[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » HO CHIAMATO CHIETI VORREI CHIEDERVI UNA COSA
Autore HO CHIAMATO CHIETI VORREI CHIEDERVI UNA COSA
lara


Registrato: Jun 21, 2004
Messaggi: 24
Inviato: 2004-07-01 10:22   
CIAO ,STAMATTINA HO CHIAMATO CHIETI PER AVERE UN' APPUNTAMENTO PER UNA PRIMA VISITA.
IL REPARTO MI HA DETTO DI CHIEDERE L'APPUNTAMENTO CON LA DOTTORESSA RACCIOTTI CHE VISITA IL VENERDI MATTINA.
VOI LA CONOSCETE?
PENSARE CHE SIA MEGLIO ANDARE DA ALTRI DOTTORI A CHIETI?
ASPETTO LA VS RISPOSTA
CIAO
LARA


  Visualizza il profilo di lara      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
tired lizard


Registrato: Sep 06, 2003
Messaggi: 345
Località: Piemonte
Inviato: 2004-07-01 10:29   
La dssa Racciatti è bravissima!

Liz


  Visualizza il profilo di tired lizard      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
lara


Registrato: Jun 21, 2004
Messaggi: 24
Inviato: 2004-07-01 10:33   
PER LIZ
MA NELLA PRIMA VISITA CHE COSA TI FANNO?
SAI HO UN PO' PAURA
CIAO


  Visualizza il profilo di lara      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
tired lizard


Registrato: Sep 06, 2003
Messaggi: 345
Località: Piemonte
Inviato: 2004-07-01 11:03   
Non avere paura, cara Lara. Molto qui sul Forum ci sono stati. Io non ho fatto la prima visita perchè aveve già la diagnosi della CFS dal Prof Tirelli. Allora ho fatto subito il ricovero (dopo aspettare un po') di una settimana dove ti fanno molti esami varie. Non sono esami invasivi in generale, e puoi essere tranquilla. Loro ti spiegano tutto e ti faranno sopratutto molte domande sulla tua storia medica per stabilire il quadro della tua situazione individuale.

I dottori e personale a Chieti sono molto gentili, e non si mangia neanche tanto male

Fidati! Io sto meglio dal ricovero, certi sintomi sono ridotti. Faccio la cura che mi hanno detto e spero di migliorare ancora col tempo.

Da tutti i medici che ho visto, quelli di Chieti mi sono sembrati i piu adatti a capire la CFS.

Un abbraccio
Liz


  Visualizza il profilo di tired lizard      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Daniela


Registrato: Mar 11, 2003
Messaggi: 1529
Inviato: 2004-07-01 16:52   
Lara riporto qui sotto quella che e' stata la mia prima visita a Chieti prima del ricovero!

Ciao
Dany.
---------------------------------------------
Cari amici, sono tornata distrutta da Chieti (oltretutto nevicava e faceva un gran freddo), ma e' andato tutto bene. La dottoressa e' molto gentile e ti fa sentire a tuo agio. La mia visita si e' svolta cosi': ho portato con me dei documenti medici (esami del sangue recenti, altri su delle mie patologie, e quello importante sulla mononucleosi), c'e' stato un colloquio in cui ho raccontato la mia situazione. La dottoressa mi faceva delle domande e intanto scriveva e compilava una scheda. Poi mi ha visitata, ha guardato la gola, ha palpato il collo, ha ascoltato il cuore, palpato l'addome e misurato la pressione. I sintomi corrispondono alla CFS e abbiamo concordato un ricovero per il mese prossimo. La diagnosi e', come mi ha detto lei, per esclusione. Mi ha spiegato che la mononucleosi lascia nelle persone colpite, attivo il virus (che in ogni caso rimane nell'organismo), che nei soggetti con il sistema immunitario debole scatena la malattia. Mi ha anche detto che ci sono vari tipi di sintomi nelle persone, alcuni sono colpiti solo nella mente, altri hanno piu' stanchezza fisica, altri hanno dolori, etc.
Poi ci sono le forme miste, cioe' e' possibile avere insieme anche la fibromialgia. Mi ha parlato bene delle cure che a molti hanno dato buoni risultati.
Il tutto e' durato circa un ora. Io sono rimasta contenta e fiduciosa, e se dagli esami dovessero risultare altre patologie, almeno sapro' dove indirizzarmi per ulteriori ricerche e cure per la mia salute.
Andate con fiducia, non lasciate intentata nessuna strada; anche se abitate lontano, in fondo si tratta della nostra vita!

Un abbraccio a tutti. Daniela
---------------------------------------------
P.S: la visita me l'aveva fatta la Racciatti!





[ Questo messaggio è stato modificato da: Daniela il 2004-07-01 17:07 ]


  Visualizza il profilo di Daniela      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
tired lizard


Registrato: Sep 06, 2003
Messaggi: 345
Località: Piemonte
Inviato: 2004-07-03 13:50   
Leggo spesso qua la parola 'mononucleosi'... ma non so cosa vuole dire... qualcuno me la spiega?

Grazie!
Liz


  Visualizza il profilo di tired lizard      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2004-07-03 14:14   
To Liz!

Da:
http://www.humanitasonline.com/HOL/index.cfm?circuit=Oggetti&name=CaricaOggetto&ID=18051&modalita=view&rnd=0.05440049&pagina_dizionario=6&lettera=m


Mononucleosi

malattia infettiva causata dal virus di Epstein-Barr (EBV), appartenente alla famiglia degli Herpes virus. L’infezione è molto diffusa, ma spesso decorre in maniera del tutto asintomatica: in Italia a 16-18 anni il 65-70% della popolazione ha superato la malattia, nel 5% dei casi in maniera sintomatica. Il contagio può essere diretto, mediante ingestione di particelle di saliva emesse da una persona infetta, oppure indiretto, attraverso il contatto con oggetti contaminati. L’incubazione dura mediamente 30-50 giorni, ma la malattia è già infettiva al termine della fase di incubazione. Inizialmente si manifestano malessere generale (che durerà anche per 3-4 settimane), mialgie, brividi e cefalea; a essi seguono ben presto: faringite (per circa 7-10 giorni), febbre (per 7-14 giorni), linfoadenomegalia (i linfonodi cervicali posteriori e quelli occipitali sono i più frequentemente coinvolti; seguono i linfonodi laterocervicali, ascellari, sottomascellari, inguinali ed epitrocleari), epatomegalia (aumentano i valori ematici delle transaminasi, della fosfatasi alcalina e della lattico-deidrogenasi) e splenomegalia (da tenere sotto costante controllo perché in alcuni circostanze è possibile addirittura la rottura della milza: sia spontanea, sia provocata da imprudenti manovre palpatorie). Tra le altre complicanze, si segnalano quelle a carico del sistema nervoso, con possibili encefaliti, meningiti, poliradicolonevriti (sindrome di Guillain-Barré) e paralisi del facciale; possibile anche il coinvolgimento di cuore e polmoni o lo sviluppo di anemia emolitica e piastrinopenia. La clinica e la conta dei globuli bianchi all'esame emocromocitometrico sono i primi passi diagnostici, ma la diagnosi di certezza è ottenuta con test sierologici (monotest e reazione di Paul-Bunnell) e con lo studio microscopico dello striscio di sangue (che evidenzia la presenza di linfociti "atipici"). È inoltre possibile dimostrare la presenza di anticorpi specifici diretti contro l'EBV. La terapia è solo sintomatica e prevede, nei casi più impegnati, la somministrazione di cortisonici per pochi giorni, al fine di alleviare l'edema faringotonsillare e favorire la respirazione. Va osservato un adeguato periodo di riposo a letto, soprattutto per evitare incidenti che possano provocare la rottura della milza. Analgesici e antipiretici si possono utilizzare per controllare dolori e febbre, ma va evitata l'assunzione di acido acetilsalicilico per il rischio di sindrome di Reye e per la possibile presenza di piastrinopenia. Nel 20% circa dei casi vi è associata una tonsillite da streptococco beta-emolitico, che va trattata con antibioticoterapia (eritrocina). Sembra che, dopo la guarigione, l'EBV rimanga latente nel tessuto linfoghiandolare e continui a trasformare i linfociti, facendo sospettare una sua natura oncogena. In effetti, l'EBV è stato chiamato in causa nell'insorgenza del linfoma di Burkitt e di altre malattie tumorali.

fonte: DeAgostini


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
tired lizard


Registrato: Sep 06, 2003
Messaggi: 345
Località: Piemonte
Inviato: 2004-07-06 17:30   
Grazie Kio!

Come uno sa dai risultati Chieti se non ha la mononucleosi? Dalle miei vedo la EBV:

Ricerca anticorpi anti IgG positivo
Ricerca anticorpi anti AgM negativo

E normale o devo cercare altri esiti li dentro?

Liz


  Visualizza il profilo di tired lizard      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.017463 seconds.