[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Alghe Klamath, leggete!
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Alghe Klamath, leggete!
vali


Registrato: Mar 13, 2003
Messaggi: 70
Località: rimini
Inviato: 2003-06-18 16:44   
Ciao a tutti, non vi perdo di vista,
vi mando un link che parla delle alghe klamath, si parla anche del suo utilizzo nella cfs.
vi abbraccio tutti
Vali


  Visualizza il profilo di vali   Email vali      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
vali


Registrato: Mar 13, 2003
Messaggi: 70
Località: rimini
Inviato: 2003-06-18 16:46   
il link...
http://www.algovit.net/Klamath.pdf
_________________
ciao vali


  Visualizza il profilo di vali   Email vali      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-06-18 18:39   
Ho dato uno squardo al sito ed ai prodotti reclamizzati,dovessero realizzare quando promettono, avremmo risolto i nostri problemi. Ho anche telefonato alla società ma stranamente mi ha risposto la segreteria telefonica, ritentero' domani. Un'alga selvaggia...non si puo'mai sapere. Il problema pero' è vedere se basta soltanto l'alga o bisogna attenersi ai vari programmi di base e specifici, in tal caso occorrono svariati prodotti, e considerando le allergie in atto sarebbe un problema. Un saluto affettuoso a tutti. Romeo

  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
carlo


Registrato: Sep 09, 2002
Messaggi: 177
Località: Verona
Inviato: 2003-06-18 20:48   
Mi erano state segnalate da un amico qualche mese fa. Mi sembrava che prendere queste alghe fosse come mangiare un piatto fatto da elementi sani e utili per il nostro corpo. Altre alghe come la spirulina vengono pubblicizzate con effetti benefici analoghi a quelle delle Klamath e nel forum qualcuno ha già parlato di aver preso spirulina senza effetti. Anche se i produttori delle Klamath ritengono queste alghe uniche. Come dire sono scettico, ma se qualcuno le prova per qualche mese, sarebbe interessante conoscere gli effetti.

Per Romeo:
Visto che affermano che aiutano in caso di stanchezza cronica perché nella telefonata non chiedi in base a quali studi scrivono una tale affermazione? Gli studi sono reperibili? Consultabili in qualche modo?

Troppi prodotti affermano benefici per la nostra malattie e poi portano a grandi delusioni. Informiamoci, ma non crediamo a tutto quello che scrivono i produttori senza un minimo di verifica. Se poi facessero qualcosa, ci facciamo una bella scorpacciata di alghe.

Carlo


  Visualizza il profilo di carlo   Email carlo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
carlo


Registrato: Sep 09, 2002
Messaggi: 177
Località: Verona
Inviato: 2003-06-19 16:40   
Visto che nella scheda tecnica del prodotto di alghe klamath dicono testualmente "Lo studio ha evidenziato 8 aree in cui la klamath ha dimostrato una chiara azione di guarigione: ...., sindrome da stanchezza cronica,...."

ho telefonato all'importatore italiano e una gentile signorina, mio ha detto che lei non sapeva dirmi nulla al riguardo e mi ha fornito alcuni indirizzi e-mail a cui fare domande sugli studi fatti e sulle potenzialità delle alghe klamath.

Rimanendo scettico ho inviato e-mail con le domande, Vi aggiornerò quando avrò ottenuto chiarimenti.

Carlo


  Visualizza il profilo di carlo   Email carlo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-06-19 17:00   
1
Studi scientifici sulle microalghe Klamath
In questi ultimi anni si è particolarmente intensificata la ricerca per scoprire nuovi modi per rafforzare e
stimolare il sistema immunitario. A questo fine è stato recentemente riportato che una certa specie di alghe
verdi azzurre selvatiche possiede un’azione stimolante unica sul sistema immunitario.
Il loro nome scientifico è Aphanizomenon Flos Aquae, e si raccolgono nel Klamath Lake in Oregon.
Un cibo altamente digeribile e potente Aphanizomenon possiede alti quantitativi proteici e micronutrienti.
Contiene una completa gamma di vitamine, aminoacidi essenziali e minerali chelati naturalmente.
E’ inoltre una eccellente fonte di vitamina B12 come anche di acidi grassi Omega 3 che proteggono contro
malattie cardiache e abbassano i Trigliceridi. (Posswater and Solomon 1998).
In uno studio clinico dell’agosto 1998 vennero raccolte dalla Cell Tech, la maggiore compagnia americana
distributrice di alghe Klamath, le esperienze dei consumatori più significative sul miglioramento del proprio
stato di salute. I criteri di scelta furono: 1) diagnosi stabilita da un medico; 2) una buona documentazione
medica sull'evoluzione del problema di salute; 3) chiara indicazione del periodo durante il quale è stata
consumata la Klamath; 4) consenso firmato a fornire la propria documentazione medica ai ricercatori
dell'Università dell'Illinois.
La risposta fu molto buona. Diverse centinaia di casi furono esaminati, 208 dei quali furono studiati e inclusi
nella pubblicazione finale. I ricercatori, un team di scienziati composto da un chirurgo, tre medici e un
supervisore della commissione di medicina legale, ha controllato la documentazione medica ed esaminato
attentamente ogni caso. Nella loro pubblicazione essi indicano le condizioni che possono essere
migliorate con l'assunzione di alghe Klamath incluse stanchezza cronica, fibromialgia, ipertensione,
disordine mentale, otite (soprattutto nei bambini), depressione, ansia, infezioni virali incluso HIV e
sindrome del colon irritabile. Questo non significa che chi soffre di tali patologie debba assumere le alghe
Klamath per trattare il suo problema, ma piuttosto che alcune persone con queste malattie sembrano essere
state aiutate dalle alghe Klamath e che ulteriore ricerca clinica deve essere effettuata. È interessante notare
che gli autori di questo articolo sono stati così impressionati dalle testimonianze dei miglioramenti in vari casi
di AIDS che hanno approfondito ulteriormente la letteratura sull'argomento e hanno scritto un articolo
intitolato "Anti HIV Activity of Extracts and Compounds From Algae and Cyanobacteria" (Attività anti HIV di
estratti e composti a base di alghe e cianobatteri).
Recenti studi condotti dal ricercatore Dr. Kilmer McCully hanno trovato che una buona assunzione del
complesso vitaminico B (B12, B6, Acido Folico, tutti e tre abbondanti nell’alga Klamath) può impedire
l’accumulazione di Omocisteina, elemento che promuove lo sviluppo delle malattie cardiache e
cancerogene. (Passwater and Solomon 1998)
In un recente studio a doppio cieco incrociato attuato al Royal Victoria Hospital a Montreal (Manoukian et al.
1998) è stato scoperto che mangiare l’alga Klamath provoca la migrazione del 40% (quasi un miliardo)
dei linfociti-T (Natural Killer Cells) dal sangue verso organi e tessuti entro due ore dall’assunzione. I
linfociti-T giocano un ruolo essenziale nel sistema immunitario. Esse sono principalmente responsabili
dell’eliminazione delle cellule malate, alterate da infezioni virali o da trasformazioni maligne. Quando una
cellula è infetta da un virus, o quando diventa cancerosa, genera un messaggio chimico sulla superficie
esterna della sua membrana riconoscibile dal sistema immunitario. In effetti, è come se la cellula dicesse:
sono infetta o cancerogena, uccidimi prima che danneggi altre cellule intorno a me.Quando i linfociti-T
intercettano questi messaggi, si dirigono verso le cellule e le eliminano.
Oltre a stimolare la migrazione dei linfociti-T dal sangue, l’assunzione di alghe Klamath aumenta d due a
quattro volte il numero di adesioni molecolari dei linfociti-T circolanti. Le molecole di adesione permettono ai
linfociti-T di aderire alle pareti capillari, e di muoversi dal flusso sanguigno verso i luoghi dove sono
localizzate le cellule malate.
Per essere efficace il sistema immunitario necessita che i linfociti-T siano attivi e in grado di viaggiare verso i
tessuti. Per prevenire il cancro o il diffondersi di infezioni virali come influenze e raffreddori, i linfociti-T
devono poter migrare dal sangue verso i tessuti dove attivano una vera e propria “ronda immunitaria”.
Si conoscono molte sostanze che aumentano l’attività dei linfociti-T, come il Thè verde e il Ginko Biloba. Ma
fino alle recenti scoperte sulle Klamath, nessuna sostanza, nemmeno quelle farmacologiche, era conosciuta


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-06-19 17:02   
2
come capace di stimolare la migrazione dei linfociti-T verso i tessuti per cercare e distruggere le cellule
malate.
Questa recente scoperta suggerisce che il consumo giornaliero dell’alga Klamath può stimolare il sistema
immunitario, aiutando così a prevenire il cancro e le malattie associate alle infezioni virali.
Di fatto, esiste già una chiara evidenza che suggerisce che le alghe verdi azzurre contenenti alte
concentrazioni di Clorofilla, Ficocianina e Beta Carotene possono giocare un ruolo considerevole in qualsiasi
programma di protezione dal cancro (Breinholt et al., 1995a,b; Lahitova, 1994; Scwartz and Shklar, 1987;
Scwartz et al., 1988; Shklar and Scwartz, 1988; Scwartz et al., 1989).
Uno studio indipendente, recentemente pubblicato dall’Istituto di Ricerca Oncologica e Radiologia Medica da
parte del Ministero della Sanità della Repubblica della Belarus in Russia ha sottolineato l’abilità
dell’Aphanizomenon Flos Aquae nello stimolare il sistema immunitario e nell’essere d’aiuto nel
trattamento del cancro alla mammella.
Nuove ricerche scientifiche
Studi scientifici recentemente completati stanno rivelando altre virtù delle Aphanizomenon Flos Aquae. Uno
studio significativo a doppio cieco è stato condotto al Royal Victoria Hospital, che è affiliato all’Università
McGill di Montreal. Lo studio ha incluso 50 partecipanti sani, e i risultati suggeriscono che l’alga Klamath
può aiutare a stimolare una produzione cospicua di globuli rossi, un effetto che può essere dovuto al
suo alto contenuto di Vitamina B12. Lo stesso studio ha suggerito che il consumo di Aphanizomenon Flos
Aquae per un periodo di 3 mesi può anche contribuire a ridurre il colesterolo. Al momento un nuovo
studio cerca di valutare se una tale diminuzione nel colesterolo si osserva anche quando le persone che
assumano la Klamath abbiano un livello di colesterolo molto elevato.
Contemporaneamente infatti in uno studio su cavie effettuato presso il Massachusetts General Hospital,
affiliato all'Università di Haward, i ricercatori hanno riportato che l'alga Klamath abbassa i livelli di
colesterolo fino al 75% in più rispetto a una dieta contenente olio di soia, noto anch'esso per le sue
proprietà ipocolesterolemizzanti. La Klamath ha anche diminuito i livelli di trgliceridi del 25%.
Un studio a doppio cieco attuato in collaborazione con l’Università del New Mexico ha coinvolto 90 pazienti,
e ha dimostrato che l’uso delle Aphanizomenon Flos Aquae del Klamath per un periodo di un mese ha
eliminato i problemi di permeabilità intestinale anormale. Questo risultato è stato ottenuto misurando il
grado di permeabilità intestinale con il test lattosio/mannitolo. In questo test viene somministrata una
soluzione di mannitolo e lattosio per determinare la permeabilità intestinale. In condizioni normali, sia il
lattosio che il mannitolo sono assorbiti dall’intestino in piccole quantità, sono poi riversati nel flusso
sanguigno, vanno nei reni, e vengono eliminati tramite le urine. Il mannitolo passa attraverso le cellule,
mentre il lattosio passa in mezzo alle cellule tramite la mucosa intestinale. Cambiamenti nella quantità
lattosio-mannitolo nelle urine indicano che una o entrambe le vie di permeabilità intestinali sono state
danneggiate. Attraverso l’uso di questo test, si sono potuti facilmente osservare gli effetti del consumo di
alghe Klamath sulla permeabilità intestinale.
Vi è un’abbondanza di ricerche che dimostrano che una permeabilità intestinale patologica può essere
seriamente dannosa per la salute. Per esempio le proteine più grandi possono attraversare la parete
intestinale e trovare il modo di raggiungere il flusso sanguigno (Grdner end Steffen 1995; Baintner 1986;
Klaschka 1996; Hemmings 1978). Quando questi peptidi (amino-acidi) entrano nel sangue, diventano i
bersagli delle immunoglobuline circolanti che formano complessi immunitari e circolano nel flusso
sanguigno. Questi complessi immunitari possono penetrare i vari tessuti, dove possono provocare
infiammazione e vari processi degenerativi (Theofilopoulos 1980;Fiasse et al. 1978 Hodgson et al. 1977;
Dasgupta et al. 1982; Horger et Al. 1988; Goebel 1991; Buch et al. 1988; Runowicz 1989). Insomma, è
difficile mantenersi in buona salute senza mantenere una permeabilità intestinale equilibrata e normale. Lo
studio dell’Università del New Mexico dimostra che l’Aphanizomenon Flos Aque del lago Klamath può
contribuire a restaurare una normale permeabilità intestinale.
Un studio a doppio cieco attuato in collaborazione con l’Università del New Mexico suggerisce che il
consumo di Aphanizomenon stimola specifiche aree del cervello, confermando la mole di
testimonianze di coloro che attribuiscono al consumo delle alghe Klamath una accresciuta
attenzione e concentrazione mentale. In breve, usando un elettroencefalogramma digitale si è visto come
l’Aphanizomenon normalizzi la modulazione EEG in pazienti con modulazioni sub-cliniche alterate o con


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
romeo


Registrato: Nov 24, 2002
Messaggi: 1927
Inviato: 2003-06-19 17:04   
3
mancanza di integrazione. Le modulazioni alterate o la mancanza di integrazione tra le varie regioni del
cervello possono essere associati alla mancanza di attenzione, cattiva memoria, irritabilità, disturbi del
sonno, depressioni o altri disordini. Usando i test P300 e Baer, praticamente in ogni partecipante che ha
assunto l‘alga Klamath si è avuto un aumento delle funzioni cognitive. Entrambi questi test, che usano
l’EEG, misurano oggettivamente l’abilità del cervello di trattare le informazioni. I partecipanti allo studio
hanno inoltre testimoniato un miglioramento generale delle condizioni di salute, miglioramento verificato
utilizzando diversi tipi di questionari standard sulla salute.
Un altro studio condotto da Neurolab in collaborazione con l'Università del New Mexico per determinare gli
effetti dell'alga Klamath sul cervello ha stabilito che l'alga Klamath può facilitare il recupero di persone
con esiti di traumi cranici. Lo studio è stato condotto su circa 150 pazienti ed è durato più di due anni. I
risultati della ricerca sono stati recentemente presentati al terzo congresso mondiale sui traumi cerebrali. In
breve, l'uso dell'alga Klamath assieme alla terapia neurologica ha portato a una media del 95% di recupero
in sei settimane, con un costo medio di 2.500 dollari. Il trattamento neurologico convenzionale ha portato a
una media del 70% di recupero in cinque mesi, con un costo variante dai 5.000 ai 35.000 dollari. Secondo i
ricercatori l'alga Klamath sembra promuovere la riparazione neuroplastica, vale a dire la ricostruzione ("re-wiring")
del cervello.
Ricerche condotte dall’Università di Boston dimostrano che il consumo di Aphanizomenon può invertire i
sintomi di deficienze di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6. Gli acidi grassi essenziali non
possono essere prodotti dal corpo e occorre ingerirli tramite il cibo o supplementi nutrizionali. Gli acidi grassi
essenziali di base sono i linoleici e gli alfa- linolenici. Quasi il 50% dei lipidi contenuti nelle Aphanizomenon
del lago Klamath è rappresentato dall’acido grasso essenziale detto acido alfa-linolenico (Omega 3). Le
varie ricerche hanno confermato l’abilità dell’Aphanizomenon di invertire la deficienza di grassi acidi
essenziali.
Gli acidi grassi essenziali hanno un ruolo essenziale e cruciale nel funzionamento appropriato del sistema
immunitario. La mancanza di acidi grassi essenziali è stata associata allo sviluppo di malattie
cardiovascolari (Simopoulos, 1989,1991; Spielmann et al., 1989; Krohout, 1989; Renaud et al. 1989; Wood
et al., 1987)); a certe forme di cancro (Anti et al., 1992; Wrgovich, 1992); , artriti (Kremer et l., 1989);
depressioni (Hibbeln and Salem, 1995; Stevens et al., 1995); e problemi della pelle (Wright and Burton,
1982).
Un recente studio condotto dal Dr. Rafail Kushak del Dipartimento di Gastroenterologia e Nutrizione del
Massachusetts General Hospital ha mostrato che l’aggiunta anche di una piccola quantità di alghe
Klamath (circa 2 grammi di consumo giornaliero) promuove la crescita sia organica che muscolare
dei topi. Il gruppo di cavie alimentato con piccole quantità di alghe Klamath è cresciuto il 16% in più rispetto
al gruppo di controllo. Il risultato è rimarchevole soprattutto se confrontato con analoghi studi effettuati con la
Spirulina ove diete contenenti fino al 73% di alga non hanno prodotto nessuna differenza in relazione al
gruppo di controllo. La ricerca ha anche evidenziato che:
a) l’alga Klamath stimola la produzione dell’enzima alpha-amilasi nel pancreas. Ciò è importante in special
modo per patologie con alterazioni dei valori glicemici, come diabete e obesità. È risaputo infatti che
una maggiore produzione di amilasi non solo promuove una migliore digestione dei carboidrati, ma
favorisce anche la riduzione del glucosio nel sangue;
b) la Klamath favorisce una migliore sintesi protreica che porta a un più alto accumulo di proteine nei
tessuti e negli organi. Sembra che ciò sia dovuto anche alla riduzione del livello di aminopeptidasi-N,
l’enzima responsabile dell’idrolisi proteica.
I risultati di questo studio sono rilevanti in generale, ma più specificamente per i bambini e gli adolescenti
nella fase di crescita o sviluppo e per gli atleti che sempre hanno necessità di un apporto proteico superiore
alla media. Sarà vero....... Romeo


  Visualizza il profilo di romeo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2003-06-19 20:28   
Sembra miracolosa...
Mi interessava sapere in che modo queste alghe vengono raccolte(curiosità puramente personale!)in un lago così bello e incontaminato come ce ne sono ancora pochi sulla terra...
Un ciao per tutti e un GRAZIE a Romeo che gentilmente ha scritto...
Daniela.


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Zac


Registrato: Apr 07, 2003
Messaggi: 912
Località: Piacenza
Inviato: 2003-06-20 23:14   
Vengono raccolte in modo tecnologico (che delusione? ) forse, ma cosi riescono a mantenere intatti i "miracolosi" principi di tale alga.. cosi dicono, mah
Mi farebbe bene solo a starci, in un posto simile eeeehhh, prenoto per tutti ? )

Se vuoi info:
http://www.desertlake.com/pages/Harvesting.htm

e anche tanti link del lago ecc:
http://www.wvi.com/~wb/Klalinks.html

ciao belli !
Zac


  Visualizza il profilo di Zac   Vai al sito web di Zac   Stato di ICQ         Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2003-06-21 10:24   
Ciao Zac...grazie delle informazioni.
Personalmente per me è una delusione vedere il modo in cui sono raccolte(rovinando così anche i fondali del lago con gli animali che lo abitano)...
Comunque il posto è bellissimo:quando si parte???
Ciao a tutti Dany.


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
vali


Registrato: Mar 13, 2003
Messaggi: 70
Località: rimini
Inviato: 2003-06-23 14:33   
Ciao,
certo che a sentire la descrizione terapeutica saremmo dei matti a non prenderne a cucchiaiate.
Se fosse vero...
Io quasi quasi provo.
poi se mi crescono i peli sulle mani ve lo faccio sapere.
_________________
ciao vali


  Visualizza il profilo di vali   Email vali      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
nasdy2003


Registrato: Jul 01, 2003
Messaggi: 556
Località: Pianeta Marte
Inviato: 2003-07-01 02:22   
Le alghe dell'Oregon??
Proprio dove sono fiorite centinaia di "aziende" che vendono prodotti miracolosi e supernaturali? Dove si sono fatti un sito Web che certifica la validità dei vari rimedi in base ai trials clinici effettuati?
Dove ti basta una Carta di credito e ti procuri le cure anticancro??
Insomma mancano solo Trinity,Morpheus e l'Oracolo ed è fatta?
Ma ancora credete a babbo natale (non quello di Aviano) ?
Non ci posso credereeeeeee
Un salutone
nasdy


  Visualizza il profilo di nasdy2003      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
carlo


Registrato: Sep 09, 2002
Messaggi: 177
Località: Verona
Inviato: 2003-07-01 09:45   
Ciao Nasdy2003,
la ditta importatrice sostiene che esistono già studi che dimostra la loro efficacia per un gruppo di malattie tra cui la CFS e che presto sarà pubblicato un nuovo studio a conferma di questo.

Ti ho inviato un messaggio privato.

Ciao Carlo


  Visualizza il profilo di carlo   Email carlo      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Zac


Registrato: Apr 07, 2003
Messaggi: 912
Località: Piacenza
Inviato: 2003-07-01 22:13   
Avendo visto e provato molte cose in 18 anni del mio errare per cercare che caxxo era che mi faceva star male, concordo con Nasdy e dico di aspettare per vedere e credere a certe cose, mi sono rotto di truffe di false illusioni ecc.., anche e sopratutto da parte di classi "mediche", aspettiamo fiduciosi, ma nel frattempo camminiamo sempre in altre direzioni.
Zac (il malfidente)


  Visualizza il profilo di Zac   Vai al sito web di Zac   Stato di ICQ         Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.012338 seconds.