[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » Efamol Efamarine... e la tua mente!
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Efamol Efamarine... e la tua mente!
mario


Registrato: Oct 23, 2003
Messaggi: 639
Inviato: 2004-06-18 23:21   
kio.. la risposta che hai ricevuto (tu o non so chi) .. fa cascare le..

questa è la verità

su coraggio e avanti

riguardo omega3 6 e altri.. nessuno ha chiesto al farmacista.

ce ne sono a bizzeffe.. ultimo che ho conosciuto riguarda l'olivello selvatico.. ora coltivato apposta .. ricco e straricco di omega vari.

notte


[ Questo messaggio è stato modificato da: mario il 2004-06-18 23:25 ]


  Visualizza il profilo di mario      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2004-06-19 00:08   
Mario
la risposta era x "non so chi", non x me...
in un sito di aiuto e auto aiuto x gente con problemi "psichici" di varia natura...

è triste... tutto lì...

Se qlcuno volesse studiare il profilo caratteriale degli utenti di siti quali quello sopra, e confrontarlo x es. col nostro... Le differenze sarebbero ultra palesi... Sarà che tra i primi tanti sono sotto psicofarmaci, ma incassano, incassano alla grande, e spesso tacciono...
Magari noi eccediamo con le incaxx... ma incassare mica tanto!



  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2004-06-19 00:12   
Buone notizie sulle potenzialità di recupero del nostro cervello!
Sostanzialmente: più cose facciamo, più siamo curiosi, più interessi diversi abbiamo... meglio è!

Idea mia...
Così a spanne mi spiegherebbe perché in(credo)Russia riescono a far camminare i paraplegici o i tetraplegici, "educandoli" o "ri-educandoli" al movimento, facendogli indossare delle "tute integrali" capaci di far muovere ogni arto; tute prese dalla aerospaziale, che venivano usate x la riabilitazione al movimento x astronauti rientrati su terra e debilitati dalla assenza di gravità.


http://www.bancaetruria.it/etruriaoggi/53/etruria_oggi/ita/pag51.htm

Modificabilità delle mappe corticali

Una delle proprietà più affascinanti della corteccia cerebrale è la capacità di modificare le proprie risposte in relazione all’esperienza, cioé la sua plasticità. Questa proprietà le conferisce la capacità di adattarsi alle mutevoli situazioni ambientali e si manifesta in processi diversi, che vanno dall’apprendimento al recupero funzionale post-lesionale. Una forma di plasticità intensamente studiata negli ultimi anni è la modificabilità delle mappe corticali in seguito a variazioni delle afferenze periferiche. E’ stato dimostrato che, in un’area corticale deprivata dalle afferenze periferiche, è possibile dopo un periodo di silenzio neuronale, evidenziare una nuova rappresentazione. In altri termini, la regione di corteccia che non riceve più informazioni dai recettori che fanno capo al nervo tagliato, viene occupata dalla rappresentazione delle regioni periferiche vicine. Questi esperimenti sono stati successivamente replicati nel sistema somatosensoriale utilizzando una vasta gamma di modificazioni periferiche, dal taglio di un nervo alla sua legatura o al suo schiacciamento, dall’amputazione di un dito alla fusione di due dita adiacenti e sono stati confermati anche in altri sistemi sensoriali, come il sistema visivo e il sistema uditivo, e nella corteccia motoria (J.H. Kaas, The reorganization of sensory and motor maps after injury in the adult mammals, In: M.S. Gazzaniga, The New Cognitive Neuroscience, Cambridge, MA, MIT Press, 2000, 223-236).



Ancor più interessante è l’osservazione che la corteccia è plastica in situazioni di aumento delle afferenze. Se infatti una regione corporea viene stimolata, essa aumenta la sua area di rappresentazione corticale e la performance mediata da quell’area corticale: in scimmie addestrate a riconoscere la frequenza di uno stimolo vibratorio applicato alle dita della mano, la rappresentazione corticale di quelle dita va
incontro a un allargamento (Figura 3; porzione superiore) che è associato a un parallelo aumento della capacità discriminativa. Utilizzando tecniche non invasive, come la magnetoencefalografia, la tomografia ad emissione di positroni e la risonanza magnetica nucleare funzionale, è ora possibile “vedere” nell’Uomo la dinamicità delle mappe corticali e correlare l’estensione di una determinata mappa con la sua funzione. E’ noto che pazienti ciechi sono capaci di leggere l’alfabeto Braille e che questo si basa sull’impiego di un dito lettore (generalmente il 2° dito della mano destra) che viene utilizzato per rilevare i caratteri in rilievo.
E’ stato dimostrato che l’ampiezza delle componenti N20 e P22 del potenziale evocato somestesico è maggiore per stimolazione del dito lettore che delle altre dita, indicando chiaramente che il maggior uso di quel dito determina un allargamento della sua zona di rappresentazione. Analoghe osservazioni riportate in violinisti e in soggetti addestrati a eseguire compiti motori preordinati (Figura 5, porzione inferiore) confermano le prime osservazioni e dimostrano che la rappresentazione corticale di una porzione della periferia sensoriale e motoria dipende dall’uso e varia in relazione alle diverse e variabili necessità di un individuo (G.H. Recanzone, Cerebral cortical plasticity: Perception and skill acquisition. In: M.S. Gazzaniga, The New Cognitive Neuroscience, Cambridge, MA, MIT Press, 2000, pagg. 237-247). Queste ricerche hanno fornito, per la prima volta, sostegno sperimentale all’intuizione che esista una relazione tra l’uso di un circuito cerebrale e la sua capacità funzionale. E’ interessante a questo riguardo rileggere ciò che scrivevano nel 1893 E. Tanzi: “Un impulso nervoso che passi più frequentemente attraverso una connessione nervosa, determinerà un’ipernutrizione della via sovraeccitata e, così come accade nei muscoli, a ciò conseguirà un’ipertrofia che risulterà in un aumento di lunghezza delle arborizzazioni neuronali” e nel 1894 Santiago Ramon y Cajal: “It can be admitted as very probable that mental exercise leads to a greater development of the dendritic apparatus and of the system of axon collaterals in the most utilized cerebral regions”.
Nel presente contesto, queste osservazioni assumono un rilievo particolare, in quanto da una parte dimostrano l’esistenza di processi fisiologici che mediano l’influenza dell’ambiente sul cervello e dall’altra suggeriscono che questi processi sono capaci di generare eterogeneità delle rappresentazioni corticali e, in ultima analisi, che ogni individuo costruisce la propria rappresentazione della realtà (anche) in relazione alla sua interazione con l’ambiente.


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
mario


Registrato: Oct 23, 2003
Messaggi: 639
Inviato: 2004-06-19 23:10   
x nico:

vai avanti.. 5 mesi.. sono pochi cmq.. e quel poco è già enormemente tanto.

mille auguri e non desistere


  Visualizza il profilo di mario      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2004-06-20 01:37   
NYCO, HO LETTO ORA IL TUO POST SUI BENEFICI OTTENUTI DALL'EFAMARINE.....se hai notato ke la linFoadenopatia è migliorata perkè smettere al cura allora???..........

nn puoi aspettarti ke anke la concentrazione e la memoria abbiano un salto di qualità.......però qualcosa hai ottenUto a differenza di altri ke, pur avendolo assunto x un anno, non hanno avuto benefici............

e QUI RISPONDO A LIZ:........la cura NON è uguale x tutti!! e poi sinceramente, non credo ke SOLO degli omega 3 e della vit. E possano guarirci!! il discorso è di DISINTOSSICAZIONE..............ALLORA VI KIEDO??? gli omega 3 HANNO UN POTERE COSì DISINTOSSICANTE????

X NYCO: tu continua la cura, perkè i benefici li hai avuti e poi sai ke a kieti dicono almeno un anno ai giovani e tre ai meno giovani...........quindi.............


io credo sempre meno a qst protocolli e credo sempre di + ke una volta ammalati, QUALSIASI SIA LA CAUSA SCATENANTE DELLA CFS................DOBBIAMO DISINTOSSICARCI, E QST POSSIAMO OTTENERLO SOLO CON UNA BUONA CURA OMEOPATICA E CON UN BRAVO OMEOPATA..............qst è il mio pensiero........riciao.......stregola :rol:

P.S.: + PASSA IL TEMPO E MENO TOLLERO I FARMACI ALLOPATICI....C'E' DA RIFLETTERE NN VI PARE???

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2004-06-20 01:40 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-06-21 00:51   
Disintossicarsi possibilmente riportando l'organismo nelle condizioni che ha "dimenticato"probabilmente già molto PRIMA dell'arrivo del virus,stress,etc ,cioè come deve fare per disintossicarsi.Chi si è ritrovato di colpo con la Cfs è sicuro al 100% che nei periodi precedenti stava perfettamente bene?Qualcuno ha la tipizzazione linfocitaria di prima della Cfs conclamata?No.Qualcuno ha mai fatto i ritmi circadiani prima della Cfs conclamata?No.In parole povere la causa della Cfs potrebbe essere il motivo per cui l'organismo aveva perso la capacità di disintossicarsi PRIMA degli eventi chiamati "scatenanti",e quindi ognuno deve curare quel motivo,che non è uguale per tutti.Non esiste nessun microbo causa della Cfs.E' solo la mia opinione

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-06-21 00:57   
Cortisone,psicofarmaci,etc curano gli effetti,il risultato di quello che ho scritto sopra,cioè il nulla:diventano solo un altro "carico" da smaltire,per un organismo che già prima della malattia conclamata non sapeva più come si fa a "smaltire" per qualche motivo(ognuno ha il suo di motivo).



[ Questo messaggio è stato modificato da: max il 2004-06-21 01:07 ]


  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Nyco


Registrato: Oct 27, 2002
Messaggi: 523
Inviato: 2004-06-21 10:21   
Sono d'accordo con te max!!
RAffi gli omega 3 non hanno un potere disintossicante, aiutano semplicemente a riequilibrare la risposta immunitaria.
Infatti vengono dati anche per curare le malattie autoimmuni e le allergie.
La disintossicazione di cui si parla, secondo me e da fare si, ma siccome l'organismo si intossica (ossida) per via di questa disfunzione immunitaria che causa iperossidazione, prima correggere il s.immunitario e magari nel frattempo disintossicarsi con antiossidanti, dieta e vita equilibrata. comunque grazie per l'incoraggiamento ragazzi, insistiamo .. prima o poi lo vedremo in che posto cia ha portato la strada che abbiamo seguito.
Buona giornata


  Visualizza il profilo di Nyco   Email Nyco      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
tired lizard


Registrato: Sep 06, 2003
Messaggi: 345
Località: Piemonte
Inviato: 2004-06-21 14:58   
Rispondo prima a Max,
Good point! Io so per certo di non essere stata bene prima della CFS. Infatti mi chiedo se non ha cominciato molto, ma molto prima (10 anni? una bronchite cattiva preso dai bambini che guardavo, che erano sempre malatti da scuola). Dato la CFS da tre anni solo perche ho avuto una brutta sinusite allora, ma niente e sicuro. Mi riccordo che altri facevano lavoro piu vita fuori lavoro, io non. Arrivavo dal lavoro (non difficile in ufficio), e crollavo, mangiando al letto. Ero sempre rafreddata anche. Nessun dottore (ne ho visto molti) sapeva cosa aveva, e volevano sempre darmi antidepressivi. Gli analisi non dimostravano niente.

L'omeopatia, sinceramente non so se ci credo molto. L'avevo provato tre anni fa, seguito una dieta particolare, fatto cure ma i risultati erano discreti. E il costo era alto. Penso che devi crederci per avere risultati anche. E devi anche essere molto paziente, cosa che non sono di natura!

Si, siamo tutti diversi. E non c'è ancora cura definitiva per noi. La realtà è questa, per ora. Dobbiamo sopratutto imperare a vivere questi problemi, e essere contenti se qualcosa migliora, anche piccola.

Stregatta, hai ragione in fondo sul Omega 3, solo che provo di seguire alla lettera la Dssa Racciatti, per fare una prova pulita di questa cosa.

Una regola che mi sono imposta anche: una sola cura alla volta! Se non, non sai quale ti ha fatto cosa (e ancora: non lo sai mai se qualche miglioramento o altro e 'naturale'). E tengo appunti sui cambiamenti dei sintomi maggiori, per rimanere un po' razionale su tutto questo. Per esempio, avere mal di testa un terzo del tempo invece della metà, questo si che è progresso, anche se il dolore rimanente è sempre brutto. Non è dovuto al Efamarine, ma al Toliman che prendo per la circolazione (prescritto anche da Chieti).

Un bacione e speranza a tutti in grandi dosi La mia energia rimane BUONA (cosi riesco a non riposarmi abbastanza e star mal dopo :-0 Bell'ironia!

Liz


  Visualizza il profilo di tired lizard      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
max


Registrato: Apr 26, 2003
Messaggi: 1902
Inviato: 2004-06-21 21:57   
L'omeopatia funziona sia che ci si creda sia che non ci si creda.

  Visualizza il profilo di max      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
wil69


Registrato: Mar 27, 2003
Messaggi: 27
Località: alto adige
Inviato: 2004-06-22 14:27   
Qualcuno conosce il Ginpent ® ?
Leggendo il sito sembra che faccia miracoli, (come molte altre sostanze...).

http://digilander.libero.it/luigi.ginpent/iommelli%20CFS.htm

Ciao a tutti


[ Questo messaggio è stato modificato da: wil69 il 2004-06-26 14:30 ]


  Visualizza il profilo di wil69      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.010228 seconds.