e disorientamento presenti sin dal risveglio,che non misi in relazione ai farmaci che prendevo, e che mi costrinsero ad estenuanti accertamenti in campo OCULISTICO ed OTORINLARINGOIATRA.Nel frattempo continuavo a prendere i 2 farmaci,che di sera usavo come sonnifero,e fui anche costretto in seguito ad usare 1/2 benzodiazepina di mattina al risveglio,se volevo andare al lavoro e spesso anche prima di pranzo,per lottare gli effetti collaterali dell'antidepressivo, che in modo crescente,mi impedivano di lavorare,se non sotto forte e parossistica fatica mentale,inoltre la dose di benzodiazepina del pomeriggio fu’aumentata a mezza cp.da 2,5 mg.Approdo cosi'al danno mentale,di tipo meccanico,per cui anche il minimo uso di attenzione e concentrazione poducevano in me una grossa fatica invalidante, anche seguire un discorso era faticosissimo,cosi’ pure il camminare.Nello stesso tempo s'istaurano anche i danni di memoria.Tale situazione và avanti per 2 anni,i danni si fissano in modo cronico,e vengono diagnosticati nel frattempo, anche patologie all'orecchie,tipo ipoacusie neuro-sensoriali,aumento di acufeni,neurite cocleo-vestibolare a dx,deficit di convergenza oculare,squilibrio dei vestiboli con ipofunzionalità a dx,ecc.ecc.Un calvario di sintomi,una sofferenza enorme in grado di rivoluzionare la mia vita ed i miei interessi lavorativi,con danni a tutti i livelli,ed io vado ancora avanti con i 2 farmaci suddetti.Poi alla fine del 2001,sono trascorsi 2 anni con l'antidepressivo,decido di interromperlo e cosi'faccio,non riesco ad eliminare l'ansiolitico per dipendenza,e ancora oggi mi appoggio a tale farmaco per tirare avanti.Sono riuscito,pero', a diminuirne la dose,anche perchè non prendendo piu'l'antidepressivo,molti poblemi sono rientrati,specialmente quelli a carico dell'udito (ototossicità?),gli altri,relativi alla fatica mentale,al dizzines,alla memoria,sono ancora presenti,migliorati,ma esistono,anche perchè in parte dipendono anche dall'ansiolitico stesso,che ancora prendo in modo improprio,ed in parte dipendono ancora dai danni irreversibili dell'antidepressivo.Perchè ho usato il termine" improprio",relativamente all'ansiolitico,perchè ho usato tale farmaco e l'uso ancora, non per sintomi di ansia,depressione,dap,gap,ecc,ecc,in quando sono sintomi che non mi riguardano.Una normale preoccupazione dovuta al mio stato invalidante è spesso piu'o meno presente,ma è dovuta alla normale e umana reazione al mio stato di efficienza psico-intellettiva,che mi impedisce fortemente nella vita e mi costringe a subire sofferenze giornalieri,a tutti i livelli.Ma uso tale farmaco contro la fatica ,che nel corso dei miei impegni intellettivi,diminuiti ma ancora presenti,arriva al parossismo,col rischio di essere risucchiato anche in secondaria patologia ansiosa/depressiva,anche se tale possibilita'è abbastanza difficile.Praticamente la mia patologia è una specie di CFS,ma privata del sintomo dolore muscolare,che si espleta piu' con sintomi di fatica mentale e memoria,che con sintomi di fatica fisica,perchè sono diventato il re dei sedentari,restono poi altri sintomi e patologie varie,tipo:stipsi cronica molto complessa,lieve instabilità posturale soggettiva, ipotensione arteriosa cronica, genesi allergica con manifestazioni cutanee e prurito diffuso con IgE elevate,sporadiche cefalee muscolo-tensive da lavoro computer e attività psichica, problemi di respirazione nasale con note di apnee ed ipoapnee notturne dovute ad ipertrofia dei turbinati,E.C.G.specie da sforzo suggestivo per patologia coronarica,l'ultimo cardiologo mi consiglio' di camminare con la nitroglicerina in tasca,tanto si preoccupo'nel vedero i 2 mm di slivellamento dell'onda S.T., dolenzia petto dovute a sforzo respiratorio notturno nonostante uso vasocostrittori,problemi di minzione dovuti ad ipertrofia prostatica,gozzo multinodulare alla tiroide con funzionalità conservata ,di natura non accertata,sospetta intossicazione da metalli pesanti e formaldeide,sospetto stress ossidativi da radicali liberi con scarsa ossigenazione cellulare,ed ipossia cronica notturna di un certo grado.Nonostante tutti questi problemi,il motivo del mio star male è la fatica a svolgere le attività di vita,il resto non mi preoccupa piu' di tanto.Mia unica speranza è attendere che l'organismo riesca in qualche modo a sopperire ai danni indotti dall'uso dell'antidepressivo,che in 2 anni ha sicuramente prodotto squilibrio a livello dei recettori dei neurotrasmettitori.Nel frattempo sono costretto ad usare la benzodiazepina,anche per diminuire l'attività della serotonina e della noradrenalina nel cervello,conscio che comunque pago pegno anche nei confronti di tale molecola(xxxxxxxxx) a livello di memoria e di efficienza cognitiva,ma è un pegno di entità inferiore ai neuro-trasmettitori suddetti.Attualmente mi sto’impegnando per eliminare l’ipertrofia dei turbinati nasali al fine di migliorare la respirazione,con sicuro beneficio generalizzato,speriamo di riuscirci,in passato non ci sono riuscito nonostante 4 interventi,operati da stupidi ed incompetenti.


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-08-01 21:39   
Ciao Romeo; benritrovato!!!
Ci sei mancato e ti ringrazio x aver postato l'interessante studio Sudafricano sulla Il-6......................se hai seguito il forum, saprai ke la dr.ssa Carlo Stella di Pavia, ke lavora al progetto Euromene, ha ottenuto i primi esiti sullo studio del DNA di noi ammalati di CFS e ci sono state interessanti rivelazioni sulle citokine, ke verranno pubblicate..................

cmq continua la tua storia e grazie anke x lo sforzo notevole ke stai facendo, ma ne vale la pena, molti dei tuoi sintomi sono a me comuni, (vedi interessamento notevole ed invalidante della vista con relativo dizziness)...............e non da meno, l'insoddisfazione in ordine ai ricoveri sono condivisibili, in quanto vi è assoluta ignoranza della stragrande maggioranza della classe medica nei confronti della nostra patologia.

un caro saluto e di nuovo benvenuto sl forum...............Raffaella
Cat 13

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-08-01 21:43 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2004-08-01 22:24   
Ciao Stregatta,non sapevo delle citochine della dott.ssa Carla Stella di Pavia,quindi le cose procedono bene,mi piacerebbe conoscere il risultato di Pavia.

Poi avendo postato un mio messaggio su altro topic,faccio copia e incolla,perchè il suo vero posto è qui'.Cosi sapete già dove andro'a parare con la mia storia,ma non pensate che adesso conoscendo una parte del finale,il film è rovinato,anzi vi dimostrero' come ho vinto il dizziness,l'acufene,la fatica,e credetemi è stato importante,anche se oggi non posso ancora festeggiare.

incollo
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 531 Inviato: 2004-08-01 22:11
--------------------------------------------------------------------------------
Caro Mirco,hai messo il dito nella piaga,In passato quasi tutte le cause proposte nel tuo link sono state trattate su questo forum.Alla fine ho tirato le mie considerazioni.E mi avventurai nel dire che la fatica cronica non fosse una patologia nel vero senso della parola,o primaria,ma un sintomo grave e debilitante,un effetto a valle di una disfunzione difficilmente individuabile.E come se ognuno avesse la sua fatica cronica.Ecco perchè in mancanza di meglio,l'unica cosa da fare è aggredire il sintomo fatica,cosa da fare soggettivamente,tentando varie strade,e fermandosi quando ci si rende conto che non da positività,o che la cosa peggiora.Poi cosa importante,ognuno conosce la sua storia, io conosco la mia,abuso di un farmaco antidepressivo senza motivo+stress di vita esuberante+intossicazione d'amalgama+apnee notturne+sfortuna.Si proprio sfortuna hai capito bene.Pensa che tra ottobre 2003 e gennaio 2004 avevo risolto il mio caso,cio' mi spinse a 2 decisioni: riprendere il gioco dei derivati di borsa e mettere apposto la mia bocca.Ma una serie di errori dentistici mi hanno fatto accumulare piu'ansia in 6 mesi,che in tutta la mia vita.Oggi ho problemi,ma non sono quelli di prima,oggi mi considero piu'un malato di preoccupazione,dovuti all'incapacità degli addetti ai lavori a risolvere i miei problemi di protesi,ed essendo oggi molto competente in tali problematiche,la vedo dura la cosa.Proprio stasera mi hanno fatto l'ennesimo lavoro mal fatto,e con i denti non si scherza,credimi.Sono 9 mesi che butto soldi,tempo,incassando delusioni e ansia al limite del panico.So benissimo che su questo forum un tal problema non esiste,ecco perchè parlo di sfortuna,potevo essere di aiuto agli altri con qualche consiglio,ma sono alle prese con la mia battaglia personale per non cadere in psico/depressione grave,e quindi dopo mi toccherà cambiare forum (sto'scherzando).Con questo post,non volendo,ho anticipato alcuni passi della mia storia patologica che sto'postando sull'altro topic.A proposito,per chi mi conosce meglio,c'è la faro'questa volta a tirarmi fuori dalle sabbie mobili?????Ciao Romeo


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.011627 seconds.